Tanti, diplomati e sotto i 10.000 euro l’anno: ecco i lavoratori dello sport

Oltre al benefico effetto sulle finanze dei percipienti, il bonus collaboratori ha permesso di scattare per la prima volta una fotografia attendibile del lavoro sportivo dilettantistico. Sport e salute SPA ha raccolto ed aggregato i dati e pubblica sul proprio sito un dettagliato report: numero di domande completate, fasce d’età, area geografica di residenza, distribuzione regionale, componenti del nucleo familiare, titolo di studio, tipologia di organizzazione presso cui si presta la propria opera, tipologia della collaborazione, abilitazioni professionali.

In tutto sono state presentate 208.653 domande, 88.643 donne (42,48%) e 120.010 uomini (57,52%), il 93% delle quali (195.299) dichiarando retribuzioni annuali inferiori a 10.000 euro. Curiosamente simmetrica la distribuzione delle richieste, con il 37% al Nord, il 26% al Centro e il 37% al Sud. Il contributo delle singole Regioni segue puntualmente la demografia: in testa il Lazio (28.133 richieste), ultima la Valle d’Aosta (288).

Fra i richiedenti i laureati sono il 19,73%, la maggioranza assoluta (50,48%) è in possesso di un diploma superiore, molto alta la percentuale di bassa scolarizzazione: il 13,71% non va oltre la licenza media inferiore.

La maggioranza assoluta svolge ruoli tecnici: allenatori e istruttori valgono il 52,08% del totale., e a seguire tutte le tipologie di figure: atleti, collaboratori amministrativi, ufficiali gara, dirigenti, formatori e “addetti al salvamento nelle piscine”.

Solo il 6,4’% dichiara compensi superiori ai 10.000 euro l’anno, il 21,87% fra 5.000 e 10.000, il 19,35% fra 2.000 e 5.000, il 29,05% fra 1.000 e 2.000. Il 23,33% dichiara di non avere percepito alcun compenso.

Visualizza il report completo

image_pdfScarica contenuto in pdf
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING

Campionati Europei

BUDAPEST
10-05-21

XXXII Giochi Olimpici

TOKYO
23-07-21
Davide Pontarin: "Società agonizzanti, aiuti inesistenti, ma non molliamo. Torno a bordo vasca per tutelare gli atleti"

Davide Pontarin: “Società agonizza...

La pandemia ha colpito duramente il mondo del nuoto, a livello sia agonistico sia gestionale. Le risorse sono sempre più ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu