25 km – Occhipinti terzo. Italia seconda ai punti

L’Italfondo chiude questi 18esimi Campionati del Mondo di nuoto in acque libere con due medaglie, tre atleti qualificati per i Giochi di Tokyo 2020 e qualche rammarico per ciò che non è stato. Potenziale dell’Italfondo confermato dal secondo posto nella classifica a punti del Trofeo per nazioni. 

Verso i Giochi  con ambizione. 

 CLASSIFICA A PUNTI

Ocean Park di Yeosu maratona 25 km. Il giovane azzurro Alessio Occhinpinti, atleta classe 1996,  sale sul podio iridato per la medaglia di bronzo (4h51m09.5) dopo l’argento ottenuto alle appena concluse Universiadi di Napoli nei 1500 stile libero, a conferma di un mezzofondo fra le corsie sempre piú vicino al fondo in acque libere, resta invece ai piedi del podio Simone Ruffini (4h51m14.9) . Vince la prova al maschile il francese Axel Reymond davanti al russo Kirill Belyaev.

PODIO 25 KM UOMINI

  1. Axel Reymond (FRA) 4h51m06.2
  2. Kirill Belyaev (RUS) 4h51m06.5
  3. Alessio Occhipinti (ITA) 4h51m09.5

4) Simone Ruffini (ITA) 4h51m14.9

RISULTATI UOMINIQui le interviste RaisportIl finale della 25 Km U

Le nostre azzurre Arianna Bridi e Barbara Pozzobon chiudono la 25 chilometri rispettivamente in settima e tredicesima posizione. Prova vinta dalla brasiliana Marcela Ana Cunha che con l’oro odierno bissa il titolo vinto nella 5 chilometri, argento alla tedesca Finnia Wunram e terzo gradino del podio per la francese Lara Grangeon, grande esclusa per la 10 km di Tokyo.

PODIO 25 KM DONNE

  1. Marcela Ana Cunha (BRA) 5h08m03.0
  2. Finnia Wunram (GER) 5h08m11.6
  3. Lara Grangeon (FRA) 5h08m21.2

7) Arianna Bridi (ITA) 5h11m52.6
13) Barbara Pozzobon (ITA) 5h12m53.7

RISULTATI DONNE – Qui le interviste Raisport

Le dichiarazioni di Alessio Occhipinti

“Sapevo di stare bene, ma la medaglia è inaspettata così come quella delle Universiadi. Fino a metà gara ho tenuto un’andatura regolare, controllata. Poi ho provato ad aumentare il ritmo. Avevo buone sensazioni, mi sentivo bene e così ho preso la testa della gara e nell’ultimo giro ho provato a resistere al ritorno degli avversari. La medaglia mondiale è sempre stata un sogno, ma fino a qualche anno fa non immaginavo potesse arrivare nel fondo. Sono nato in vasca, poi ho provato le acque libere, mi sono appassionato e adesso salgo sul podio iridato all’esordio mondiale. Sono veramente felice”.

Le dichiarazioni di  Simone Ruffini

“Le condizioni di gara sono ideali per me e mi esalto tra acqua mossa e turbolenza metereologiche … venivo da una stagione difficile condizionata dalla mononucleosi.

Le dichiarazioni di  Arianna Bridi

“E’ stata una gara strana perchè non siamo abituate a ritmi così veloci sin dall’inizio, le prime hanno fatto subito la selezione. Sono rimasta coperta e quando c’era da ricucire mi sono mancate le energie. Devo accettare questa posizione e ripartire da qui.

Le dichiarazioni di  Barbara Pozzobon

“E’ stata una gara particolare perchè le favorite sono partite presto e ce ne siamo accorte troppo tardi …”

LEGGI REPORT FEDERNUOTO

 

Immagini dal campo gara. Photo © Andrea Masini / Deepbluemedia / Insidefoto

Cala dunque il sipario a Yeosu ed è pronto per aprirsi quello di Gwangju con il nuoto in vasca.

Segue la sintesi delle altre giornate del nuoto in acque libere.

MEDAGLIE ITALFONDO

ARGENTO

  • 5 km a squadre mixed – ITALIA
    • Rachele BRUNI
    • Giulia GABBRIELLESCHI
    • Domenico ACERENZA
    • Gregorio PALTRINIERI

BRONZO

  • 10 km femminile – Rachele BRUNI 1h 54.49.0

AZZURRI QUALIFICATI PER TOKYO 2020 (10 KM)

  • Rachele BRUNI (3)
  • Gregorio PALTRINIERI (6)
  • Mario SANZULLO (9)

Photo © Andrea Masini / Deepbluemedia / Insidefoto

Si chiude con le 25 km

Nella notte italiana (all’una con diretta su Rai2) all’Expo Ocean Park di Yeosu andranno in scena le 25 chilometri con in gara gli azzurri Alessio Occhipinti, Simone Ruffiini, Arianna Bridi e Barbara Pozzobon.

Ultima gara in programma per il nuoto in acque libere della 18esima edizione dei Campionati del mondo.

I nostri atleti saranno in gara alle 08.00 (ora locale).


5 km a squadre mixed. ITALIA d’argento

Il buongiorno d’argento della 5 km a squadre mixed. Azzurri a due decimi dall’Oro.

Photo © Andrea Masini / Deepbluemedia / Insidefoto

Ocean Park di Yeosu 5 km a squadre mixed. E’ stata una gran bella Italia che ha condotto un lungo testa a testa con Germania e Stati Uniti per la conquista del titolo iridato. Abbiamo avuto la meglio sugli americani, vincono i tedeschi.

4×1250 metri. Apre la prova Rachele Bruni che chiude la sua frazione in 13esima posizione,  è il turno di Giulia Gabbrielleschi che nella sua porzione di gara risale fino alla nona posizione,  Domenico Acerenza nuota una grande frazione portandoci nel gruppo di testa. A tre quarti di gara siamo secondi alle spalle della sola Germania, gli americani inseguono. Chiude la prova degli azzurri Gregorio Paltrinieri che conduce fino allo sprint finale per un touch praticamente a tre mani. Dopo qualche incertezza sui piazzamenti ufficiali veniamo decretati medaglia d’argento dietro alla Germania per soli due decimi, ma davanti agli Stati Uniti per ancora meno. Il podio si risolve in meno di quattro decimi.

Di seguito le parole dei protagonisti.

Domani le 25 chilometri con in gara gli azzurri Alessio Occhipinti, Simone Ruffiini e Arianna Bridi.

Rachele Bruni

Sono un po’ dispiaciuta perchè avrei voluto far meglio, ma sono contenta per il risultato finale, ho dato veramente tutto alla fine ero morta. Faccio i complimenti ai ragazzi perchè ce l’hanno messa tutta.

Giulia Gabrielleschi

“L’avevo detto ieri e oggi sono soddisfatta della mia gara perchè c’ho messo tutta la rabbia accumulata nella 5 km. Speravo nell’oro, però questo argento è bellissimo ed è un’emozione unica.

Domenico Acerenza

Sono partito a bomba perchè avevo tanta rabbia li volevo recuperare tutti, ho cambiato in nona posizione e ho cercato di sfruttare tutte le scie che potevo mettendo tutto quello che avevo nei primi 400 metri.

Gregorio Paltrinieri.

“Pensavo di essere più veloce e di riuscire a staccare Muffels. Invece il tedesco si è messo in scia, mi stava sempre addosso impedendomi di allungare. L’argento mondiale è un buon punto di partenza per alimentare il sogno olimpico che ho tenuto vivo con il sesto posto nella 10 chilometri e la qualificazione, ma in questi giorni ho anche acquisito tanta consapevolezza.

REPORT FEDERNUOTO

Photo © Andrea Masini / Deepbluemedia / Insidefoto

 

PODIO 5 CHILOMETRI  a SQUADRE mixed- RISULTATI

  • 1.  Germania 53.58.7
  • 2.  Italia 53.58.9
    • Rachele Bruni 14.35.2 (13)
    • Giulia Gabbrielleschi 13.44.8 (9)
    • Domenico Acerenza 13.17.8 (2)
    • Gregorio Paltrinieri 12.21.1 (2)
  • 3. Stati Uniti 53.59.00

 RISULTATI  – OPEN WATER

MEDAGLIE ITALFONDO

ARGENTO

  • 5 km a squadre mixed – ITALIA
    • Rachele BRUNI
    • Giulia GABBRIELLESCHI
    • Domenico ACERENZA
    • Gregorio PALTRINIERI

BRONZO

  • 10 km femminile – Rachele BRUNI 1h 54.49.0

AZZURRI QUALIFICATI PER TOKYO 2020 (10 KM)

  • Rachele BRUNI (3)
  • Gregorio PALTRINIERI (6)
  • Mario SANZULLO (9)

Photo © Andrea Masini / Deepbluemedia / Insidefoto


5 KM. Bruni (5a) e Gabrielleschi (6a).

Assegnate le medaglie della 5 chilometri femminile.

Ocean Park di Yeosu 5 km femminile in acque libere. La brasiliana Ana Marcela Cunha vince la prova della 5 chilometri femminile, le nostre azzurre Rachele Bruni e Giulia Gabrielleschi hanno chiuso la prova rispettivamente in quinta e sesta posizione. Argento alla francese Aurelie Muller, completano il podio per la medaglia di bronzo a paritempo, l’americana Moore e la tedesca Beck.

La Bruni rimane fuori dal gioco delle medaglie per soli 7 decimi e la Gabbrielleschi per 1 secondo, podio dunque molto vicino, ma il nuoto in acque libere rimane uno sport tattico e di situazione.

Seguono alcune immagini dal campo gara dell’Ocean Park di Yeosu, la nostra Rachele Bruni (nella prima foto sotto) è stata costretta al touch finale senza occhialini per via di uno scontro con la francese Muller nella parte finale della gara.

Prime dichiarazioni della Bruni nel post gara

“Come nella dieci chilometri la gara si è risolta negli ultimi trecento metri e con bagarre finale, alla fine c’è stato uno scontro con la francese, lei mi ha tolto gli occhialini, ma questo è  il nuoto di fondo e non cerco scuse. Penso di aver fatto un’ottima gara, forse sono partita un po’ presto a 600 metri dall’arrivo. “

Prime dichiarazioni della Brunelleschi nel post gara

“Ero comunque alla ricerca di un podio. E’ stata una bella gara, tirata, con tante protagoniste. Nello sprint finale ho cercato di dare tutto ma non è il mio pezzo forte, alla fine siamo rimaste nel mucchione, dove volavano molti cartellini e fischi dei giudici. Questo fa parte del gioco e bisogna saper gestire la situazione. Magari servirà un po’ d’esperienza in più. Ho cercato di fare un gara sempre d’attacco, ma delle volte non sono riuscita a fare quello che m’ero prefissata. Devo rimanere concentrata per la staffetta e le gare in piscina della prossima settimana. Magari questo risultato mi darà un po’ di cattiveria in più.”

Photo © Andrea Masini / Deepbluemedia / Insidefoto

LEGGI REPORT FEDERNUOTO

Domani le due azzurre saranno nuovamente in gara per la disputa della  5 chilometri mixed a squadre con i compagni di nazionale Domenico Acerenza e Gregorio Paltrinieri, prova in cui ciascuno dei nostri dovrà coprire a turno la distanza di 1250 metri. ENTRY LIST

PODIO 5 CHILOMETRI – RISULTATI

  1. Ana Marcela Cunha (BRA) 57m56s0
  2. Aurelie Muller (FRA) 57m57s0
  3. Hannah Moore (USA) – Leonie Beck (GER) 57m58s0

5. Rachele Bruni (ITA) 57m58s7
6. Giulia Gabbrielleschi (ITA) 57m59s0

 RISULTATI  – OPEN WATER

MEDAGLIE ITALFONDO

BRONZO

  • 10 km femminile – Rachele BRUNI 1h 54.49.0

AZZURRI QUALIFICATI PER TOKYO 2020 (10 KM)

  • Rachele BRUNI (3)
  • Gregorio PALTRINIERI (6)
  • Mario SANZULLO (9)

 


Nella notte la 5 km femminile. Diretta RAI 2

Nella notte italiana (all’una con diretta su Rai2) all’Expo Ocean Park di Yeosu andrà in scena la 5 chilometri femminile con in gara le azzurre Rachele Bruni e Giulia Gabrielleschi, nella foto sotto.  Le atlete saranno in gara alle 08.00 (ora locale). Segue la sintesi delle altre giornate del nuoto in acque libere.

Photo © Giorgio Perottino/Deepbluemedia/Insidefoto


10km. Pass Olimpico per Paltrinieri e Sanzullo

Saremo al via per la 10 chilometri di Tokyo 2020 con Paltrinieri (6) e Sanzullo (9).

Ocean Park di Yeosu 10 km in acque libere. Gregorio Paltrinieri e Mario Sanzullo sono rispettivamente sesto e nono, per entrambi arriva il pass olimpico per Tokyo 2020. Consapevolezza, serenità e comunque soddisfazione per Greg, conscio di dover ancora migliorare in un contesto di situazione come quello open-water. Straripante e giusta gioia per Sanzullo che sigla una prestazione che gli fa affermare di “vivere il più bel giorno della sua vita”.

Doppietta tedesca sul podio iridato della 10 chilometri di Yeosu (nella foto sotto), con Florian Wellbrock che vince il titolo e il compagno di nazionale Rob Muffel la medaglia di bronzo, fra loro si piazza il francese Marc Antoine Olivier per l’argento. Per la 10 km di Tokyo 2020 sono qualificati: 2 tedeschi, 2 francesi, 2 italiani , 1 ungherese, 1 spagnolo, 1 americano e 1 olandese.

PODIO 10 KM MASCHILE – RISULTATI  – OPEN WATER

  1. Florian Wellbrock (GER) 1h47m55″9
  2. Marc Antoine Olivier (FRA) 1h46m56″1
  3. Rob Muffels (GER) 1h47m57″4

6) Gregorio Paltrinieri (ITA) 1h48m01″0
9) Mario Sanzullo (ITA) 1h48m04″7

ATLETI QUALIFICATI PER I GIOCHI DI TOKYO 2020

  1. FLORIAN WELLBROOK, GER — 1h47m55s9
  2. MARC-ANTOINE OLIVIER, FRA — +0.2
  3. ROB MUFFELS, GER — +1.5
  4. Kristof Rasovszky, HUN — +3.0
  5. Jordan Wilimovsky, USA — +5.1
  6. Gregorio Paltrinieri, ITA — +5.1
  7. Ferry Weertman, NED — +6.0
  8. Alberto Martinez, ESP — +6.3
  9. Mario Sanzullo, ITA — +8.8
  10. David Aubry, FRA — +9.2

Ad assistere alla 10 chilometri maschile di Yeosu erano presenti i compagni di allenamento di Gregorio Paltrinieri al Centro Federale di Ostia. Domenica Acerenza e Gabriele Detti con il fisioterapista Stefano Amirante. Photo © Andrea Masini / Deepbluemedia / Insidefoto

Queste le dichiarazioni di Paltrinieri

“E’ stata dura, soprattutto nell’ultimo chilometri perché ero un po’ più cotto del normale dopo essere stato in testa per lunghi tratti. Pensavo di riuscire ad essere più veloce nella fase centrale, ma Wellbrock e Rasovszky non si sono mai staccati da me e mi sono trovato spesso davanti. A quel punto ho preferito non decelerare perché non è nelle mie caratteristiche nuotare sotto ritmo. Nell’ultimo giro l’ho pagato. Comunque il sesto posto al mondiale è un buon risultato, soprattutto perché è una nuova esperienza per me che sono un rookie. L’importante era la qualificazione alle Olimpiadi. L’anno prossimo me la giocherò. Quelli che sono arrivati davanti sono sicuramente più esperti. Io ho ancora tantissimo da migliorare, da provare. Desidero nuotare i 10.000 sempre meglio. La prossima stagione ne proverò di più perché maturo gara dopo gara. 

Queste la parole di Sanzullo

Sono molto felice perché corono il sogno di partecipare alle Olimpiadi. E’ il giorno più bello della mia vita”

Domani in gara le azzurre Rachele Bruni e Giulia Gabriellesci per la prova dei 5 chilometri.

START LIST 5 KM FEMMINILE

Post-gara. Stefano Rubaudo, Team manager dell’Italfondo con Gregorio Paltrinieri. Photo © Andrea Masini / Deepbluemedia / Insidefoto

Post-gara. Il tecnico federale Stefano Morini si congratula con l’azzurro Mario Sanzullo. Photo © Andrea Masini / Deepbluemedia / Insidefoto

MEDAGLIE AZZURRI

BRONZO

  • 10 km femminile – Rachele BRUNI 1h 54.49.0

Photo © Andrea Masini / Deepbluemedia / Insidefoto


Stanotte la 10 km maschile

Nella notte italiana (all’una con diretta su Rai2) all’Expo Ocean Park di Yeosu andrà in scena la 10 chilometri maschile con in gara gli azzurri Gregorio Paltrinieri e Mario Sanzullo, in palio per entrambi oltre alla medaglie anche la qualificazione alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Gli atleti saranno in gara alle 08.00 (ora locale).

Greg su Federnuoto.

“Ho voglia di gareggiare. Ho visto la gara di Acerenza; ho parlato con la Bruni, facendole i complimenti per la medaglia e la qualificazione olimpica, e con la Bridi che è stata sfortunata. Ognuno mi ha dato dei consigli su come affrontare la gara, dalle traiettorie alle tattiche da usare. Sono pronto; cercherò di nuotare una gara d’attacco. Rimanere appresso ad un gruppone per tutta la gara ti avvantaggia per la scia, ma poi rischi di rimanere ingolfato alla fine quando tutti accelerano. La strategia comune sarà quella di andare via progressivamente cercando almeno di scremare il gruppo. Saremo settantacinque partecipanti, un numero enorme. Partire troppo presto è suicida, ma da metà gara in poi, se uno sta bene, deve provare a fare la differenza. Dipende da tante situazioni. Questo è uno sport dove bisogna avere tante strategie e capire qual è la migliore. I contatti fisici ci saranno, anche di più rispetto alla coppa del mondo. Il consiglio più prezioso che ho ricevuto è quello di stare alla larga dai mucchioni perché poi è difficile uscirne. Spero di non prendere troppe botte.

… continua su Federnuoto

ENTRY LIST -. RISULTATI  – OPEN WATER

MEDAGLIE AZZURRI

BRONZO

  • 10 km femminile – Rachele BRUNI 1h 54.49.0

Photo © Andrea Masini / Deepbluemedia / Insidefoto


10 Km. Bruni di bronzo con pass olimpico.

Conclusa la prova olimpica della 10 chilometri femminile. Bruni di bronzo, Bridi 13esima. “Sono davvero felice …”

La prima medaglia azzurra della 18esima edizione dei Campionati del mondo in Corea del sud la conquista la toscana Rachele Bruni (28) che sale sul podio iridato della 10 chilometri di Yeosu per la medaglia di bronzo e centra la qualificazione per le Olimpiadi di Tokyo 2020 per l’unica specialità a cinque cerchi prevista nel nuoto di fondo. L’assegnazione del terzo gradino del podio all’Expo Ocean Park si è risolta allo sprint, la nostra portacolori, la fondista più vincente del continente, ha avuto la meglio sulla francese Lara Grangeon (mistista di qualità in vasca), 1h54m49s9 contro 1h54m50s.

Vince la prova olimpica del nuoto di fondo la giovane outsider cinese Xin Xin (22), primo titolo iridato nella storia del nuoto in acque libere cinese, la medaglia d’argento e dell’americana Haley Danita Anderson.

LA GARA SU RAIPLAY  –  SERVIZIO RAISPORT –  GAZZETTA

ENTRY LIST -. RISULTATI  – OPEN WATER

Queste le prime dichiarazioni dell’azzurra.

 “Finalmente la medaglia ai mondiali. Gli ultimi 200 metri sono stati una battaglia, con tante atlete imbottigliate. E’ dal 2011 che provavo a salire sul podio iridato e sono felice di esserci riuscita e di poter difendere l’argento olimpico e dare l’assalto all’oro.

A Tokyo infatti me la voglio giocare fino in fondo e l’obiettivo sarà l’oro olimpico. Il prossimo anno sarà una gara sempre tosta ma saremo meno e sarò li con le più forti.

 

Queste le dichiarazioni Rai del CT Massimo Giuliani

“E’ andata come volevamo. Rachele è stata bravissima, lei è  una macchina da guerra e ha fatto tutto quello che doveva fare. E’   entrata in acqua determinata e ha fatto sempre le traiettorie giuste conquistando una medaglia meritatissima. Queste gare si costruiscono con anni di lavoro e ringrazio il suo tecnico Fabrizio Antonelli per aver messo a puntino la giusta tattica. Lei è stata coperta per tre   quarti di gara e poi in un arrivo così complicato ha la freddezza, la lucidità e la frequenza giusta per inserirsi nei pochi spazi concessi.  Peccato per Arianna Bridi che ha nuotato bene sempre in quarta/ sesta posizione. Poi ci ha sorpreso per aver fatto rifornimento nell’ultimo   giro. Devo parlarci per capire se fosse realmente stanca o le mancasse  un po’ di lucidità”.

Queste le dichiarazioni del tecnico Fabrizio Antonelli

“Rachele non ci stupisce più ormai. Ha un istinto killer, riesce ha recepire gli errori come una spugna e applica le correzioni  come fosse un computer. Prima della partenza abbiamo sempre un piano e lei riesce ad applicarlo al centimetro. Lei ha l’esperienza giusta ed ha fatto tutto ciò che avevamo pianificato. E’ rimasta coperta fin dal primo giro e la tattica ha ripagato perché se ha avuto la forza di fare questo rush finale vuol dire che avevamo studiato bene tutto. Questa medaglia pesa tanto perché è ha anche il valore di qualifica   olimpica. Riguardo Arianna c’è molto rammarico. Il verdetto è duro perché ci impedisce di avere due atlete alle Olimpiadi. Purtroppo è   mancata di lucidità nel finale e in questo l’esperienza gioca un   fattore importante”.

Purtroppo la trentina Arianna Bridi (23) non trova la giusta via nell’ultima concitata parte di gara che la vedeva in gioco per le medaglie e chiude la prova in 13esima posizione, ricordiamo che l’azzurra è bronzo uscente in questa specialità (Budapest 2017). Beffa nella beffa l’azzurra non potrà più cercare la qualificazione per i Giochi di Tokyo per via del piazzamento ottenuto oggi dalla sua compagna di allenamento Bridi,  il regolamento internazionale del nuoto in acque libere prevede che una nazione con già qualificata un atleta non potrà partecipare al ripescaggio nel corso delle prove di Coppa del Mondo del prossimo anno.

L’ultimo pass utile per le Olimpiadi è andato alla campionessa olimpica ed europea Sharon van Rouwendaal (HOL) allenata dal tecnico d’oltralpe Philippe Lucas, mentre rimane fuori come prima delle escluse Aurelie Muller, la francese campionessa mondiale a Budapest 2017 che oggi chiude la 10 chilometri in undicesima posizione.

 

ATLETE QUALIFICATE PER I GIOCHI DI TOKYO

  1. Xin Xin, CHN – 1h54m47s2
  2. Haley Anderson, USA — +.9
  3. Rachele Bruni, ITA — +2.7
  4. Lara Grangeon, FRA — +2.8
  5. Ana Marcela Cunha, BRA — +3.3
  6. Ashley Twichell, USA — +3.3
  7. Karena Lee, AUS — +3.3
  8. Finnia Wunram, GER — +3.5
  9. Leonie Beck, GER — + +3.8
  10. Sharon Van Rouwendaal, NED — +3.9

Domani riposo. Le prova in acque libere riprendono martedì con la disputa della 10 chilometri maschile che vedrà impegnati i nostri Mario Sanzullo e Gregorio Paltrinieri.

QUI IL REPORT FEDERNUOTO

Podio 10 km femminile

1) Xin Xin (CHN) 1h 54.47.2
2) Haley Danita Anderson (USA) 1h 54.48.1
3) Rachele Bruni (ITA) 1h 54.49.9

13)  Arianna Bridi (ITA) 1h54’52″0

 

MEDAGLIE AZZURRI

BRONZO

  • 10 km femminile – Rachele BRUNI 1h 54.49.0

Photo © Andrea Masini / Deepbluemedia / Insidefoto


Bridi e Bruni alla ricerca del pass olimpico

Nella notte al via la 10 chilometri con Bridi e Bruni.

Questa notte (01.00 ora italiana) presso il campo gara dell’Expo Ocean Park di Yeosu prenderà il via la 10 chilometri femminile, prova valida anche per l’assegnazione dei pass olimpici, le prime dieci atlete classificate saranno qualificate per i Giochi di Tokyo.

In gara per noi le azzurre Arianna Bridi e Rachele Bruni, nella foto sopra.

Ricordiamo che il comitato tecnico del nuoto in acque libere ha rivisitato in data 11 luglio il programma orario delle gare in programma a Yeosu, inizieranno alle ore 8:00 locali (01.00 ora italiana). Qui il documento.

Diretta TV su RAI2

ENTRY LIST -. RISULTATI  – OPEN WATER

Photo Andrea Masini/Deepbluemedia/Insidefoto

 


Acerenza è quinto nella 5 km

Quinto Acerenza, diciassettesimo Guidi.

L’azzurro Domenico Acerenza chiude con un buon quinto posto la prova della 5 chilometri svolta sotto la pioggia (22°) all’Expo Ocean Park di Yeosu.  Il titolo mondiale di specialità se lo aggiudica l’ungherese Kristof Rasovsky (53.22.1). Marcello Guidi è diciassettesimo (53.41.0).

“E’ stata una bella gara ed ho lottato fino alla fine la tattica era di stare davanti per evitare più botte possibili. L’ultimo giro vedevo che gli altri strappavano, ma ne avevo ancora e sono rimasto incollato. Nell’imbuto finale mi sono trovato stretto e ho preso un sacco di manate. Comunque sono contento è la mia prima esperienza internazionale e credo che posso rifarmi con la staffetta”. Domenico Acerenza

QUI IL REPORT FEDERNUOTO

Podio 5 km maschile

  1. RASOVSZKY Kristof GER 53:22.1
  2. FONTAINE Logan FRA 53:32.2
  3. HEDLIN Eric CAN 53:32.4

5) ACERENZA Domenico ITA 53:34.0
17) GUIDI Marcello ITA 53:41.0

Nella notte italiana sarà il turno delle donne, saranno in gara nella 10 chilometri le nostre azzurre Arianna Bridi e Rachele Bruni.diretta tv su RAI 2 dall’1.00 ora italiana. La prova è valida anche per la qualificazione olimpica di specialità, le prime dieci atlete classificate guadagneranno il pass per Tokyo 2020.

ENTRY LIST -. RISULTATI  – OPEN WATER

Photo © Andrea Masini / Deepbluemedia / Insidefoto


 

Nella notte la 5km maschile

All’una italiana a Yeosu in Corea del Sud (sotto la cartina) presso il campo gara dell’Expo Ocean Park prenderà il via la 5 chilometri maschile dei 18esimi Campionati del Mondo FINA. In gara per noi Domenico Acerenza (nella foto sopra)  e Marcello Guidi.

Ricordiamo che il comitato tecnico del nuoto in acque libere ha rivisitato in data 11 luglio il programma orario delle gare in programma a Yeosu, inizieranno alle ore 8:00 locali (01.00 ora italiana). Qui il documento.

Diretta TV su RAI2

Photo Andrea Masini/Deepbluemedia/Insidefoto

ENTRY LIST -. RISULTATI  – OPEN WATER

Azzurri in rifinitura nella diretta Facebook di Federnuoto compreso Gregorio Paltrinieri.

L’ITALFONDO A GWANGJU

  • NUOTO IN ACQUE LIBERE
  • (13-19 luglio al Yeosu Expo Ocean Park)
    • Domenico Acerenza (Fiamme Oro / CC Napoli) 5 km
    • Arianna Bridi (Esercito / Trento) 10 km e 25 km
    • Rachele Bruni (Esercito / Aurelia Nuoto) 5 km e 10 km
    • Giulia Gabbrielleschi (Fiamme Oro / Nuotatori Pistoiesi) 5 km
    • Marcello Guidi (CC Napoli) 5 km
    • Alessio Occhipinti (Fiame Oro / CC Aniene) 25 km
    • Gregorio Paltrinieri (Fiamme Oro / Coopernuoto) 10 km
    • Barbara Pozzobon (Fiamme Oro / Hydros) 25 km
    • Simone Ruffini (Fiamme Oro / CC Aniene) 25 km
    • Mario Sanzullo (Fiamme Oro / CC Napoli) 10 km

Lo staff è composto dal team leader Stefano Rubaudo, dal direttore tecnico Massimo Giuliani, dai tecnici federali Stefano Morini, Fabrizio Antonelli ed Emanuele Sacchi, dal medico Sergio Crescenzi e dai fisioterapisti Stefano Amirante e Federica Dionisi.

 

GWANGJU 2019

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Ilaria Cusinato e Shane Tusup: all in su Tokyo 2020

Ilaria Cusinato e Shane Tusup: all in su...

Lungo il bordo della piscina olimpionica di Cittadella (nella foto) intercettiamo all’uscita dell’allenamento mattutino Ilaria Cusinato, protagonista dello switch più clamoroso ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu