Greatness starts somewhere: Aussie per Tokyo 2020

“La nostra campagna Greatness starts somewhere va dritto al cuore dei nostri valori, si impegna a ispirare la nazione raccontando le storie motivazionali dei nostri atleti, mentre si preparano duramente per Tokyo 2020 e per ciò che verrà dopo” ha dichiarato il CEO di Swimming Australia Leigh Russel, in occasione del lancio della nuova iniziativa ideata appositamente per l’anno dei Giochi olimpici.

L’obiettivo? Quello di ispirare un popolo, di unire una nazione, come solo lo sport sa fare. L’idea di fondo è che per essere grandi, magnifici, compiere grandi imprese si debba iniziare sempre da qualche parte. Un vero e proprio storytelling per raccontare il percorso della nazionale verso il grande evento: l’odore del cloro, gli allenamenti estenuanti, i sacrifici e la dedizione. Tutto ciò che si cela dietro la prestazione di un atleta, che lo rende grande agli occhi di una nazione, ancor prima di disputare la propria gara.
Il Campione olimpico della gara regina Kyle Chalmers, la giovane campionessa mondiale Ariarne Titmus, gli ori paralimpici Ellie Cole e Brenden Hall e la fondista Karena Lee sono solo alcuni tra i partecipanti alla campagna.

Attraverso l’hashtag #GreatnessStartsSomewhere i fans avranno accesso a tutti i contenuti digitali dell’iniziativa divulgati attraverso gli account ufficiali di Swimming Australia sui social network principali.
Per approfondimenti:

Swimming Australia- Greatness starts somewhere

Condividi su facebook
Condividi su twitter
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Ivo Ferretti: 200 stile libero maschili, 1991 vs 2021

Ivo Ferretti: 200 stile libero maschili,...

Nei giorni scorsi abbiamo potuto rivivere in compagnia di Giorgio Lamberti il suo oro australiano nei 200 stile libero. Sentirlo ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu