Giappone. Day 5. Finale 200 rana stellare. Watanabe (2.06.94) • Hanaguruma (2.07.07) • Fukasawa (2.07.75)

Conclusa la quinta  giornata di gare delle selezioni olimpiche del Giappone, in svolgimento presso il Tokyo Aquatics Center.

GIORNO 5Come previsto,  l’attesa finale dei 200 rana uomini non ha deluso le aspettative, anzi le ha superate, vince Ippei Watanabe con il miglior tempo mondiale stagionale (2.06.94), meglio del ranista cinese Haiyang Qin (2.07.02), d’argento la prova di Yu Hanaguruma (2.07.07), entrambi gli atleti hanno abbondantemente nuotato sotto il limite per la qualificazione olimpica (2.08.48), grande riscontro cronometrico anche per il terzo classificato Yamato Fukasawa (2.07.75).

PODIO 200 RANA UOMINI – GESTIONI DI GARA

Nei 100 farfalla uomini Genki Terkakado ha avuto la meglio sul campione del mondo della specialità Tomoru Honda, 1.54.07 contro 1.54.18, entrambi gli atleti guadagnano il pass olimpico e salgono sull’aereo per Parigi 2024. Terza piazza per l’attuale primatista nazionale Daiya Seto (1.55.40).

Prima vittoria individuale di questi Campionati per la neo-qualificata olimpica dei 100 farfalla,  Ikee Rikako, vince i 100 stile libero con 54.13, non ottiene il suo secondo pass individuale, ma sicuramente sarà la prima scelta per una eventuale staffetta veloce giapponese. Nella medesima prova al maschile, Katsuhiro Matsumoto, vince nuotando 48.28, non sufficiente per la qualificazione olimpica, ottenuta sulla doppia distanza, ma anche lui sarà la prima scelta per la staffetta 4×100 stile libero, quarto crono di giornata da 48.98.

VINCITORI e PASS OLIMPICI AL GIORNO 5

  • 100 SL D – Ikee Rikak0 54.15
  • 200 FA U – Genki Terkakado 1.54.07 PASS OLIMPICO – Tomoru Honda 1.54.18 PASS OLIMPICO
  • 200 RA U – Ippei Watanabe 2.06.94 PASS OLIMPICO. 2)  Yu Hanaguruma 2.07.07 PASS OLIMPICO
  • 1500 SL D – Airi Ebina 16.07.00
  • 100 SL U – Katsuhiro Matsumoto 48.28
  • 50 DO D – Takahashi Miki 28.29
  • 800 SL U – Ikki Imoto 7.56.17
  • 100 DO D – Rio Shirai 1.00.27
  • 100 RA D – Satomi Suzuki 1.05.91 PASS OLIMPICO, 2) Reona Aoki 1.05.93 PASS OLIMPICO
  • 200 SL D – Waka Kobori 1.58.22
  • 100 DO U – Riku Matsuyama 53.72
  • 200 SL U – Katsuhiro Matsumoto 1.45.29 PASS OLIMPICO
  • 400 MX D – Mio Narita, 4.35.40 PASS OLIMPICO, Ageha Tanigawa 4. 35.60 PASS OLIMPICO
  • 100 RA U – Takashi Taniguchi 59.43
  • 100 FA D – Mizuki Hirai 56.91 PASS OLIMPICO, 2) Ikee Rikako 57.30 PASS OLIMPICO
  • 400 MX U – Tomoyuki Matsushita 4.10.04 PASS OLIMPICO
  • 400 SL D – Miyu Namba 4.06.10
  • 400 SL U – Ikki Immoto 3.49.69
  • 50 DO U – Reo Miura 25.26
  • 50 FA U – Naoki Mizunuma 23.26
  • 50 FA D – Mizuki Hirai 26.05

PASS OLIMPICI

  • 200 FA U – Tomoru Honda 1.54.18
  • 200 FA U – Genki Terkakado 1.54.07
  • 200 RA U – Ippei Watanabe 2.06.94
  • 200 RA U –  Yu Hanaguruma 2.07.07
  • 100 RA D – Satomi Suzuki 1.05.91
  • 100 RA D – Reona Aoki 1.05.93
  • 200 SL U – Katsuhiro Matsumoto 1.45.29
  • 400 MX D – Mio Narita, 4.35.40
  • 400 MX D – Ageha Tanigawa 4. 35.60
  • 100 RA U – Takashi Taniguchi 59.43
  • 100 FA D – Mizuki Hirai 56.91
  • 100 FA D – Ikee Rikako 57.30
  • 400 MX U – Tomoyuki Matsushita 4.10.04

 

GIORNO 4 – Come previsto i 200 rana maschili sono stati di altissimo livello già nelle semifinali odierne con Ippei Watanabe a 2.07.92, Yu Hanaguruma (2.08.99),  Yamato Fukasawa (2.09.26),  e Shoma Sato (2.09.89), da segnalare anche il sesto crono ottenuto dal sedicenne (2009)  Shin Ohashi (2.11.13), che gli vale il nuovo primato nazionale di categoria. Per il resto 800 stile libero uomini vinti da Ikki Imoto (7.56.17) e 100 dorso femminili da Rio Shirai (1.00.27).

GESTIONE SEMIFINALE 200 RANA UOMINI

 

VINCITORI e PASS OLIMPICI AL GIORNO 4

  • 800 SL U – Ikki Imoto 7.56.17
  • 100 DO D – Rio Shirai 1.00.27
  • 100 RA D – Satomi Suzuki 1.05.91 PASS OLIMPICO, 2) Reona Aoki 1.05.93 PASS OLIMPICO
  • 200 SL D – Waka Kobori 1.58.22
  • 100 DO U – Riku Matsuyama 53.72
  • 200 SL U – Katsuhiro Matsumoto 1.45.29 PASS OLIMPICO
  • 400 MX D – Mio Narita, 4.35.40 PASS OLIMPICO, Ageha Tanigawa 4. 35.60 PASS OLIMPICO
  • 100 RA U – Takashi Taniguchi 59.43
  • 100 FA D – Mizuki Hirai 56.91 PASS OLIMPICO, 2) Ikee Rikako 57.30 PASS OLIMPICO
  • 400 MX U – Tomoyuki Matsushita 4.10.04 PASS OLIMPICO
  • 400 SL D – Miyu Namba 4.06.10
  • 400 SL U – Ikki Immoto 3.49.69
  • 50 DO U – Reo Miura 25.26
  • 50 FA U – Naoki Mizunuma 23.26
  • 50 FA D – Mizuki Hirai 26.05

PASS OLIMPICI

  • 100 RA D – Satomi Suzuki 1.05.91
  • 100 RA D – Reona Aoki 1.05.93
  • 200 SL U – Katsuhiro Matsumoto 1.45.29
  • 400 MX D – Mio Narita, 4.35.40
  • 400 MX D – Ageha Tanigawa 4. 35.60
  • 100 RA U – Takashi Taniguchi 59.43
  • 100 FA D – Mizuki Hirai 56.91
  • 100 FA D – Ikee Rikako 57.30
  • 400 MX U – Tomoyuki Matsushita 4.10.04

GIORNO 3 –  La diciassettenne Mio Narita ha vinto i 400 misti qualificandosi per i Giochi di Parigi 2024 con il tempo di 4.35.40, nuota 20 centesimi meglio della seconda classificata Ageha Tanigawa, anche lei sotto il limite di qualificazione olimpica con il crono di 4.35.60. La campionessa olimpica in carica, Yui Ohashi, non potrà difendere il titolo a Parigi perchè fuori dal podio (quinta) con il tempo di 4.38.89.

Pass olimpico dei 200 stile libero per il primatista nazionale, Katsuhiro Matsumoto,  che oggi ha vinto la finale con il riscontro di 1.45.29. il quarto tempo odierno, utile per la definizione della staffetta,  è stato 1.47.86 nuotato da Hidenari Mano. La medesima prova al femminile è stata vinta da Waka Kobori (1.58.22) dopo il bronzo ottenuto nei 400 misti.

Nei 100 rana donne si qualificano la longeva specialista 33enne Satomi Suzuki (1.05.91) e la primatista nazionale  Reona Aoki (1.05.93), quest’ultima ieri aveva nuotato in semifinale 1.05.76.

Il 34enne dorsista Ryosuke Irie ha chiuso la finale dei 100 dorso in seconda posizione (54.10) alle spalle di Riku Matsuyama (53.72). La prima doppietta di vittorie è stata ottenuta dalla diciassettenne Mizuki Hirai, dopo il pass olimpico sui 100 farfalla (56.91) conquistato ieri, oggi ha vinto anche nella distanza sprint con il tempo di 26.05.

VINCITORI e PASS OLIMPICI AL GIORNO 3

  • 100 RA D – Satomi Suzuki 1.05.91 PASS OLIMPICO, 2) Reona Aoki 1.05.93 PASS OLIMPICO
  • 200 SL D – Waka Kobori 1.58.22
  • 100 DO U – Riku Matsuyama 53.72
  • 200 SL U – Katsuhiro Matsumoto 1.45.29 PASS OLIMPICO
  • 400 MX D – Mio Narita, 4.35.40 PASS OLIMPICO, Ageha Tanigawa 4. 35.60 PASS OLIMPICO
  • 100 RA U – Takashi Taniguchi 59.43
  • 100 FA D – Mizuki Hirai 56.91 PASS OLIMPICO, 2) Ikee Rikako 57.30 PASS OLIMPICO
  • 400 MX U – Tomoyuki Matsushita 4.10.04 PASS OLIMPICO
  • 400 SL D – Miyu Namba 4.06.10
  • 400 SL U – Ikki Immoto 3.49.69
  • 50 DO U – Reo Miura 25.26
  • 50 FA U – Naoki Mizunuma 23.26
  • 50 FA D – Mizuki Hirai 26.05

PASS OLIMPICI

  • 100 RA D – Satomi Suzuki 1.05.91
  • 100 RA D – Reona Aoki 1.05.93
  • 200 SL U – Katsuhiro Matsumoto 1.45.29
  • 400 MX D – Mio Narita, 4.35.40
  • 400 MX D – Ageha Tanigawa 4. 35.60
  • 100 RA U – Takashi Taniguchi 59.43
  • 100 FA D – Mizuki Hirai 56.91
  • 100 FA D – Ikee Rikako 57.30
  • 400 MX U – Tomoyuki Matsushita 4.10.04

GIORNO 2 – Dopo una prima giornata senza atleti qualificati, frutto di criteri piuttosto severi, arrivano i primi pass per i Giochi di Parigi.  Il primo dei quali porta la firma del diciottenne Tomoyuki Matsushita che vince i 400 misti con il tempo di 4.10.04 davanti a Daya Seto che però, coprendo la distanza in 4.10.84,  non soddisfa i criteri richiesti dalla sua federazione (4.10.64).

Nei 100 farfalla si qualificano per Parigi la diciassettenne rivelazione Mizuki Hirai (56.91) e Ikee Rikako con 57.30 contro il 57.31 della collega Shiho Matsumoto che per solo un centesimo di secondo vede infranto il sogno olimpico. La Rikako nelle semifinali aveva nuotato 57.03, questa sarà la sua terza olimpiade.

Ikee Rikako: “Per me era importante andare a Parigi individualmente. Tutto quello che posso dire è quanto sono felice.”

Nelle semifinali dei 100 rana femminili due atlete hanno nuotato sotto il limite di qualificazione della JASF, sono Reona Aoki, (1.05.76) e  Satomi Suzuki (1.06.29) per salire sull’aereo di Parigi dovranno ripetere prestazioni simili domani in finale.

Dopo i 400 stile libero uomini e donne, anche i 100 rana uomini – ad oggi – non vedono qualificato nessun atleta del Giappone, molto attesa la prova sulla doppia distanza di questa specialità che vede il Giappone presente con numerosi atleti nella top ten mondiale.

VINCITORI e PASS OLIMPICI AL GIORNO 2

  • 100 RA U – Takashi Taniguchi 59.43
  • 100 FA D – Mizuki Hirai 56.91 PASS OLIMPICO, 2) Ikee Rikako 57.30 PASS OLIMPICO
  • 400 MX U – Tomoyuki Matsushita 4.10.04 PASS OLIMPICO
  • 400 SL D – Miyu Namba 4.06.10
  • 400 SL U – Ikki Immoto 3.49.69
  • 50 DO U – Reo Miura 25.26
  • 50 FA U – Naoki Mizunuma 23.26

SEMIFINALI

  • 200 SL D – Waka Kobori  1.58.72
  • 100 DO U – Ryosuke Irie 53.89
  • 200 SL U –  Konosuke Yanagimoto  1.47.63
  • 100 RA D – Reona Aoki 1.05.76

GIORNO 1 – La ventunenne Miyu Namba vince il testa a testa dei 400 stile libero contro la collega di specialità Waka Kobori, 4.06.10 conto 4.06.20. Nella medesima prova al maschile vittoria per Ikki Immoto che ha coperto la distanza in 3.49.69. Nessun atleta ha soddisfatto i rigidi criteri di selezione olimpica, mentre Ikee Rikako coltiva il sogno della sua terza olimpiade siglando il miglior tempo delle semifinali dei 100 farfalla (57.03) nuotando sotto il limite richiesto per volare a Parigi (57.34), per farlo dovrà ripetere una prestazione simile nella finale di specialità.  Nelle batterie della seconda giornata Tomoru Honda resta escluso dalla finale dei 400 misti.

Dal 17 al 24 marzo presso il  Tokyo Aquatics Center andranno in scena le selezione olimpiche del Giappone, saranno al via per l’occasione i miglior nuotatori del Sol Levante. Previsto il format batterie, semifinali e finali per le distanze dei 50,100 e 200 metri e batterie e finali per tutte le altre. Piuttosto attesa la prova sui 200 rana uomini (20 marzo) con tre specialisti giapponesi nella Top 10 mondiale stagionale ed altri ancora presenti nella top 20.

 

Matteo Rivolta: "È una scelta coraggiosa, dolorosa ma necessaria, nel rispetto mio e di chi con me ha lavorato, sofferto, sognato."

Matteo Rivolta: “È una scelta coraggiosa...

Essere atleta è sicuramente difficile: l'allenamento, la prestazione, accettare la sconfitta e in caso di vittoria il peso di doversi ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative