Swimming Australia & Australian Swimming League. Al via nell’autunno del 2022 il Campionato della lega professionistica.

La federnuoto australiana (Swimming Australia), alla vigilia dei Giochi di Tokyo, svela la futuristica partnership con l’indipendente Australian Swimming League (ASL), cordata formata da un gruppo di investitori privati che ​​ha deciso di finanziare ed aiutare lo sviluppo dello sport in Australia attraverso l’organizzazione di un Campionato professionistico a carattere nazionale con premi in denaro, il progetto prenderà il via nel quarto trimestre del 2022.

Il circuito nasce con l’intenzione di spettacolizzare e professionalizzare il nuoto nazionale coinvolgendo l’elitè ed i nuovi talenti attraverso appositi format studiati per la televisione, al fine di proporre un prodotto innovativo, funzionale, coinvolgente e divertente, sulla falsa riga di quanto proposto dalla ISL del magnate russo-ucraino Konstantin Grigorishin.

Che Swimming Australia fosse la visionaria del nuoto mondiale lo aveva già dimostrato collaborando con Amazon Prime Video in occasione dei trials di giugno, confezionando in quell’occasione un prodotto straordinario, di larga diffusione ed ottima qualità, completamente gratuito, una promozione del nuoto a livello planetario senza pari al mondo.

Il neo-presidente FINA Husain Al-Musallam dovrà rivedere i piani dal momento che all’attuale e collaudata International Swimning League si aggiungerà l’Australian Swimming League per un autunno 2022 denso di appuntamenti che potrebbero, forse, compromettere la partecipazione di molti big all’attività internazionale del già provato circuito FINA Swimming World Cup, tradizionalmente a calendario nel mese di ottobre, oltretutto l’iniziativa australiana potrebbe creare un  precedente piuttosto interessante anche per altre nazioni.

Il CEO di Swimming Australia,,Alex Baumann:

“Il nuoto è parte integrante della cultura australiana e delle principali attività ricreative, per non parlare del successo che i nostri atleti olimpici e paralimpici hanno ottenuto in questo sport. Per generazioni i nuotatori australiani sono stati tra i migliori al mondo e sono nomi familiari sia in patria che all’estero. Al di fuori dei principali eventi internazionali è importante per Swimming Australia creare una piattaforma nazionale di alto livello per mostrare le nostre stelle attuali e future. Siamo lieti di lavorare con l’ASL per definire un campionato a cadenza annuale realizzato per la trasmissione televisiva, fornirà una competizione di alto livello per i nostri nuotatori e  coinvolgerà un vasto pubblico”.

Il capo allenatore nazionale di Swimming Australia Rohan Taylor:

“L’ASL è una notizia assolutamente fantastica per il nuoto australiano. Dal punto di vista degli allenatori avere un campionato professionistico offrirà con regolarità delle competizioni d’élite,  una opportunità per i migliori talenti australiani di competere contro i nostri migliori nuotatori. Con i premi in denaro prevedo che ogni round sarà molto combattuto e offrirà agli spettatori gare piene di azione che  vedrà il nuoto australiano raggiungere nuove vette”.

Il CEO dell’ASL Stuart Coventry ha dichiarato:

“L’ASL è entusiasta di collaborare con Swimming Australia per stabilire e gestire questo nuovo campionato di nuoto professionistico. Sarà un formato entusiasmante che offrirà un programma di eventi dal ritmo serrato che metterà gli atleti e le squadre l’uno contro l’altro in una competizione d’élite con molta azione, dentro e fuori dall’acqua. Questa competizione catturerà il pubblico, sarà un prodotto veloce, ricco di azione, molto divertente e incentrato sulla famiglia. Non vediamo l’ora di condividere maggiori dettagli sulla lega nei prossimi mesi in vista della serie inaugurale che inizierà nell’estate 2022. ”

ASL ha in programma di organizzare un primo evento di “opening night” nell’ottobre 2021 per dare il via a questo nuovo formato innovativo.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
Nessun articolo trovato.
  • CALENDARI E MEETING
Cesare Butini: "Un'Olimpiade anomala ma entusiasmante. Parigi è già dietro l'angolo". INTERVISTA ESCLUSIVA

Cesare Butini: “Un’Olimpiade...

Buongiorno Cesare, innanzi tutto: qual è il tuo bilancio di questa Olimpiade azzurra? Il bilancio è naturalmente molto positivo. Al ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu