Il Texas annuncia piani per pagare gli atleti

texas university

A giugno, la Corte Suprema ha stabilito all’unanimità che le università potrebbero fornire benefici finanziari di carattere monetario agli atleti, in aggiunta alle già presenti agevolazioni come: borse di studio, vitti e alloggi. La Corte ha stabilito che i premi finanziari per i risultati accademici dovrebbero essere consentiti, e i giudici  Neil Gorsuch e  Brett Kavanaugh hanno entrambi dato il via all’istituzione di leggi antitrust.

Ora, le scuole, inclusa l’Università del Texas, stanno approfittando di quella sentenza.

A partire dal semestre primaverile del 2022, il Texas assegnerà un “premio per il successo accademico” ai propri studenti-atleti. Il premio sarà di $ 2990 per semestre o $ 5980 per ogni anno accademico, ma non è chiaro quali saranno i requisiti per guadagnare questo premio.

Il direttore sportivo del Texas Chris Del Conte in un comunicato stampa ha dichiarato:

Siamo entusiasti di poter fornire ai nostri studenti-atleti ulteriore supporto, ma, cosa altrettanto importante, di continuare ad avviare programmi incentrati sul loro impegno e successo accademico. I nostri ragazzi hanno una meravigliosa opportunità di impegnarsi in un’esperienza accademica di livello mondiale mentre continueranno a competere sportivamente ai massimi livelli.

Adottiamo un approccio olistico all’esperienza accademica e atletica mentre incoraggiamo fermamente i nostri studenti-atleti a perseguire un lavoro significativo e vantaggioso.

L’Università del Texas non è l’unica istituzione che sta pianificando di implementare un tale programma che fornisce un pagamento diretto agli atleti. Un rapporto di  Sports Illustrated il mese scorso ha rivelato che la Ole Miss University aveva già iniziato a distribuire fondi ai suoi atleti, e tutti gli atleti che soddisfacevano i requisiti accademici sono stati pagati $ 2990.

Altre scuole potrebbero annunciare piani per implementare tali programmi nel prossimo futuro, sebbene non ci siano stati annunci pubblici fino a questo punto. Alcune scuole hanno espresso la preoccupazione che la concessione di tali pagamenti agli atleti possa creare iniquità negli sport olimpici come il nuoto, creando un divario tra scuole con ampie risorse finanziarie e scuole senza, ma è probabile che tali pagamenti diventino standard tra le università con abbondanti risorse.

Article: swimmingworldmagazine.com

ph.texassports.com

 

Nei giorni scorsi arena ha annunciato l’accordo con la campionessa olimpica nella rana, Lydia Jacoby, il primo accordo di sponsorizzazione del brand in base al nuovo regolamento NCAA NIL (nome, immagine e somiglianza acronimo di “Names, Images or Likeness”, che permette proprio di sfruttare il proprio nome, immagine o somiglianza per stringere accordi) entrato in vigore il 1° luglio 2021.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Adam Peaty: "... Se avessi avuto un piede rotto, avrei nuotato con uno"

Adam Peaty: “… Se avessi avu...

Adam Peaty (27) a poche ore dall'ufficialità della sua presenza ai Giochi del Commonwealth ed ai Campionati Europei di Roma, ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu