Legge di bilancio 2022, cosa cambia per lo sport

Non certamente in modo tale da garantire la sicurezza del comparto, ma la Legge 30/12/2021 n. 234, che definisce il bilancio dello Stato per il 2022, si occupa anche di sport. In particolare:

  • Art. 115 : si riduce a 23 anni il limite massimo di età per l’assunzione di lavoratori sportivi con contratto di apprendistato per società e associazioni sportive “professionistiche” (probabile refuso?)
  • Art. 185: per le federazioni sportive nazionali riconosciute dal CONI, gli utili derivanti dall’esercizio di attività commerciale non concorrono a formare il reddito imponibile ai fini dell’imposta sul reddito delle società (IRES) e il valore della produzione netta ai fini dell’imposta regionale sulle attività produttive (IRAP), a condizione che in ciascun anno le federazioni sportive destinino almeno il 20 per cento degli stessi allo sviluppo, diretto o per il tramite dei soggetti componenti delle medesime federazioni, delle infrastrutture sportive, dei settori giovanili e della pratica sportiva dei soggetti con disabilità
  • Art. 188: è integrata di 5 milioni di euro per il biennio 2022-2023 la dotazione finanziaria per la pratica dello sport nelle università
  • Art. 190: Confermata per il 2022 la disciplina del credito d’imposta del 65% per le erogazioni liberali per interventi di manutenzione e restauro di impianti sportivi pubblici e per la realizzazione di nuove strutture sportive pubbliche, di cui all’articolo 1, commi da 621 a 627, della legge 30 dicembre 2018
  • Artt. 329-347: vengono definiti tempi modi e risorse per l’introduzione  dell’insegnamento dell’educazione motoria nella scuola primaria, nelle classi quarte e quinte, da parte di docenti forniti di idoneo titolo di studio (laurea in scienze motorie o titolo equipollente)
  • Art. 368: è istituito il Fondo unico nazionale per il turismo di conto capitale per la realizzazione di investimenti finalizzati ad incrementare l’attrattività turistica del Paese, anche in relazione all’organizzazione di manifestazioni ed eventi, compresi quelli sportivi, connotati da spiccato rilievo turistico, garantendo positive ricadute sociali, economiche ed occupazionali sui territori e per le categorie interessate, con una dotazione di 250 milioni di euro per il periodo 2022-2025
  • Artt. 534-542: è previsto un contributo di 300 milioni di euro per investimenti in impiantistica anche sportiva per aggregazioni di comuni con meno di 15mila abitanti
  • Artt. 671-673: è istituito un fondo di 2 milioni di euro per la prevenzione del cyberbullismo al quale possono accedere anche le associazioni (non sono nominate le società) sportive dilettantistiche
  • Artt. 917-922: si prevede la riassegnazione al CONI dei contratti di lavoro ceduti a Sport e Salute S.p.A. prima del 31 gennaio 2021, disposizione che da mesi invocava Giovanni Malagò
  • Artt. 923-924: sono sospesi, per le federazioni sportive nazionali, gli enti di promozione sportiva e le associazioni e società sportive professionistiche e dilettantistiche, con domicilio fiscale, sede legale o sede operativa in Italia e operanti nell’ambito di competizioni sportive in corso di svolgimento, i termini relativi: ai versamenti delle ritenute alla fonte operate in qualità di sostituti d’imposta, dal 1° gennaio al 30 aprile 2022; agli adempimenti e ai versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria, dal 1° gennaio al 30 aprile 2022; ai versamenti dell’Iva in scadenza nei mesi di gennaio, febbraio, marzo e aprile 2022; ai versamenti delle imposte sui redditi in scadenza dal 10 gennaio al 30 aprile 2022. I pagamenti sospesi andranno effettuati, senza sanzioni e interessi, in un’unica soluzione entro il 30 maggio 2022 ovvero, sempre a partire da quella data, fino a un massimo di sette rate mensili di pari importo, per quanto riguarda il 50% del totale dovuto, con un’ultima rata per il valore residuo entro il 16 dicembre
  • Art. 970: è prevista la nomina, da parte dell’autorità di governo competente in materia di sport di uno dei tre componenti dei collegi dei revisori dei conti delle federazioni sportive nazionali e delle discipline sportive associate
  • Art. 1006: sono inseriti tra i redditi diversi elencati alla lettera m), comma 1 dell’articolo 67, TUIR, (compensi per esercizio diretto di attività sportiva dilettantistica, esclusi dalla formazione del reddito fino all’importo di 10mila euro annui), i premi e i compensi erogati, nell’esercizio diretto di attività sportive dilettantistiche, da VSS (Federazione delle associazioni sportive della provincia autonoma di Bolzano) e USSA (Unione delle società sportive altoatesine), operanti prevalentemente nella provincia autonoma di Bolzano

Legge di bilancio 2022 – Testo integrale

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Adam Peaty: "... Se avessi avuto un piede rotto, avrei nuotato con uno"

Adam Peaty: “… Se avessi avu...

Adam Peaty (27) a poche ore dall'ufficialità della sua presenza ai Giochi del Commonwealth ed ai Campionati Europei di Roma, ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu