Day 4, Fabio Scozzoli: “Tete bravissimo. Oro e argento è davvero un gran bel bottino!”

Quarta giornata di finali del campionato del mondo di Budapest e quarto giorno di commento di Fabio Scozzoli. Molto apprezzato dai lettori il suo contributo, sempre posato e pro-attivo, sempre attento a trovare spiegazione tecnica e un’attenzione particolare per ogni atleta. 

Questa sera, nel giorno del compleanno di sua moglie Martina Carraro (Auguri!) ha commentato così la giornata di gare:

 

Gli 800 stile libero sono stati veramente una bella gara. Credo che livello medio di questa gara si sia alzato un bel po’ rispetto al passato.  Purtroppo non è andata come speravamo. Oggi è venuto fuori l’unico difetto di Greg (Gregorio Paltrinieri), il non avere lo sprint finale. Purtroppo non è riuscito ad imporre il ritmo per spezzare la gara, ma ha nuotato un ottimo tempo, 7.41.14. 

Gabri (Gabriele Detti – 7’47”75) non è nei suoi giorni migliori però è sempre lì, competitivo e presente. Per ritrovare il suo smalto, a mio parere personale, deve ritrovare la fame dei giorni migliori, la fame agonistica. 

I 100 stile libero sono stati veramente una grandissima sorpresa. Ho goduto tantissimo. Dopo stamattina Mire (Alessandro Miressi) era deluso ma è riuscito a tirare fuori l’impossibile. Di certo non è nella sua miglior condizione di sempre, ma ha nuotato 47.89. Con questa gara ha dimostrato quanto sia forte, soprattutto di testa. In una condizione non ottimale è difficile riuscire a dare anche quello che non hai. Tutti ci aspettiamo sempre tanto da lui, si pensa sempre alla medaglia, ma siamo umani e sono felicissimo per quello che è riuscito a fare. Oggi mi ha fatto veramente godere, perché non è un risultato da poco, ha fatto vedere di essere un atleta maturo e forte. 

MIRESSI Alessandro ITA
100m Freestyle Men Heats
Swimming
FINA 19th World Championships Budapest 2022
Budapest, Duna Arena 21/06/22
Photo Andrea Staccioli / Deepbluemedia / Insidefoto

 

Grande progresso quello di Lorenzo Zazzeri, che è arrivato a nuotare sotto i 48 (47”96 e 48.04 in spareggio). Purtroppo ha perso lo spareggio nuotando però 48 per una seconda volta. Nemmeno lui avrebbe pensato di nuotare in meno di due ore 2 da 100 stile libero a quel livello. Per due volte il suo record. Ricordiamo che prima di stasera il suo personale era 48.2: tanto di cappello anche anche per lui. 

Nei 50 dorso Silvia Scalia ha nuotato bene entrambe le volte (27”72 e nello spareggio 27.65), registrando peraltro il record italiano proprio nello spareggio, che purtroppo non le ha dato accesso alla finale. Credo non si possa recriminare proprio nulla. 

Nei 200 farfalla Alberto Razzetti ha peggiorato un pelo rispetto a ieri (1.55.52). Penso però che comincino anche a farsi sentire le fatiche. Stamattina ha gareggiato e poi oggi pomeriggio ha nuotato anche un ottimo tempo nei 200 misti (1.58.02 – meno di 45 minuti dopo i 200 delfino). Come ha detto lui, il 200 misto riesce a nuotarlo bene in vasca corta ma per la lunga ci vuole ancora un po’ di tempo. È giovane forte e riuscirà ad esprimersi al meglio in entrambe le distanze. 

Nei 50 rana Tete è stato bravissimo (b 26.51 – argento). Alla fine in una gara del genere puoi perdere per tre centesimi così come puoi vincere per uno o due. Non può recriminarsi nulla: oro e argento è davvero un gran bel bottino. 

FINK Nic USA Bronze Medal, MARTINENGHI Nicolo ITA Gold Medal
100m Breaststroke Men Final
Swimming
FINA 19th World Championships Budapest 2022
Budapest, Duna Arena 19/06/22
Photo Andrea Staccioli / Deepbluemedia / Insidefoto

 

Simone Cerasuolo (26.98) è stato bravissimo. È riuscito a migliorarsi ancora: il quinto posto mondiale è davvero un gran risultato per un atleta alla sua prima convocazione. Era l’atleta più giovane della finale. 

Alla staffetta (Thomas Ceccon, Nicolò Martinenghi, Elena Di Liddo, Silvia Di Pietro – 3.41.67) credo che sia mancato davvero poco, poco più di un decimo, per il podio. Sono stati tutti bravissimi. L’unica cosa che è mancata è stato il miglior Ceccon, ma significa che avrebbe dovuto ri-nuotare il record del mondo e direi che non è proprio cosa scontata. Per quanto lui non faccia trasparire molto le emozioni, di certo ha un po’ pagato la giornata di ieri e penso che glielo si possa concedere!

ITA – Italy, CECCON Thomas
4×100 Freestyle Relay Men Heats
Swimming
FINA 19th World Championships Budapest 2022
Budapest, Duna Arena 18/06/22
Photo Andrea Staccioli / Deepbluemedia / Insidefoto

 

ARTICOLI CORRELATI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
Nessun articolo trovato.
  • CALENDARI E MEETING

XXII Coppa della Perdonanza

L’Aquila
03-12-22

1° Livorno Winter Meet

Livorno
17-12-22

Laus Christmas Cup

Lodi
18-12-22
Solidarietà Olimpica: dalla nascita al giorno d’oggi, una storia raccontata da Pere Mirò

Solidarietà Olimpica: dalla nascita al g...

Pere Mirò entra a far parte del Comitato Olimpico Internazionale (CIO) nel 1992 su richiesta dell’allora presidente Juan Antonio Samaranch, ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu