Campionato Italiano Giovanile di nuoto paralimpico.

Il conto alla rovescia è iniziato: domenica 7 maggio 2023 alle ore 9, presso la piscina La Bastia “Massimo Rosi” di Livorno, si svolgerà il Campionato Italiano Giovanile di nuoto paralimpico. A sfidarsi nella vasca da 25 metri saranno oltre centodieci giovani atleti, in rappresentanza delle quarantasei società italiane, a caccia del titolo e di nuovi primati.

La competizione nazionale sarà presentata oggi, giovedì 4 maggio alle ore 15.30, in una conferenza stampa nella Sala delle Cerimonie del Comune di Livorno. Ad aprire l’evento saranno i saluti istituzionali del padrone di casa il Sindaco di Livorno Luca Salvetti e del presidente della Federazione Italiana Nuoto Paralimpico Roberto Valori. Interverranno per l’occasione anche il Presidente della Toscana Disabili Sport Maurizio Melis, il delegato provinciale Cip Roberto Volpi, il Garante dei Disabili Valerio Vergili e il delegato regionale Finp Toscana Eleonora Bologna.

Domenica 7 maggio la Società Sportiva Toscana Disabili Sport assieme alla delegazione regionale Finp Toscana ospiteranno per la prima volta il Campionato Italiano Giovanile di nuoto paralimpico, all’interno del quale, si svolgerà il “Meeting Nazionale Giovanile Fisdir”.

La partecipazione al Campionato riservata a tutti gli atleti nati dal 2004 al 2013 è suddivisa in tre categorie: Esordienti (2013 – 1010), Ragazzi (2009 – 2007) e Juniores (2006 – 2004). Il programma stilato sulla base delle iscrizioni prevede: 50 dorso, 100 stile libero, 50 farfalla, 100 farfalla, 100 dorso, 50 rana, 100 rana e 50 stile libero.

La società più numerosa iscritta è la Polha Varese con 13 atleti, seguita Crocera stadium con 8 atleti e dalla S.S. Lazio nuoto con 7 atleti, mentre i più giovani del Campionato sono: Simone Migliara S7 e Thomas Longo S13 (Polha Varese), Sara Di Marco S3 (Rosetana nuoto), Maya Olivieri S8 (Pol. Terraglio).

Tenuto conto dell’importanza che riveste tale Campionato sarà presente alle gare il presidente della Federazione Italiana Nuoto Paralimpico, Roberto Valori ed il segretario generale Fabrizio Daffini, a bordo vasca invece l’occhio attento del dell’allenatore nazionale – settore Giovanile Enrico Testa.

 

Matteo Rivolta: "È una scelta coraggiosa, dolorosa ma necessaria, nel rispetto mio e di chi con me ha lavorato, sofferto, sognato."

Matteo Rivolta: “È una scelta coraggiosa...

Essere atleta è sicuramente difficile: l'allenamento, la prestazione, accettare la sconfitta e in caso di vittoria il peso di doversi ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative