Sun continuava ad allenarsi

FONTE Swimming WorldCraig Lord – Sun Yang, bandito dallo sport per otto anni a partire dal 28 febbraio. Ha avuto l’invito ad unirsi alla formaizone della squadra olimpica di nuoto per Tokyo 2021. La stessa è stata poi rettificata dalla stessa Chinese Swimming Association (CSA), solo dopo che SWIMMINGWORLD ha allertato la World Anti-doping Agency (WADA) circa la potenziale violazione delle regole.

Swimming World è venuto a conoscenza di informazioni che mostrano come Sun fosse inserito nell’elenco di nuotatori, allenatori e altri convocati a prendere parte ai tre mesi di allenamento olimpico, previsto da aprile a giugno. Le autorità locali hanno informato i membri della squadra nazionale di nuoto circa l’invito della CSA (tecnicamente il Centro Gestionale del Nuoto che fa parte della Amministrazione Statale dello Sport – che detta le regole al CSA).

Poche ore dopo che Swimming World ha allertato la WADA sulla situazione, la CSA ha pubblicato un nuovo documento che afferma che Sun sta scontando una sospensione e che l’invito precedente all’allenamento olimpico è stato annullato.

Sulla base del Codice WADA, Sun Yang è stato squalificato dopo la decisione della Corte di Arbitrato per lo Sport (CAS),  di cui tutti siamo a conoscenza. Nulla cambia, nonostante Sun Yang abbia fatto appello al Tribunale federale svizzero contro la decisione CAS. La squalifica rimane in essere e questa convocazione non poteva essere valida..

La notizia che vedeva Sun nella formazione olimpica malgrado la sentenza del CAS, si riferisce allo Zhejiang Sports Bureau ed alla squadra di nuoto Zhejiang. Essa sottolinea che il ritiro di tre mesi mirava a garantire il proseguimento dell’allenamento durante la pandemia.

Il ritiro nel periodo da aprile a giugno testimonia come i nuotatori cinesi saranno in pieno allenamento in vasca, mentre la maggior parte dei campioni,  in tutto il mondo, non ha accesso alle piscine.

Nonostante la sospensione di otto anni, Sun quindi è stato incluso nella lista degli atleti di Zhejiang.

Il Quotidiano di Pechino ieri ha riportato quanto segue: “Da questo avviso si può vedere come, sebbene la questione dell’appello di Sun Yang non sia stata risolta, il suo nome appaia ancora nella lista della squadra di nuoto dello Zhejiang, selezionata per la squadra nazionale di allenamento. È ancora membro della squadra nazionale”.

Un nuotatore sospeso non può essere membro di una squadra ufficiale né lavorare con quelli associati a tale club. Questo è ciò che ha spinto Swimming World a fare richieste con WADA con sede in Canada lo stesso giorno. La reazione della CSA è seguita il giorno stesso.

Questa la comunicazione ufficiale pubblicata sul sito della federnuoto cinese.

La news da SwimmingWorld

Condividi su facebook
Condividi su twitter
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Riccardo Vernole per Nuotopuntocom: la FINP verso Tokyo

Riccardo Vernole per Nuotopuntocom: la F...

A margine del Campionato italiano in acque libere FINP di Alghero (Freedom in water), abbiamo incontrato ed intervistato il Commissario ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu