Il caso Kristóf Milák. “Nessuno riesce a contattarlo, è impossibile comunicare con lui”.

Il capo allenatore della nazionale di nuoto ungherese, Sós Csaba, nel corso di una intervista post Europei rilasciata ad una emittente televisiva, ha dichiarato che ad oggi è molto difficile pensare di poter vedere Kristóf  Milák (23) alle Olimpiadi di Parigi,  perché al momento nessuno riesce a comunicare con lui, il tecnico ungherese spera che possa tornare ad allenarsi nel mese di gennaio, in tal caso dice che qualche speranza di vederlo ai Giochi potrebbe ancora esserci, nonostante i sei mesi lontano dalle piscine.  Ha poi aggiunto di non avere idea di cosa stia succedendo esattamente al campione olimpico in carica e detentore del record mondiale dei 200 farfalla, perché nel recente passato non c’è stato nessun segnale che potesse far pensare ad una crisi del genere.

“Anche se tornasse è certo che Parigi non sarà come avrebbe potuto essere. Un’altra questione è se dovesse tornare ad allenarsi a gennaio, allora potrebbe anche vincere … Nessuno riesce a contattarlo, è impossibile comunicare con lui. Se non risponde al telefono quando lo chiamo come possiamo parlare?

Articoli correlati

Cesare Butini: Verso Parigi 2024, passando per Doha.

Cesare Butini: Verso Parigi 2024, passan...

In occasione degli Europei di Otopeni, svoltisi dal 5 al 10 dicembre scorso, ci siamo confrontati con il Direttore Tecnico ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative