Vaccino, gli atleti tedeschi non vogliono saltare la fila

Il Comitato olimpico tedesco (DOSB) pubblica i risultati di un sondaggio svolto fra 1.700 atleti qualificati e potenziali tali per i Giochi di Tokyo secondo il quale il 72% degli interpellati non ritiene giusto avere un accesso privilegiato al vaccino anti Covid-19. Solo il 18% preferirebbe una strategia differente.

Sulla base di questi dati il DOSB conferma la propria linea in merito, che è appunto quella di adeguarsi al piano vaccinale predisposto dal governo senza richiedere corsie preferenziali: “Questi risultati dimostrano l’esemplare senso di responsabilità dei nostri atleti verso l’intera società” commenta il presidente Alfons Hörmann. “Non ci aspettiamo un trattamento di favore ma speriamo che nel secondo quadrimestre dell’anno ci sarà un numero di dosi sufficiente a consentire alla nostra squadra di partecipare ai Giochi in sicurezza”.

Leggi il comunicato ufficiale [GER]

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Sharon Van Rouwendaal si racconta in un'intervista

Sharon Van Rouwendaal si racconta in un&...

In un'intervista, Sharon Van Rouwendaal racconta le difficoltà nell'essere "la favorita". Dopo il titolo olimpico nella 10 km, vinto nella ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu