D4. Infinita Pellegrini: argento per due centesimi. Bronzo Razzetti e 4×100 mista mixed (RI). Italia a tredici medaglie

Anche la quarta giornata dei XXXV Campionati europei di nuoto regala soddisfazioni all’Italia, che dopo l’abbuffata di medaglie di ieri sale sul podio con Federica Pellegrini nei 200 SL, Alberto Razzetti nei 200 MI e la 4×100 MI MX di Margherita Panziera, Nicolò Martinenghi, Elena Di Liddo, Alessandro Miressi.

L’Italia sale così a tredici metalli contro gli undici della Russia e i dieci della Gran Bretagna, anche se la scarsità di ori ci confina per adesso al quinto posto nel medagliere.

Giovedì 20 maggio – RISULTATI COMPLETIRIVEDI LE GARE SU RAIPLAY

FINALI

200 FA D – Doppietta magiara per le atlete di casa Boglarka Kapas (2.06.50) e Katinka Hosszu (2.08.14), bronzo per la russa Svetlana Chimrova (2.08.55), lodevole quinta prestazione, non lontana dal podio continentale, per  l’azzurra Ilaria Cusinato  (2.08.91), ennesimo risultato che segnala una netta ripresa della nuotatrice veneta che nuota sugli standard che le competono.

Podio 200 FA D 

  • 1) KAPAS Boglarka (HUN) 2.06.50
  • 2) HOSSUZU Katinka (HUN) 2.08.14
  • 3) CHIMROVA Svetlana (RUS) 2.08.85
    • 5) CUSINATO Ilaria 2.08.91

Cusinato: Un po’ di sfortuna, ho avuto un piccolo malessere e ho rotto il costume prima di gareggiare, ma non cerco scuse. Non nuotavo questo tempo da Glasgow 2018, sento di essere sulla strada giusta

100 DO U3/100esimi che fanno la differenza. Gara tiratissima e super equilibrata fino al touch finale che vede sei atleti raccolti in soli quattordici centesimi di secondo,  ha la meglio su tutti il rumeno Robert-Andrei Glinta (52.88), davanti allo specialista iberico Hugo Gonzales De Oliveira (52.90),bronzo per il greco Apostolos Christou (52.97), soli tre centesimi di secondo separano l’azzurro Thomas Ceccon (53.00) dalla gioia del podio europeo, il veneto ha controllato forse un pò di troppo il passaggio a metà gara (25.63), trova però una straordinaria seconda parte di gare risalendo nel finale la testa della gara ma non a sufficienza per una medaglia.  

Podio 100 DO U 

  • 1) GINTA Robert-Andrei (ROU) 52.88
  • 2) GONZALEZ DE OLIVEIRA H. (ESP) 52.90
  • 3) CHRISTOU Apostolos (GRE) 52.98
    • 6) CECCON Thomas 53.02

Ceccon: Il passaggio a 25”09 non è il massimo, sono un pò deluso. Ho dato tutto quello che avevo, peccato mancare il podio per 5 centesimi 

SEMIFINALI

200 DO DMargherita Panziera centra la finale dei 100 dorso con il quarto tempo utile (59.53 – 29.13), domani la finale in vista della doppia distanza in cui dovrà difendere il titolo europeo di Glasgow. Miglior tempo per la britannica Kathleen Dawson (58.44).

Panziera: Il tempo che mi aspettavo, il passaggio è ancora un po’ lento, nella finale cercherò di attaccarmi alle velociste. Non facevo questo tempo da un po’, vuol dire che sto lavorando bene.

200 SL U – Due maledetti centesimi di troppo. Di certo la dea bendata non sorride all’azzurro Stefano Ballo (1.47.10), primo escluso dalla finale, o per dirla meglio sarò la prima riserva per soli due centesimi di secondo, sottotono la prova del primatista italiano Filippo Megli (1.47.74) che riconosce ai microfoni di Raisport di aver interpretato male la gara. Piuttosto sornione l’atteggiamento del britannico Duncan Scott che continua a controllare la gara senza mettersi in luce (1.46.15), ma domani sarà un’altra storia. Miglior crono per il russo Martin Layutin (1.45.60).

Ballo: Dispiace, fuori dalla finale per 2 centesimi. Mi sentivo abbastanza bene anche se la condizione non è quella migliore. Qualche rammarico per alcuni errori, penso che la finale fosse alla mia portata. È stato comunque un buon campionato con due medaglie

Megli: Gara completamente sbagliata, sono partito lento e arrivato lento. Rivedrò la gara con il coach. Peccato perché al mattino avevo nuotato bene, speravo di poter limare ancora il tempo. Torno al lavoro per il Sette Colli.

200 RA D – Bella prova per Francesca Fangio, la livornese vola in finale con l’ottavo tempo (2.24.56), resta invece fuori la genovese Martina Carraro, decima in 2.25.07. Miglior tempo per l’inglese Molly Renshaw 2.21.55. Ottima prestazione per la svizzera Lisa Mamiè (2.23.15) allenata dal tecnico torinese Andrea Grassini, per lei il terzo crono delle semifinali ed il nuovo primato nazionale di Svizzera.

Fangio (cuore di zia): Sono contentissima, la finale era un sogno. Non è il mio PB per tre decimi, dopo al prova di stamattina sono comunque soddisfatta. Auguri al mio nipotino che oggi compie quattro anni!

50 FA U – Due azzurri in finale domani nello sprint della farfalla. Passano il turno delle semifinali Thomas Ceccon (23.31) e Piero Codia (23.35), rispettivamente quinto e settimo. Miglior tempo per il campione europeo in carica l’ucraino Andriy Govorov (22.97), piuttosto interessante il reaction time del giovane russo Andrei Minakov 0.49, di gran lunga il miglior fra i migliori del continente.

Codia: Contento per la finale, avrei potuto segnare un tempo migliore ma domani ce la metterò tutta.

Ceccon: Sono contento, mi sono un po’ rifatto dai 100 dorso. Non mi aspettavo la finale, domani darò il massimo.

FINALI

PELLEGRINI Federica ITA
Photo Andrea Staccioli / Deepbluemedia / Insidefoto

 

200 SL D – Ancora una gara memorabile per Federica Pellegrini, che sfodera una delle sue straordinarie progressioni per mettere paura a Barbora Seemanova che si aggiudica il titolo europeo con 1.56.27 contro 1.56.29 dell’azzurra che paga un finale non impeccabile: 27.21 – 56.52 – 1:26.57 i parziali.

L’azzurra in zona mista al microfono di Elisabetta Caporale si preoccupa innanzitutto di rassicurare i familiari:

Ciao mamma, sono ancora viva! Ero un po’ stanca dopo le staffette, poi insieme a Matteo Giunta ho deciso di complicarmi la vita considerato che questa era l’ultima occasione prima di Tokyo di nuotare molte volte i 200 ravvicinati. Sono contenta di come ho gestito la gara anche se ero più lenta rispetto a Riccione. Ho cercato un passaggio più tranquillo ai 100 per finire alla mia maniera. Una medaglia non scontata e un rischio, ho deciso comunque di buttarmi e provare. All’arrivo non ne avevo più e credo sia sia visto.

RAZZETTI Alberto ITA
Photo Andrea Staccioli / Deepbluemedia / Insidefoto

 

200 MI U – Medaglia di bronzo per Alberto Razzetti nei 200 misti. L’Italia ritrova un mistista veloce che con 1.57.25 si regala una medaglia all’esordio in una finale europea grazie a un’eccellente frazione di rana e una caparbia tenuta nell’ultima frazione per chiudere davanti alla leggenda vivente Laszlo Cseh. 25.12 – 55.75 – 1:28.74 i parziali per l’azzurro.

Razzetti: Sono contentissimo, prima di partire non pensare di valere il podio. Devo lavorare sulla frazione a dorso, questa medaglia mi dà gli stimoli per lavorare e andare ancora più lontano.

MIRESSI Alessandro, PANZIERA Margherita, DI LIDDO Elena, MARTINENGHI Nicolo ITA
Photo Andrea Staccioli / Deepbluemedia / Insidefoto

 

4×100 MI MX – Una staffetta che non tradisce mai la 4×100 mixed: il quartetto composto da Margherita Panziera Nicolò Martinenghi Elena Di Liddo e Alessandro Miressi conquista il bronzo e il nuovo record italiano grazie a un’ultima frazione perentoria da 47.16 del siluro torinese che trascina gli azzurri sul podio dietro a GBR (record europeo 3.38.82) e Paesi Bassi (3.41.28). I parziali degli azzurri: Panziera 59.55 – Martinenghi 58.05 – Di Liddo 57.54 – Miressi 47.16.

Giovedì 20 maggio – START LIST e RISULTATI 

FINALI

Podio 200 FA D 

  • 1) KAPAS Boglarka (HUN) 2.06.50
  • 2) HOSSUZU Katinka (HUN) 2.08.14
  • 3) CHIMROVA Svetlana (RUS) 2.08.85
    • 5) CUSINATO Ilaria 2.08.91 (Moreno Daga)

Podio 100 DO U 

  • 1) GINTA Robert-Andrei (ROU) 52.88
  • 2) GONZALEZ DE OLIVEIRA H. (ESP) 52.90
  • 3) CHRISTOU Apostolos (GRE) 52.98
    • 6) CECCON Thomas 53.02 (Alberto Burlina)

Podio 200 SL D 

  • 1) SEEMANOVA Barbora (CZE) 1.56.27
  • 2) PELLEGRINI Federica 1.56.29 (Matteo Giunta) 
  • 3) ANDERSON Freya (GBR) 1.56.42

Podio 200 RA U 

  • 1) CHUPKOV Anton (RUS) 2.06.99
  • 2) KAMMINGA Arno (NED) 2.07.35
  • 3) PERSSON Erik (SWE) 2.07.66

Podio 200 MX U 

  • 1) GONZALEZ DE OLIVEIRA H. (ESP) 1.56.76
  • 2) DESPLANCHES Jeremy (SUI) 1.56.95
  • 3) RAZZETTI Alberto 1.57.25 

Podio 4×100 MX mixed

  • 1) GRAN BRETAGNA 3.38.82 RECORD EUROPEO
  • 2) OLANDA 3.41.28
  • 3) ITALIA 3.42.30 RI
    • PANZIERA Margherita 59.55
    • MARTINENGHI Nicolò 58.05
    • DI LIDDO Elena 57.54
    • MIRESSI Alessandro 47.16 

SEMIFINALI

  • SE 100 DO D – 4) Panziera 59.53 Q
  • SE 200 SL U – 9)Ballo 1.47.10 R, 14) Megli 1.47.74
  • SE 200 RA D – 8) Fangio 2.24.56 Q, 10) Carraro 2.25.07 R2
  • SE  50 FA U – 5) Ceccon 23.31 Q, 7) Codia 23.35 Q

BATTERIE

  • 200 SL U – 7) Megli 1.47.35 Q, 10) Ballo 1.47.66 Q, 15) De Tullio 1.48.05, 36) Di Cola 1.49.81
  • 200 RA D – 8) Fangio 2.25.00 Q, 10) Carraro 2.25.36 Q, 20) Angiolini 2.27.78, 34) Castiglioni 2.30.96,
  • 50 FA U – 3) Ceccon 23.39 Q, 17) Codia 23.57 Q, 31) Rivolta 23.96
  • 100 DO D – 4) Panziera 59.94 Q, 18) Scalia 1.01.12 R2, 21) Zofkova 1.01.45
  • 4×100 MX mixed – 2) Italia 3.44.09
    • Sabbioni 54.25
    • Martinenghi 58.11
    • Di Liddo 57.89
    • Di Pietro 53.89
  • 1500 SL D – 1) Quadarella 16.05.60 Q, 7) Caramignoli 16.20.31 Q

RIFERIMENTI UTILI 

TUTTI I VINCITORI

  • 400 MX D  – HOSSZU Katinka (HUN) 4.34.76
  • 400 SL U -MALYUTIN Martin (RUS) 3.44.18
  • 4X100 SL D – Gran Bretagna 3.34.17
  • 4X100 SL U – Russia 3.10.41
  • 800 SL D – QUADARELLA Simona 8.20.23
  • 100 RA U – PEATY Adam (GBR) 57.66
  • 100 FA D – NTOUNTOUNAKI Anna (GRE) – WATTEL Marie (FRA) 57.37
  • 50 DO U – KOLESNIKOV Kliment (RUS) 23.80 WR/ER
  • 4×200 SL mixed – Gran Bretagna 7.26.67
  • 50 SL D – KROMOWIDJOJO Ranomi (NED) 23.97
  • 200 FA U – MILAK Kristof (HUN) 1.51.14
  • 50 DO U – TOUSSAINT Kira (NED) 27.36
  • 100 RA D – HANSSON Sophie (SWE) 1.05.69
  • 100 SL U -KOLESNIKOV Kliment (RUS) 47.37
  • 1500 SL U -ROMANCHUK Mykhaylo (UKR) 14.39.8
  • 4×200 SL U – RUSSIA 7.03.48
  •  200 FA D – KAPAS Boglarka (HUN) 2.06.50
  • 100 DO U – GINTA Robert-Andrei (ROU) 52.88
  •  200 SL D  – SEEMANOVA Barbora (CZE) 1.56.27
  • 200 RA U  – CHUPKOV Anton (RUS) 2.06.9
  • 200 MX U – GONZALEZ DE OLIVEIRA H. (ESP) 1.56.76
  • 4X100 MX mixed – GRAN BRETAGNA 3.38.82 ER

PRIMATI MONDIALI (2)

  • 50 DO U – KOLESNIKOV Kliment (RUS) 23.80 (finale)
  • 50 DO U – KOLESNIKOV Kliment (RUS) 23.93

PRIMATI EUROPEI (3)

  • 50 DO U – KOLESNIKOV Kliment (RUS) 23.80 (finale)
  • 50 DO U – KOLESNIKOV Kliment (RUS) 23.93 (semifinali)
  • 4X100 MX mixed – GRAN BRETAGNA 3.38.82 (finale)

PRIMATI ITALIANI (5)

  • 100 SL – MIRESSI Alessandro 47.53 (Semifinali)
  • 100 SL – MIRESSI Alessandro 47.74 (Batterie)
  • 100 SL – MIRESSI Alessandro 47.45 (Batterie)
  • 200 FA U – BURDISSO Federico 1.54.28 (Finale)
  • 4×100 MX mixed – ITALIA 3.42.30 (Finale)
    • PANZIERA Margherita 59.55 (Gianluca Belfiore)
    • MARTINENGHI Nicolò 58.05 (Marco Pedoja)
    • DI LIDDO Elena 57.54 (Raffaele Girardi)
    • MIRESSI Alessandro 47.16  (Antonio Satta)

PRIMATI MONDIALI JUNIORES (1)

  • 200 MX – KOS Hubert (HUN) 1.56.99

PRIMATI EUROPEI JUNIORES (1)

  • 200 MX – KOS Hubert (HUN) 1.56.99

MEDAGLIERE ITALIA (13)

ORO (1)

  • 800 SL D – QUADARELLA Simona 8.20.23 (Christian Minotti)

ARGENTO (6)

  • 4×200 SL mixed –  ITALIA 7.29.35
    • BALLO Stefano 1.46.96 (Andrea Sabino)
    • DI COLA Stefano 1.46.16 (Stefano Morini)
    • PELLEGRINI Federica 1.55.66 (Matteo Giunta)
    • PANZIERA Margherita 2.00.57 (Gianluca Belfiore)
  • 1500 SL U – PALTRINIERI Gregorio (ITA) 14.42.91 (Fabrizio Antonelli)
  • 100 SL U – MIRESSI Alessandro 47.45 RI (Antonio Satta)
  • 100 RA D – CASTIGLIONI Arianna 1.06.13 (Gianni Leoni)
  • 200 FA U – BURDISSO Federico 1.54.28 (Simone Palombi)
  • 200 SL D – PELLEGRINI Federica 1.56.29 (Matteo Giunta) 

BRONZO (6)

  • 4X100 SL U – ITALIA 3.11.87
    • Alessandro Miressi 47.74 RI (Antonio Satta)
    • Lorenzo Zazzeri 48.30 (Paolo Palchetti)
    • Thomas Ceccon 47.98 (Alberto Burlina)
    • Manuel Frigo 47.85 (Claudio Rossetto)
  • 1500 SL U – ACERENZA Domenico (ITA) 14:54.36 (Fabrizio Antonelli)
  • 100 RA D – CARRARO Martina 1.06.21 (Cesare Casella)
  • ITALIA 7.06.05
    • BALLO Stefano 1.47.30 (Andrea Sabino)
    • CIAMPI Matteo 1.46.17 (Stefano Franceschi)
    • DE TULLIO Marco 1.46.02 (Stefano Morini)
    • DI COLA Stefano 1.46.56 (Stefano Morini)
  • 200 MX U – Alberto Razzetti 1.57.25 (Stefano Franceschi)
  • 4×100 MX mixed – ITALIA 3.42.30
    • PANZIERA Margherita 59.55 (Gianluca Belfiore)
    • MARTINENGHI Nicolò 58.05 (Marco Pedoja)
    • DI LIDDO Elena 57.54 (Raffaele Girardi)
    • MIRESSI Alessandro 47.16  (Antonio Satta)

FINALISTI AZZURRI

  • 400 MX D – 4) Ilaria Cusinato 4.38.08 (Moreno Daga)
  • 400 MX D – 5) Sara Franceschi 4.40.74 (Stefano Franceschi)
  • 400 SL U – 4) Gabriele Detti 3.46.07 (Stefano Morini)
  • 400 SL U – 5) Marco De Tullio 3.46.36 (Stefano Morini)
  • 800 SL D – 1) Simona Quadarella (Christian Minotti)
  • 800 SL D – Martina Caramignoli (Germano Proietti)
  • 4X100 SL D –  6) ITALIA 3.39.08
    • Silvia Di Pietro 55.11 (Mirko Nozzolillo)
    • Margherita Panziera 54.88 (Gianluca Belfiore)
    • Federica Pellegrini 53.94 (Matteo Giunta)
    • Costanza Cocconcelli 55.15 (Fabrizio Bastelli)
  • 4X100 SL U – 3) ITALIA 3.11.87
    • Alessandro Miressi 47.74 RI (Antonio Satta)
    • Lorenzo Zazzeri 48.30 (Paolo Palchetti)
    • Thomas Ceccon 47.98 (Alberto Burlina)
    • Manuel Frigo 47.85 (Claudio Rossetto)
  • 4×200 SL mixed – 2) ITALIA 7.29.35
    • BALLO Stefano 1.46.96 (Andrea Sabino)
    • DI COLA Stefano 1.46.16 (Stefano Morini)
    • PELLEGRINI Federica 1.55.66 (Matteo Giunta)
    • PANZIERA Margherita 2.00.57 (Gianluca Belfiore)
  • 100 FA D – 5) Elena Di Liddo 58.05 (Raffaele Girardi)
  • 100 FA D – 8) Ilaria Bianchi 58.41 (Fabrizio Bastelli)
  • 50 DO U – 7) Simone Sabbioni 24.92 (Luca Corsetti)
  • 100 RA U – 5) Niccolò Martinenghi 58.94 (Marco Pedoja)
  • 100 RA U – 7) Alessandro Pinzuti 59.50 (Marco Pedoja)
  • 1500 SL U – 2) Gregorio Paltrinieri 14.42.91 (Fabrizio Antonelli) 
  • 1500 SL U – 3) Domenico Acerenza 14.54.36 (Fabrizio Antonelli) 
  • 200 FA U – 2) Federico Burdisso 1.54.28 (Simone Palombi) 
  • 200 FA U – 8) Giacomo Carini 1.56.69 (Matteo Giunta)
  • 100 RA D – 3) Martina Carraro 1.06.21 (Cesare Casella)
  • 100 RA D – 2) Arianna Castiglioni 1.06.13 (Gianni Leoni)
  • 4×200 SL U –  ITALIA 7.06.05
    • BALLO Stefano 1.47.30 (Andrea Sabino)
    • CIAMPI Matteo 1.46.17 (Stefano Franceschi)
    • DE TULLIO Marco 1.46.02 (Stefano Morini)
    • DI COLA Stefano 1.46.56 (Stefano Morini)
  • 100 DO U – Thomas Ceccon  53.02 (Alberto Burlina)
  • 200 FA D –  5) Ilaria Cusinato 2.08.91  (Moreno Daga)
  • 200 MX U – 3) Alberto Razzetti 1.57.25 (Stefano Franceschi)
  • 200 SL D – 2) Federica Pellegrini  (Matteo Giunta)
  • 4×100 MX mixed – 3) ITALIA 3.42.30
    • PANZIERA Margherita 59.55 (Gianluca Belfiore)
    • MARTINENGHI Nicolò 58.05 (Marco Pedoja)
    • DI LIDDO Elena 57.54 (Raffaele Girardi)
    • MIRESSI Alessandro 47.16  (Antonio Satta)

AZZURRI DEL NUOTO A BUDAPEST (48)

DONNE (21)

Campionesse italiane: Costanza Cocconcelli (Fiamme Gialle / NC Azzurra 91), Federica Pellegrini (CC Aniene), Simona Quadarella (CC Aniene), Silvia Scalia (Fiamme Gialle / CC Aniene), Margherita Panziera (Fiamme Gialle / CC Aniene), Benedetta Pilato (CC Aniene), Martina Carraro (Fiamme Azzurre / NC Azzurra 91), Francesca Fangio (In Sport Rane Rosse), Silvia Di Pietro (Carabinieri / CC Aniene), Elena Di Liddo (Carabinieri / CC Aniene), Ilaria Cusinato (Fiamme Oro / Team Veneto), Sara Franceschi (Fiamme Gialle / Livorno Aquatics). Tempo limite/staffetta: Chiara Tarantino (Gestisport Coop), Martina Rita Caramignoli (Fiamme Oro / Aurelia Nuoto), Stefania Pirozzi (Fiamme Oro / CC Napoli), Sara Gailli (CC Aniene), Arianna Castiglioni (Fiamme Gialle / Team Insubrika) e Lisa Angiolini (Virtus Buonconvento); le atlete che beneficiano di upgrade Carlotta Zofkova Costa De Saint (Carabinieri / Imolanuoto), Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre / NC Azzurra 91) e Antonella Crispino (Assonuoto Club Caserta).

UOMINI (26) – Convocati.

Campioni italiani: Lorenzo Zazzeri (Esercito / RN Florentia), Alessandro Miressi (Fiamme Oro / CN Torino), Stefano Ballo (Esercito / Time Limit), Gabriele Detti (Esercito / In Sport Rane Rosse), Gregorio Paltrinieri (Fiamme Oro / Coopernuoto), Lorenzo Mora (Fiamme Rosse / Amici Nuoto VVFF Modena), Simone Sabbioni (Esercito / Vis Sauro), Nicolò Martinenghi (CC Aniene), Edoardo Giorgetti (Fiamme Oro / CC Aniene), Piero Codia (Esercito / CC Aniene), Federico Burdisso (Esercito / Aurelia Nuoto), Alberto Razzetti (Fiamme Gialle / Genova Nuoto My Sport), Pier Andrea Matteazzi (Esercito / In Sport Rane Rosse). Tempo limite/staffetta: Manuel Frigo (Fiamme Oro / Team Veneto), Stefano Di Cola (Marina Militare / CC Aniene), Thomas Ceccon (Fiamme Oro / Leosport), Filippo Megli (Carabinieri / RN Florentia), Matteo Ciampi (Esercito / Livorno Aquatics), Marco De Tullio (Fiamme Oro / Sport Project), Alessandro Pinzuti (Esercito / In Sport Rane Rosse). Upgrade: Leonardo Deplano (CC Aniene), Domenico Acerenza (Fiamme Oro / CC Napoli), Matteo Restivo (Carabinieri / RN Florentia), Federico Poggio (Fiamme Azzurre / Imolanuoto), Andrea Castello (Imolanuoto), Matteo Rivolta (Fiamme Oro / CC Aniene), Giacomo Carini (Fiamme Gialle / Can. Vittorino da Feltre).

SINTESI DEI TURNI PRECEDENTI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
Nessun articolo trovato.
  • CALENDARI E MEETING
Paralimpiadi e inclusione: una riflessione di e con Pio D'Emilia

Paralimpiadi e inclusione: una riflessio...

di Pio D’Emilia e Silvia Scapol Si sono concluse le Paralimpiadi del nuoto: i nostri azzurri sono stati a dir ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu