Francia, tre mesi di tempo per adeguarsi al Codice antidoping

Impegnati nell’organizzazione delle Olimpiadi di Parigi 2024, i vertici dello sport francese devono ora preoccuparsi di adeguare le proprie norme antidoping a quanto previsto dal relativo Codice internazionale per evitare una procedura di non conformità entro il prossimo 12 aprile.

Il sito Inside the Games informa che il governo francese avrebbe ricevuto una sollecitazione in tal senso dall’Agenzia mondiale antidoping (WADA), con i tre mesi di tempo normalmente previsti in caso di non conformità, dopo che il Senato transalpino ha ritardato l’approvazione delle norme riguardanti una maggiore indipendenza dell’Agenzia francese antidoping (AFLD) dal Ministero dello sport e dalle Federazioni.

Leggi la notizia su Inside the Games [ENG]

Condividi su facebook
Condividi su twitter
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Gianfranco Saini: "200 stile libero: ecco perché non sono d'accordo con Thorpe"

Gianfranco Saini: “200 stile liber...

"Tutto il mondo nuota male i 200 stile libero": una sentenza che in bocca ad altri suonerebbe arrogante, ma che ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu