Rikako Ikee: “Sono a casa, ora penso a Parigi 2024”

Con un annuncio sul proprio sito internet, la farfallista giapponese Rikako Ikee ha annunciato di avere lasciato l’ospedale dopo una lunga lotta vittoriosa contro la leucemia, diagnosticatale nel febbraio di quest’anno.

La malattia l’ha ovviamente tenuta lontano dalle piscine, togliendole la possibilità di replicare lo straordinario 2018 nel corso del quale era stata l’atleta più medagliata agli Asian Games ed aveva conquistato il titolo Panpacifico dei 100 farfalla con il miglior crono mondiale stagionale.

Scrive Rikako ai suoi fan:

Sono passati dieci mesi da quando sono stata ricoverata in ospedale. Ora sono di nuovo a casa. Tutti gli incoraggiamenti ricevuti mi hanno aiutato a tenere duro.
Ringrazio dal profondo del cuore la mia famiglia e tutti coloro che si sono preoccupati per me e mi hanno sostenuto.
Mentre ero in ospedale ho sofferto spesso di nausea e spossatezza. In quei momenti mi facevo forza ripetendomi “Va tutto bene, prima o poi finirà”. Ho dovuto abbandonare la piscina proprio mentre iniziavo a vedere le Olimpiadi di Tokyo all’orizzonte. Qualcuno penserà che ho perso molte cose. Invece ho imparato molte cose da questa malattia. Ho imparato ad essere forte. Per quanto riguarda il mio futuro sportivo dovrò attendere il via libera dei medici prima di riprendere gli allenamenti. Fino ad allora seguirò un programma graduale di preparazione atletica.
Farò del mio meglio per qualificarmi alle Olimpiadi di Parigi 2024 e vincere delle medaglie. Vi ringrazio tutti per il sostegno.

Ph. ©A.Masini/Deepbluemedia

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE

Il sapore del benessere

Palazzo Broletto - Piazza della Vittoria 15, Pavia
25-10-21
  • CALENDARI E MEETING
Federico Turrini: continuerò a lavorare per l'Esercito e a fare l'allenatore. Mi sento pronto per questa nuova sfida.

Federico Turrini: continuerò a lavorare ...

Federico Turrini ha deciso di lasciare il nuoto, o meglio, di smettere di fare l’atleta. In realtà, per il campione ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu