Antidoping, Europa a rilento

Meno della metà delle Agenzie nazionali antidping (NADO) avevano adeguato le proprie linee guida al nuovo Codice mondiale antidoping al momento della sua entrata in vigore lo scorso gennaio, nonostante l’Agenzia mondiale antidoping (WADA) ne avesse sollecitato l’implementazione già da novembre 2020.

Il dato europeo di conformità (37%) è il peggiore a livello globale, con l’Asia al 48%, l’Oceania al 53%, l’Africa al 58% e le Americhe al 95%.

I dati sono contenuti nel Report annuale sulla conformità al Codice pubblicato da WADA, che si dichiara preoccupata per la situazione pur riconoscendo che la pandemia di Covid-19 ha certamente giocato un ruolo importante nel rallentamento dei lavori.

Consulta il report completo [ENG]

Ph. ©jorono @Pixabay

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
Nessun articolo trovato.
  • CALENDARI E MEETING
"La squadra sta bene, siamo fiduciosi. Osservati speciali Titmus e Kamminga": intervista esclusiva a Cesare Butini

“La squadra sta bene, siamo fiduci...

Mentre si conclude la prima settimana del collegiale preolimpico della Nazionale italiana presso il campus dell'Università di Waseda a Tokorozawa, ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu