Thomas Bach sullo sport e l’AI. “Sarà la sfida e l’opportunità più importante per il mondo dello sport, perché cambierà il mondo”

Il presidente del CIO, Thomas Bach, nel corso di una conferenza all’Assemblea generale dell’ONOC svolta alle Figi ad inizio settimana,  ha affermato che la digitalizzazione, gli e-sport e l’intelligenza artificiale saranno per il futuro dello sport “le sfide più grandi “.

Il presidente CIO – Thomas Bach 

“Sarà la sfida e l’opportunità più importante per il mondo dello sport, perché cambierà il mondo …

[…]

L’intelligenza artificiale ha il potenziale per trasformare lo sport in tutti i suoi aspetti, dall’allenamento degli atleti, alla valutazione, alla lotta contro il doping, all’arbitraggio, all’esperienza dello spettatore e alla solidarietà nello sport. Il potenziale è enorme, ma ci sono anche rischi che devono essere affrontati. Il Movimento Olimpico deve sfruttare i suoi benefici e comprenderne i rischi”.

Bach ha poi aggiunto che il CIO presenterà una propria vision sul potenziale dell’intelligenza artificiale entro il mese prossimo e ha incoraggiato l’assemblea ad organizzare una conferenza sull’argomento prima del prossimo anno.

FONTE: insidethegames

Ulteriori dettagli sull’argomento possono essere consutati dall’articolo “Il futuro dello sport è nell’intelligenza artificiale” redatto dall’azienda italiana Technogym, sempre attenta all’evoluzione della tecnologia e della scienza applicata al mondo dello sport, segue un estratto.

Il futuro dello sport e l’Intelligenza Artificiale

Quella della AI – Artificial Intelligence –  è sicuramente una delle frontiere più promettenti per il futuro del genere umano. I suoi benefici si estenderanno anche al mondo dello sport e permetteranno di utilizzare i dati raccolti dai dispositivi ad un livello di complessità, di profondità e di intreccio mai provati sinora. L’analisi dei dati non servirà più soltanto a ottenere una fotografia statica e bidimensionale di quello che è stato fatto, ma ad incrociare un enorme quantitativo di dati, molti dei quali esterni (es. condizioni climatiche, condizioni degli impianti, materiali utilizzati, interferenze ambientali di varia natura) e di intrecciarli con quelli di altri atleti, di altre gare, di contesti differenti e di diverse combinazioni di parametri.

Il ricorso massiccio all’Intelligenza Artificiale opererà forti cambiamenti a più livelli dello sport

[…]

… Leggi l’articolo integrale • Il futuro dello sport è nell’intelligenza artificiale

Articoli correlati

13° Meeting Squalo Blu

Serravalle (RSM)
26-04-24
Matteo Rivolta: "È una scelta coraggiosa, dolorosa ma necessaria, nel rispetto mio e di chi con me ha lavorato, sofferto, sognato."

Matteo Rivolta: “È una scelta coraggiosa...

Essere atleta è sicuramente difficile: l'allenamento, la prestazione, accettare la sconfitta e in caso di vittoria il peso di doversi ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative