D3. 100 SL. Strepitoso Miressi (47.45) RI. 100 RA. Castiglioni d’argento e Carraro di Bronzo. 1500 SL uomini: Paltrinieri d’argento e Acerenza di bronzo. Burdisso d’argento con RI nei 200 farfalla.

Conclusa alla Duna Arena di Budapest una splendida terza giornata di gare dei XXXV Campionati Europei di nuoto. Per noi dalla giornata odierna arrivano sette preziosissime medaglie (4 argenti e 3 bronzi), due primati nazionali, due doppiette e diverse buone indicazioni per quel che sarà. Italia seconda nel medagliere dietro la Russia, ma prima nella classifica a punti per il Len Champioship Trophy.

Mercoledì 19 maggio –RISULTATIRIGUARDA LE GARE SU RAIPLAY

Gregorio Paltrinieri. Budapest. Photo Andrea Staccioli / Deepbluemedia / Insidefoto

1500 SL U – Doppietta azzurra nei 1500 stile libero. Un Gregorio Paltrinieri ancora piuttosto provato dal triplice successo delle acque libere chiude la finale dei 1500 stile libero conquistando con grande determinazione l’argento continentale, straordinaria prestazione per il compagno di allenamento Domenico Acerenza sul podio per una pesantissima medaglia di bronzo, vince l’ucraino Mykhaylo Romanchuk.

Podio 1500 SL U 

  • 1) ROMANCHUK Mykhaylo (UKR) 14.39.89
  • 2) PALTRINIERI Gregorio (ITA) 14.42.91 (Fabrizio Antonelli)
  • 3) ACERENZA Domenico (ITA) 14:54.36 (Fabrizio Antonelli)

Paltrinieri “Sono stanco ma soddisfatto: 14’42 oggi è un grande tempo, Dovevo dare una risposta dopo la batteria di ieri e credo di averla data”.

Acerenza. “Abbiamo lavorato tanto e stanno arrivando i risultati del duro lavoro svolto. Se mi avessero detto che sarei salito sul podio anche nei 1500 non ci avrei creduto”.

Domenico Acerenza. Budapest. Photo Andrea Staccioli / Deepbluemedia / Insidefoto

Alessandro Miressi, Budapest. Photo Andrea Staccioli / Deepbluemedia / Insidefoto

100 SL U –  Fantastico Miressi. Un salto di qualità enorme, almeno quanto lui. Terzo record italiano in meno di 72 ore in un crescendo pazzesco: 47.74 / 47.53 / 47.45. Un argento strepitoso (47.45 – 22.70) alle spalle dell’attuale numero uno al mondo Kliment Kolesnikov (47.37), bronzo per l’altro russo in gara, Andrei Minakov (47.74).

Il torinese allenato dal tecnico Antonio Satta, nonostante il lungo stop agonistico di marzo a causa del covid (35 giorni),  si fa trovare pronto per la rassegna continentale mettendo in fortissima difficoltà il favoritissimo russo Kliment Kolesnikov, il quale poco dopo non riesce quasi a concludere la semifinale dei 100 dorso, sedicesimo, compromettendo quindi il proprio medagliere di questa rassegna. L’azzurro non riesce a difendere il titolo europeo di Glasgow 2018, ma esce della Duna Arena vincente e  consapevole di potersela giocare con chiunque ai Giochi di Tokyo.

Questa la gestione di gara di Miressi: 22.70 – 24.75 (47.45)

Podio 100 SL U 

  • 1) KOLESNIKOV Kliment (RUS) 47.37
  • 2) MIRESSI Alessandro 47.45 RI (Antonio Satta)
  • 3) MINAKOV Andrei (RUS) 47.74

Miressi ”Va benissimo così, Kolesnikov è stato più bravo. Ma non potevo chiedere di più, ho abbassato ancora il record italiano. Questo rappresenta solo un passo, perchè adesso ci sono le Olimpiadi e lì conterà farsi trovare pronti”.

Arianna Castiglioni. Budapest. Photo Giorgio Scala / Deepbluemedia / Insidefoto

100 RA D. – Seconda doppietta azzurra della giornata con Arianna Castiglioni (1.06.13) e una poco soddisfatta Martina Carraro (1.06.21), le nostre fantastiche raniste sono rispettivamente d’argento e di bronzo,  vince il titolo la svedese Sophie Hansson (1.05.69). Una grande soddisfazione per l’atleta di Busto Arsizio allenata da coach Gianni Leoni non ancora qualificata per i Giochi di Tokyo, a differenza delle raniste azzurre Martina Carraro e Benedetta Pilato, entrambe qualificate proprio nella specialità odierna che oggi ha visto lei grande protagonista in Europa.

Podio 100 RA D 

  • 1) HANSSON Sophie (SWE) 1.05.69
  • 2) CASTIGLIONI Arianna 1.06.13 (Gianni Leoni)
  • 3) CARRARO Martina 1.06.21 (Cesare Casella)

Castiglioni “Non volevo perdere quest’occasione, perché nei 100 rana sapevo di potermela giocare. E’ stata una bella battaglia, perché tutte potevamo salire sul podio. Il tempo è più alto rispetto a quelli di martedì, ma mi sono sentita meglio in acqua”.

Carraro “Non una delle mie gare migliori, ma prendo quel che di positivo c’è. Prendo la mia prima medaglia europea in vasca lunga. Sapevo che la Hansson era in forma”.

Martina Carraro. Budapest. Photo Giorgio Scala / Deepbluemedia / Insidefoto

50 DO D – Sprint al femminile del dorso senza azzurre in gara come accaduto nello stile libero. Il titolo continentale va all’olandese Kira Toussaint (27.36), argento alla britannica Kathleen Dawson (27.46) , sul terzo gradino del podio un’altra atleta olandese Maaike De Waard (27.74).

Podio 50 DO U

  • 1) TOUSSAINT Kira (NED) 27.36
  • 2) DAWSON Kathleen (GBR) 27.46
  • 3) DE WAARD Maaike 27.74 (NED)

Federico Burdisso. Budapest. Photo Andrea Staccioli / Deepbluemedia / Insidefoto

200 FA U – Fantastica prova di coraggio e di determinazione per l’azzurro Federico Burdisso, argento continentale con primato nazionale 1.54.28 (53.19), vince come previsto il fuoriclasse ungherese Milak Kristof (1.51.10) con il secondo crono mai nuotato al mondo, dopo il suo primato del mondo (1.50.73), sale sul podio il suo connazionale Tamas Kenderesi (1.54.43), ottava posizione per l’azzurro Giacomo Carini comunque soddisfatto della ritrovata dimensione dopo qualche stagione difficile (1.56.69).

Burdisso “Sono stanco morto, ho dato tutto. Il secondo posto era quella che volevo, di più era impossibile. Speravo di essere più veloce, ma sono consapevole che nel mio percorso questa è una tappa di passaggio verso le Olimpiadi di Tokyo”.

Podio 200 FA U 

  • 1) MILAK Kristof (HUN) 1.51.10
  • 2) BURDISSO Federico 1.54.28 RI (Simone Palombi)
  • 3) KENDERESI Tamas (HUN) 1.54.43
    • 8) CARINI Giacomo 1.56.69

4×200 Italia. Budapest. Photo Andrea Staccioli / Deepbluemedia / Insidefoto

4×200 SL U – Con la formazione rivista al 50% rispetto a quella schierata per le qualifiche del mattino, vinciamo uno splendido bronzo europeo dietro a Russia e Gran Bretagna, le grandi favorite della vigilia, ma con la consapevolezza che l’Italia può essere competitiva su qualsiasi palcoscenico.

4×200 SL U 

  • 1) RUSSIA 7.03.48
  • 2) GRAN BRETAGNA 7.04.61
  • 3) ITALIA 7.06.05
    • BALLO Stefano 1.47.30 (Andrea Sabino)
    • CIAMPI Matteo 1.46.17 (Stefano Franceschi)
    • DE TULLIO Marco 1.46.02 (Stefano Morini)
    • DI COLA Stefano 1.46.56 (Stefano Morini)

SEMIFINALI

100 DO D – Accesso in finale con il settimo tempo per Thomas Ceccon che si dichiara non soddisfatto della prova (53.34), quindicesimo Simone Sabbioni (54.66), ko per il russo Kliment Kolesnikov che non riesce a riprendersi dal tremendo testa a testa dei 100 stile libero con l’azzurro Alessandro Miressi.

200 FA D – Ottima prova per la veneta Ilaria Cusinato, in finale domani con il quinto tempo (2.09.32), resta esclusa con l’undicesimo tempo Antonella Crispino (2.10.74). Miglior tempo per l’ungherese Boglarka Kapas (2.07.25).

200 RA U –  Fuori dalla finale l’azzurro Edoardo Giorgetti, undicesimo con 2.10.50, miglior tempo per lo svedese Erik Persson (2.07.85).

200 MX U – Vigorosa prova per l’azzurro Alberto Razzetti consapevole del suo potenziale guadagna la finale con il secondo tempo utile e probabilmente del margine per domani (1.57.39), miglior crono e nuovo primato del mondo juniores per il giovane talento ungherese (2003) Hubert Kós (1.56.99).

200 SL D – Ancora in completo controllo Federica Pellegrini nuota il terzo tempo utile per la finale di domani (1.57.47), non riesce a superare le semifinali  Stefania Pirozzi, undicesima con 1.59.57. Miglior tempo per la nuotatrice ceca Barbara Seemanova (1.57.20),

SEMIFINALI

  • SE 100 DO U – 7) Ceccon Thomas 53.34 Q, 15) Sabbioni Simone 54.66
  • SE 200 FA D – 3) Cusinato 2.09.32 Q, 11) Crispino 2.10.74
  • SE 200 RA U – 11) Giorgetti 2.10.50
  • SE 200 MX U – 2) Razzetti 1.57.39 Q
  • SE 200 SL D – Pellegrini 1.57.47 Q 11) Pirozzi 1.59.57

BATTERIE

  • 200 MX U – 7) Razzetti 1.58.90 Q
  • 200 FA D – 8) Cusinato 2.10.18 Q, 15) Crispino 2.11.85 Q
  • 100 DO U – 6) Ceccon 53.43 Q, 15) Sabbioni 54.33 Q, 29) Mora 54.98, 40) Restivo 55,69
  • 200 SL D – 3) Pellegrini 1.58.48 Q, 11) Pirozzi 1.59.87 Q, 40) Gailli 2.02.55
  • 200 RA U – 17) Giorgetti 2.12.23 Q, 23) Castello 2.12.83
  • 4×200 SL U – 3) ITALIA 7.10.26
    • Frigo 1.49.46
    • Ciampi 1.46.85
    • Megli 1.47.07
    • De Tullio 1.46.88

RIFERIMENTI UTILI 

TUTTI I VINCITORI

  • 400 MX D  – HOSSZU Katinka (HUN) 4.34.76
  • 400 SL U -MALYUTIN Martin (RUS) 3.44.18
  • 4X100 SL D – Gran Bretagna 3.34.17
  • 4X100 SL U – Russia 3.10.41
  • 800 SL D – QUADARELLA Simona 8.20.23
  • 100 RA U – PEATY Adam (GBR) 57.66
  • 100 FA D – NTOUNTOUNAKI Anna (GRE) – WATTEL Marie (FRA) 57.37
  • 50 DO U – KOLESNIKOV Kliment (RUS) 23.80 WR/ER
  • 4×200 SL mixed – Gran Bretagna 7.26.67
  • 50 SL D – KROMOWIDJOJO Ranomi (NED) 23.97
  • 200 FA U – MILAK Kristof (HUN) 1.51.14
  • 50 DO U – TOUSSAINT Kira (NED) 27.36
  • 100 RA D – HANSSON Sophie (SWE) 1.05.69
  • 100 SL U -KOLESNIKOV Kliment (RUS) 47.37
  • 1500 SL U -ROMANCHUK Mykhaylo (UKR) 14.39.89
  • 4×200 SL U – RUSSIA 7.03.48

PRIMATI MONDIALI (2)

  • 50 DO U – KOLESNIKOV Kliment (RUS) 23.80 (finale)
  • 50 DO U – KOLESNIKOV Kliment (RUS) 23.93

PRIMATI EUROPEI (2)

  • 50 DO U – KOLESNIKOV Kliment (RUS) 23.80 (finale)
  • 50 DO U – KOLESNIKOV Kliment (RUS) 23.93 (semifinali)

PRIMATI ITALIANI (4)

  • 100 SL – MIRESSI Alessandro 47.53 (Semifinali)
  • 100 SL – MIRESSI Alessandro 47.74 (Batterie)
  • 100 SL – MIRESSI Alessandro 47.45 (Batterie)
  • 200 FA U – BURDISSO Federico 1.54.28 (Finale)

PRIMATI MONDIALI JUNIORES (1)

  • 200 MX – KOS Hubert (HUN) 1.56.99

PRIMATI EUROPEI JUNIORES (1)

  • 200 MX – KOS Hubert (HUN) 1.56.99

MEDAGLIERE ITALIA (10)

ORO (1)

  • 800 SL D – QUADARELLA Simona 8.20.23 (Christian Minotti)

ARGENTO (5)

  • 4×200 SL mixed –  ITALIA 7.29.35
    • BALLO Stefano 1.46.96 (Andrea Sabino)
    • DI COLA Stefano 1.46.16 (Stefano Morini)
    • PELLEGRINI Federica 1.55.66 (Matteo Giunta)
    • PANZIERA Margherita 2.00.57 (Gianluca Belfiore)
  • 1500 SL U – PALTRINIERI Gregorio (ITA) 14.42.91 (Fabrizio Antonelli)
  • 100 SL U – MIRESSI Alessandro 47.45 RI (Antonio Satta)
  • 100 RA D – CASTIGLIONI Arianna 1.06.13 (Gianni Leoni)
  • 200 FA U – BURDISSO Federico 1.54.28 (Simone Palombi)

BRONZO (4)

  • 4X100 SL U – ITALIA 3.11.87
    • Alessandro Miressi 47.74 RI (Antonio Satta)
    • Lorenzo Zazzeri 48.30 (Paolo Palchetti)
    • Thomas Ceccon 47.98 (Alberto Burlina)
    • Manuel Frigo 47.85 (Claudio Rossetto)
  • 1500 SL U – ACERENZA Domenico (ITA) 14:54.36 (Fabrizio Antonelli)
  • 100 RA D – CARRARO Martina 1.06.21 (Cesare Casella)
  • ITALIA 7.06.05
    • BALLO Stefano 1.47.30 (Andrea Sabino)
    • CIAMPI Matteo 1.46.17 (Stefano Franceschi)
    • DE TULLIO Marco 1.46.02 (Stefano Morini)
    • DI COLA Stefano 1.46.56 (Stefano Morini)

FINALISTI AZZURRI

  • 400 MX D – 4) Ilaria Cusinato 4.38.08 (Moreno Daga)
  • 400 MX D – 5) Sara Franceschi 4.40.74 (Stefano Franceschi)
  • 400 SL U – 4) Gabriele Detti 3.46.07 (Stefano Morini)
  • 400 SL U – 5) Marco De Tullio 3.46.36 (Stefano Morini)
  • 800 SL D – 1) Simona Quadarella (Christian Minotti)
  • 800 SL D – Martina Caramignoli (Germano Proietti)
  • 4X100 SL D –  6) ITALIA 3.39.08
    • Silvia Di Pietro 55.11 (Mirko Nozzolillo)
    • Margherita Panziera 54.88 (Gianluca Belfiore)
    • Federica Pellegrini 53.94 (Matteo Giunta)
    • Costanza Cocconcelli 55.15 (Fabrizio Bastelli)
  • 4X100 SL U – 3) ITALIA 3.11.87
    • Alessandro Miressi 47.74 RI (Antonio Satta)
    • Lorenzo Zazzeri 48.30 (Paolo Palchetti)
    • Thomas Ceccon 47.98 (Alberto Burlina)
    • Manuel Frigo 47.85 (Claudio Rossetto)
  • 4×200 SL mixed – 2) ITALIA 7.29.35
    • BALLO Stefano 1.46.96 (Andrea Sabino)
    • DI COLA Stefano 1.46.16 (Stefano Morini)
    • PELLEGRINI Federica 1.55.66 (Matteo Giunta)
    • PANZIERA Margherita 2.00.57 (Gianluca Belfiore)
  • 100 FA D – 5) Elena Di Liddo 58.05 (Raffaele Girardi)
  • 100 FA D – 8) Ilaria Bianchi 58.41 (Fabrizio Bastelli)
  • 50 DO U – 7) Simone Sabbioni 24.92 (Luca Corsetti)
  • 100 RA U – 5) Niccolò Martinenghi 58.94 (Marco Pedoja)
  • 100 RA U – 7) Alessandro Pinzuti 59.50 (Marco Pedoja)
  • 1500 SL U – Gregorio Paltrinieri (Fabrizio Antonelli)
  • 1500 SL U – Domenico Acerenza (Fabrizio Antonelli)
  • 200 FA U – Federico Burdisso (Simone Palombi)
  • 200 FA U – Giacomo Carini (Matteo Giunta)
  • 100 RA D – Martina Carraro (Cesare Casella)
  • 100 RA D – Arianna Castiglioni  (Gianni Leoni)

AZZURRI DEL NUOTO A BUDAPEST (48)

DONNE (21)

Campionesse italiane: Costanza Cocconcelli (Fiamme Gialle / NC Azzurra 91), Federica Pellegrini (CC Aniene), Simona Quadarella (CC Aniene), Silvia Scalia (Fiamme Gialle / CC Aniene), Margherita Panziera (Fiamme Gialle / CC Aniene), Benedetta Pilato (CC Aniene), Martina Carraro (Fiamme Azzurre / NC Azzurra 91), Francesca Fangio (In Sport Rane Rosse), Silvia Di Pietro (Carabinieri / CC Aniene), Elena Di Liddo (Carabinieri / CC Aniene), Ilaria Cusinato (Fiamme Oro / Team Veneto), Sara Franceschi (Fiamme Gialle / Livorno Aquatics). Tempo limite/staffetta: Chiara Tarantino (Gestisport Coop), Martina Rita Caramignoli (Fiamme Oro / Aurelia Nuoto), Stefania Pirozzi (Fiamme Oro / CC Napoli), Sara Gailli (CC Aniene), Arianna Castiglioni (Fiamme Gialle / Team Insubrika) e Lisa Angiolini (Virtus Buonconvento); le atlete che beneficiano di upgrade Carlotta Zofkova Costa De Saint (Carabinieri / Imolanuoto), Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre / NC Azzurra 91) e Antonella Crispino (Assonuoto Club Caserta).

UOMINI (26) – Convocati.

Campioni italiani: Lorenzo Zazzeri (Esercito / RN Florentia), Alessandro Miressi (Fiamme Oro / CN Torino), Stefano Ballo (Esercito / Time Limit), Gabriele Detti (Esercito / In Sport Rane Rosse), Gregorio Paltrinieri (Fiamme Oro / Coopernuoto), Lorenzo Mora (Fiamme Rosse / Amici Nuoto VVFF Modena), Simone Sabbioni (Esercito / Vis Sauro), Nicolò Martinenghi (CC Aniene), Edoardo Giorgetti (Fiamme Oro / CC Aniene), Piero Codia (Esercito / CC Aniene), Federico Burdisso (Esercito / Aurelia Nuoto), Alberto Razzetti (Fiamme Gialle / Genova Nuoto My Sport), Pier Andrea Matteazzi (Esercito / In Sport Rane Rosse). Tempo limite/staffetta: Manuel Frigo (Fiamme Oro / Team Veneto), Stefano Di Cola (Marina Militare / CC Aniene), Thomas Ceccon (Fiamme Oro / Leosport), Filippo Megli (Carabinieri / RN Florentia), Matteo Ciampi (Esercito / Livorno Aquatics), Marco De Tullio (Fiamme Oro / Sport Project), Alessandro Pinzuti (Esercito / In Sport Rane Rosse). Upgrade: Leonardo Deplano (CC Aniene), Domenico Acerenza (Fiamme Oro / CC Napoli), Matteo Restivo (Carabinieri / RN Florentia), Federico Poggio (Fiamme Azzurre / Imolanuoto), Andrea Castello (Imolanuoto), Matteo Rivolta (Fiamme Oro / CC Aniene), Giacomo Carini (Fiamme Gialle / Can. Vittorino da Feltre).

SINTESI DEI TURNI PRECEDENTI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING

4° Meeting Happy Christmas

Poggibonsi
23-12-21

IX Trofeo dell’Epifania

Cortona/Poggibonsi
04-01-22
Ilaria Cusinato e Matteo Giunta: una nuova guida per l'atleta veneta

Ilaria Cusinato e Matteo Giunta: una nuo...

Cambio di guida per l'atleta veneta. Ilaria Cusinato avrà un nuovo allenatore, e non un tecnico qualsiasi: Matteo Giunta. L'azzurra, ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu