Russia e doping, la storia infinita

Un punto a favore dello sport russo: la Corte internazionale per l’arbitrato sportivo (ICAS) ha annullato la decisione del Comitato olimpico (IOC) di interdire la partecipazione ai Giochi olimpici all’ex Ministro dello sport Vitaly Mutko.

La sentenza, pubblicata lo scorso martedì, è l’ultimo (per ora) strascico della sospensione della Russia dalle Olimpiadi invernali di Pyeongchang 2018 per quella che IOC aveva definito “la sistematica manipolazione dei controlli antidoping” in occasione dei Giochi di Sochi 2014.

Mutko non ha rilasciato dichiarazioni. L’ufficio stampa dell’IOC precisa che la sentenza “si riferisce esclusivamente a questioni formali riguardanti il potere sanzionatorio del Comitato, ma allo stesso tempo conferma la legittimità del Comitato stesso su qualsiasi questione riguardante una singola edizione dei Giochi”.

Leggi la notizia su The Star

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Riccardo Vernole per Nuotopuntocom: la FINP verso Tokyo

Riccardo Vernole per Nuotopuntocom: la F...

A margine del Campionato italiano in acque libere FINP di Alghero (Freedom in water), abbiamo incontrato ed intervistato il Commissario ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu