Accuse di molestie sessuali, si dimette Stefan Lurz

Stefan Lurz, capo allenatore della nazionale tedesca di acque libere, ha rassegnato le proprie dimissioni in seguito alle accuse di “aggressioni sessuali, manipolazione psicologica e bullismo” contenute in un’inchiesta del settimanale Der Spiegel.

Secondo l’inchiesta Lurz avrebbe “molestato le atlete per anni” e una decina d’anni fa sarebbe stato indagato per lo stupro di una quindicenne, che avrebbe poi ritirato le accuse.

Der Spiegel assicura di essere in possesso di prove documentate che mostrano come l’allenatore ha aggredito o manipolato le sue atlete; fra queste prove messaggi “inequivocabili”.

Lurz da parte sua respinge le accuse e dichiara “Dieci anni fa mi sono difeso da queste accuse, che continuo a respingere anche oggi”; ha però presentato le proprie dimissioni alla Federazione nuoto tedesca (DSV) che ha rilasciato un laconico comunicato: “l’allenatore delle squadre nazionali di acque libere ha rassegnato le proprie dimissioni con effetto immediato nella giornata di venerdì 19 febbraio”.

Leggi la notizia su Der Spiegel [GER]

Condividi su facebook
Condividi su twitter
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Gianfranco Saini: "200 stile libero: ecco perché non sono d'accordo con Thorpe"

Gianfranco Saini: “200 stile liber...

"Tutto il mondo nuota male i 200 stile libero": una sentenza che in bocca ad altri suonerebbe arrogante, ma che ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu