Agenzia mondiale antidoping, gli USA chiedono una riforma

La Commissione atleti del Comitato olimpico e paralimpico USA (USOPC) e l’Agenzia statunitense antidoping (USADA) hanno rilasciato un comunicato congiunto nel quale chiedono una riforma dell’Agenzia mondiale antidoping (WADA) che tenga conto delle seguenti istanze:

  • Dare voce agli atleti, che devono essere attivamente coinvolti nel processo di riforma in corso
  • Indipendenza, con la creazione di una governance al riparo da conflitti di interesse
  • Trasparenza, con la pubblicazione di tutti gli atti e deliberazioni
  • Responsabilità, con la separazione delle funzioni legislative, esecutive e giudiziarie

Il comunicato si conclude con un ammonimento molto duro:

È un’occasione cruciale per WADA di porre rimedio ai tentativi sinora falliti per creare un sistema antidoping più forte e indipendente, che sia riconosciuto come credibile da tutti gli atleti del mondo. Il rifiuto di implementare questi semplici e neutrali cambiamenti continuerà a vanificare i tentativi di WADA di perseguire efficacemente i suoi obiettivi di equità e pulizia dello sport

Leggi il comunicato integrale [ENG]

image_pdfScarica contenuto in pdf
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING

Campionati Europei

BUDAPEST
10-05-21

XXXII Giochi Olimpici

TOKYO
23-07-21
Davide Pontarin: "Società agonizzanti, aiuti inesistenti, ma non molliamo. Torno a bordo vasca per tutelare gli atleti"

Davide Pontarin: “Società agonizza...

La pandemia ha colpito duramente il mondo del nuoto, a livello sia agonistico sia gestionale. Le risorse sono sempre più ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu