CONI-ISTAT. Presentati “I Numeri dello Sport 2019-2020”. La pandemia costa allo sport 1.760.000 tesserati e 5166 società in meno

Ieri presso il Foro Italico di Roma è stato presentato il report “I Numeri dello Sport 2019-2020” elaborato dal Centro Studi e Uffici Statistici del CONI alla presenza del Presidente del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, Giovanni Malagò, del Presidente dell’ISTAT, Gian Carlo Blangiardo e del Segretario Generale del CONI, Carlo Mornati.

Il Presidente del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, Giovanni Malagò

“Riprendiamo questa vecchia e sana abitudine tra l’ISTAT e il CONI, due enti pubblici, con gli oneri e gli onori di essere nel pubblico. L’abitudine di raccontare quello che è successo che è non solo importante ma doveroso. Lo facciamo con il più autorevole interlocutore che ringraziamo per la straordinaria collaborazione offerta. Questi dati sono fortissimamente alterati da quello che è successo non solo nel nostro Paese e non si può non tenere conto di quello che è successo. Va tenuto conto inoltre che nell’ambito dei tesseramenti e delle affiliazioni ci sono Federazioni che fanno i tesseramenti sull’anno solare e altre sull’anno sportivo. ll numero dei tesserati è sceso ai livelli del 2008. C’è stato anche un calo nell’associazionismo ma sinceramente avremmo pensato a numeri maggiori. È prevedibile inoltre che si registrerà una significativa perdita nell’anno sportivo 2021 nonostante il trend diffuso della cultura sportiva del nostro Paese. Sono dati molto importanti e vorrei sottolineare inoltre che l’aspetto demografico è la prima istanza del nostro mondo, che deve ottenere delle risposte da chi di competenza. L’Italia è ferma a una cifra apparente di 60 milioni di persone. Stiamo lavorando sul materiale umano che in 20 anni ha perso 5 milioni di italiani che sono normalmente le persone che utilizziamo per fare grande il nostro Paese nello sport. Se perdiamo 5 milioni in 20 anni, pur avendo i migliori tecnici e in assoluto la migliore organizzazione, è chiaro che se non succede qualcosa sarà impossibile ottenere quei risultati che ci hanno fatto diventare un modello da imitare”.

Dai dati presentati emerge che nel 2020 il movimento sportivo ha raccolto oltre 13 milioni 113 mila persone tesserate e 115 mila società sportive, registrando, rispetto al 2019, un calo di oltre 1 milione e 760 mila tesserati/iscritti, da addebitare principalmente all’emergenza sanitaria provocata dalla pandemia. In calo anche le affiliazioni: 146.961 (contro le 154.128 del 2019), con le Associazioni/Società sportive dilettantistiche iscritte al Registro del CONI chepassano da 120.635 a 115.469 soggetti giuridici distinti.  Il 2020 conta 11 milioni 857 mila atleti tesserati o praticanti iscritti; 731 mila sono dirigenti; 490 mila tecnici e 101 mila ufficiali di gara.

Qui sotto a confronto i numeri del nuoto 2019-2020 .

Ulteriori dettagli sulla brochure con tutti i dati, segue link.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Adam Peaty: "... Se avessi avuto un piede rotto, avrei nuotato con uno"

Adam Peaty: “… Se avessi avu...

Adam Peaty (27) a poche ore dall'ufficialità della sua presenza ai Giochi del Commonwealth ed ai Campionati Europei di Roma, ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu