Presentato il libro su Rachele Bruni a Carmignano (PO)

Ieri si è svolta a Carmignano (PO) la presentazione del libro scritto da Luca Farinotti, “Volevo solo nuotare – 200.000 bracciate con Rachele Bruni” edito per la collana “Italia sul podio”, nella foto sopra l’ideatore della collana Enrico Ghizolfi con Rachele Bruni ed il sindaco e l’assessore di Carmignano, città natale della campionessa azzurra.

Così, per sport. O meglio, per ‘fare’ uno sport. E il babbo di Rachele la gettò in acqua da bambina, senza pensare che se ne sarebbe innamorata perché lei sentì subito – racconta Luca Farinotti – che l’acqua “era il posto giusto” e che “per perdersi in essa” avrebbe dovuto nuotarci dentro. Le poche bracciate di quelle prime volte sono diventate le 200.000 del sottotitolo di questo libro. Rachele Bruni ha vinto molto, un argento alle Olimpiadi brasiliane e ai ‘mondiali’, 8 ori ai campionati europei, 19 ori (e 20 argenti) ai nazionali. Una carriera straordinaria costruita con anni e anni di lavoro, in piscina, in palestra, sul mare. A Farinotti, che la prende per mano e la incalza in una lunga intervista, Rachele racconta di essere un fenomeno in acque fredde e mosse, che la natura non la spaventa e, anzi, che l’oceano “è il luogo elettivo della sua spiritualizzazione”. “I problemi non sanno nuotare”; lo ha tatuato, inciso sulla pelle. Ne ha fatto il suo mantra, perché ognuno di noi ne ha uno e questo la identifica in tutta la sua spiritualità. Ma prima ha dovuto trovare il guerriero dragone assopito in lei.

 

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Riccardo Vernole per Nuotopuntocom: la FINP verso Tokyo

Riccardo Vernole per Nuotopuntocom: la F...

A margine del Campionato italiano in acque libere FINP di Alghero (Freedom in water), abbiamo incontrato ed intervistato il Commissario ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu