GBR. Al via il progetto “Female Coaches Programme”

UK Sport ha lanciato ufficialmente il  progetto “Female Coaches Programme”, iniziativa finalizzata al miglioramento dell’equilibrio di genere nello sport d’élite del Regno Unito con l’obbiettivo di raddoppiare entro i Giochi di Parigi 2024 il numero di allenatrici di alto livello inserite nei programmi olimpici e paralimpici, ad oggi solo il 10%  di tali incarichi sono ricoperti da una donna,  UK sport intende portare questa percentuale al 25% entro la prossima olimpiade.

Per il progetto sono state selezionate 19 allenatrici di 15 diverse discipline sportive, identificate come le migliori e le più promettenti per i Giochi di Parigi 2024 e oltre, saranno seguite lungo il loro percorso da 8 colleghe allenatrici d’élite, fra loro anche Melanie Marshall, allenatrice di Adam Peaty, seguirà la formazione di quattro colleghe; Leah Crane (arrampicata), Monica Greenwood (ciclismo), Sarah Kelleher (hockey) e Coral Nourrice (atletica).

La Marshall è  responsabile del gruppo di allenamento della National Performance Center di Loughborough, l’equivalente di un nostro centro federale,  crede che il cambiamento stia arrivando.

Le donne portano una dinamica completamente diversa.

Devono avere la fiducia necessaria per esprimere le loro opinioni, motivo per cui iniziative come questa sono estremamente importanti.

Sono fondamentali aspetti considerati più femminili quali: ascolto, empatia, gentilezza e affetto, ma sono altrettanto indispensabili caratteristiche considerate più maschili, come prendere decisioni, fornire indicazioni ed essere severi. Una volta trovato il giusto mix cambia il rapporto e l’equilibrio di genere può avere un effetto enorme sulla performance dell’atleta.

 

 

 

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Ian Thorpe: "Tutti nel mondo stanno nuotando male i 200 stile libero"

Ian Thorpe: “Tutti nel mondo stann...

Un'affermazione perentoria, quella fatta dall'ex Campione olimpico e mondiale Ian Thorpe: "tutti, nel mondo, stanno nuotando i 200 stile libero ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu