Coach Antonio Satta sull’esperienza ISL di Alessandro Miressi, alla vigilia dell’ultimo Match.

Abbiamo raggiunto il collega piemontese Antonio Satta, guida tecnica del torinese Alessandro Miressi (Fiamme Oro – Centro Nuoto Torino), seguono alcune sue considerazioni in merito alla seconda esperienza del velocista azzurro al circuito ISL e gli obiettivi a breve termine.

Invece riprendiamo dal quotidiano di oggi l’articolo “Da un mese solo in hotel. Gareggiare mi fa bene.” firmato da Alberto Dolfin che ha intervistato l’atleta.

Ciao Antonio, come sta Alessandro?

Ciao. Alessandro sta molto bene, ci sentiamo quotidianamente, sta facendo l’esperienza che cercavamo, l’obbiettivo era tecnico, era la necessità di gareggiare ad altissimo livello con quasi tutti i migliori specialisti mondiali che speriamo di poter ritrovare in estate alle Olimpiadi, per cui era quello che cercavamo. È sereno, contento della situazione, anche perché all’interno della bolla che è stata creata, per quanto immagino leggano le notizie che arrivano da qui, stanno vivendo una situazione di serenità, sono tutti tamponati, tutti controllati, per cui all’interno di quel contesto le cose stanno andando per il meglio.

Soddisfatto dei risultati?

Si, al momento sono piuttosto soddisfatto, nel senso che ad oggi nei tre Match  nella sua gara è arrivato due volte primo ed una volta secondo e in tutte le occasioni con riscontri cronometrici di altissimo profilo, molto vicini al suo record italiano (45.90) e tra l’altro con la capacità di riprodurli parecchie volte nel giro di pochi giorni, in questo momento sta nuotando circa un secondo più veloce rispetto alla scorsa stagione ISL, un secondo è davvero molto a parità di condizione, per cui sono contento. Nei 50, che non è la sua gara principale, si è avvicinato al primato personale e quindi anche su questa distanza ha fatto bene, siamo entrambi soddisfatti di quello che sta succedendo.

nota di redazione

I 12×100 SL di Alessandro Miressi

  1. MATCH 6 – 46.27
  2. MATCH 6 – 46.70 (1a Fz)
  3. MATCH 6 – 46.13 (4a Fz)
  4. MATCH 6 – 46.00 (4a Fz)
  5. MATCH 3 – 46.52 (1a Fz)
  6. MATCH 3 – 46.13 
  7. MATCH 3 – 45.79 (4a Fz.) 
  8. MATCH 3 – 46.21 (4a Fz.)
  9. MATCH 2 – 46.06 (4a Fz.)
  10. MATCH 2 – 45.77 (4a Fz.)
  11. MATCH 2 – 46.03
  12. MATCH 2 – 45.77 (2a Fz.)

STAFFETTA MATCH 3 – 45.79 (4fz)

Quali sono gli obbiettivi a breve termine?

Il mio compito in questo momento è creare una perfetta sintesi fra gareggiare ad alto livello e allo stesso tempo puntare dritti al Campionato assoluto, sperando ovviamente che ci sia, il nostro obbiettivo è ottenere la qualificazione olimpica a dicembre e ritengo la partecipazione alla ISL uno strumento tecnico da sfruttare al meglio per raggiungere una condizione ottimale per quella occasione. 

Lunedì e martedì Alessandro avrà l’ultimo match che abbiamo individuato come quello in cui tentare di nuotare un risultato migliore dei precedenti, un po’ perché è l’ultimo e un pò perché c’è l’americano Dressel che è uno  dei motivi che simboleggiano meglio la nostra partecipazione a questo circuito,  mi piacerebbe gareggiasse al suo livello, e chissà, magari che provasse anche a mettere la mano davanti.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

It’s game day!! Let’s go centurions!!🔥🤘🏻 #islswimleague #isl2020

Un post condiviso da Miressi Alessandro (@alemire_) in data:

Come procede la preparazione a Budapest?

Alessandro a Budapest sta lavorando come se fosse a casa, a fronte di questo sono ancora più soddisfatto dei suoi risultati.  Le condizioni di allenamento che la ISL ha messo a disposizione dei ragazzi sono molto valide, gli atleti hanno tutti i giorni la possibilità di nuotare sia la mattina che il pomeriggio, hanno a loro disposizione vasca corta e vasca lunga e due palestre, questo permette ad ognuno di potersi allenare regolarmente al di fuori delle giornate di gara, con la propria programmazione, i propri metodi e le proprie tempistiche, è questo non è scontato, perché aldilà dell’opportunità di gareggiare ad alto livello per circa un mese gli atleti hanno la garanzia di una logistica di allenamento che in alcuni casi potrebbe essere anche migliore di quella che avrebbero potuto avere a casa in questo particolare momento.

Quando il rientro in italia di Alessandro?

Dovrebbero mancare pochi giorni al rientro, speriamo di chiudere con la ciliegina questo percorso che per noi e stato molto interessante e molto utile.

Grazie

Grazie a voi.

 

 

AT THE POOL BAR

Riguarda la puntata di “AT THE POOL BAR”.

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Missy Franklin lancia il suo corso online: "Voglio aiutare la comunità acquatica in questo momento difficile"

Missy Franklin lancia il suo corso onlin...

A lezione di nuoto da Missy Franklin. La cinque volte campionessa olimpica, che incantò il mondo acquatico ai Giochi di ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu