Antidoping: WADA pubblica la versione definitiva della Carta dei diritti degli atleti

L’Agenzia mondiale antidoping ha pubblicato la versione definitiva della Carta dei diritti degli atleti, sviluppata in due anni e mezzo di lavori dalla Commissione atleti della stessa WADA.

L’obiettivo della Carta, basata sul Codice mondiale antidoping, è rendere il diritto degli atleti a praticare sport pulito chiaro, accessibile e universalmente applicabile. La prima bozza del documento era stata stesa nel corso della Conferenza mondiale sul doping nello sport a Katowice (POL).

Ben Sandford, a capo della Commissione atleti, dichiara: “Siamo enormemente grati a tutti coloro che hanno contribuito alla stesura della Carta. È fondamentale che gli atleti e le organizzazioni antidoping conoscano i nostri diritti, come possiamo esercitarli e a chi rivolgersi in caso di violazioni. Confidiamo che questo documento contribuirà a rendere lo sport più equo e sicuro, e ci appelliamo alla comunità internazionale affinché venga implementato”.

Questo invece il commento di Witold Barika, attuale presidente WADA: “WADA è un’organizzazione che mette al centro gli atleti, tutto ciò che facciamo è proteggere il diritto degli atleti a praticare uno sport pulito”.

La Carta è composta di due parti: la prima richiama i diritti garantiti dal Codice internazionale; la seconda elenca ulteriori diritti non esplicitamente citati nel Codice ma dei quali le organizzazioni antidoping devono tenere conto.

Scarica la Carta [ENG]

Leggi il comunicato di WADA [ENG]

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Chad Le Clos: "Nuoto, vivo e mi alleno senza pressioni. Sono soddisfatto di essere chi sono”

Chad Le Clos: “Nuoto, vivo e mi al...

“Il nuoto, i fan mi hanno dato davvero tanto. Ad oggi dico che sono felice di essere ciò che sono” ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu