Swim-To 2024: la conferenza stampa della settima edizione.

Nel pomeriggio info, startlist e timing della competizione.

Il giorno 5 febbraio si è tenuta la conferenza stampa di Swim-To 2024 presso il Palazzo del Nuoto a Torino.

Tutto è pronto per la settima edizione di questa manifestazione che si svolgerà nelle giornate di venerdì 9, sabato 10 e domenica 11 febbraio.

Il grande nuoto sotto la Mole ritorna dopo uno stop forzato di tre anni a causa della pandemia. Un rientro atteso, dimostrato dai numeri della competizione rispetto  all’ultima edizione del 2020:

  • 19 regioni
  • 5 rappresentative regionali FIN (Sardegna, Liguria, Toscana, Veneto, Lombardia)
  • 1 rappresentativa nazionale FIN (Nazionale Giovanile)
  • 101 società
  • 1.560 atleti
  • 4.337 presenze gara
  • 35 formazioni di staffette
  • 110 finali
  • 2 campi gara
  • 124 primati

Cristiano Guerra, ideatore e direttore di Swim-To:

Vorrei partire dai ringraziamenti, perché quest’anno più degli anni scorsi non sarebbe stato possibile mettere in piedi nulla se non ci fosse stata la partecipazione di molte persone. A cominciare dal Comitato Regionale, che ci ha rinnovato la fiducia; il Direttore Tecnico del Palazzo del Nuoto, che ci ha supportato prima e ci supporterà durante la manifestazione;  Cesare Butini, il Direttore Tecnico della Nazionale Assoluta, che ci ha onorato della sua presenza. E naturalmente a tutto lo staff del Centro Nuoto Torino.

Il livello tecnico della manifestazione non è mai stato così alto. Abbiamo il piacere e l’onore di ospitare cinque rappresentative regionali. Siamo partiti nel 2014 con un profilo abbastanza basso, ma ottenendo un buon riscontro. Non ci aspettavamo questi numeri, il nostro Trofeo risulta fra i migliori in Italia tra quelli extra federali. Credo che l’aspetto vincente sia il format della manifestazione: due vasche, lunga e corta, con qualificazioni in corta e finali in lunga. Un format unico in Italia, ma anche in Europa, che consente in un’unica manifestazione di poter ottenere qualifiche valide sia per la vasca lunga che per la vasca corta.

Luca Vergnano, il direttore del Centro Nuoto Torino:

Ci siamo fermati in un pomeriggio di una domenica del 2020; ritorniamo dopo quattro anni. La settima edizione cade nell’anno olimpico e nell’anno in cui la società festeggia i sessant’anni.

Il livello di questa manifestazione collima perfettamente con il livello che questa società ha sempre voluto mantenere, oggi è rappresentato dalle persone che sono qui presenti vicino a me: il tecnico Antonio Satta, e tre esponenti di vertice di una squadra di altissimo profilo, Alessandro Miressi, Ludovico Blu Art Viberti e Benedetta Pilato, che per noi è comunque un’atleta di casa, anche se non c’è il nostro nome nel tesserino, Benedetta è diventata parte della nostra realtà.

Luca Albonico, Presidente del Comitato Piemonte e Valle D’Aosta:

Ringrazio tutti i presenti per essere qui oggi: in particolare Antonio Satta, i nostri atleti e Cesare Butini; per noi è un piacere e un onore. Il Centro Nuoto Torino è motivo di orgoglio per il nuoto piemontese e questa manifestazione ne è il fiore all’occhiello. Non solo per l’aspetto tecnico, ma anche per l’alto profilo dirigenziale: il nostro comitato si avvale di figure come Luca Vergnano che alzano notevolmente il livello per quanto riguarda il settore nuoto.

Ci tenevo molto a fare i complimenti alle società, perché dopo la pandemia il nostro movimento non ha attraversato errato momenti facili per quanto riguarda la gestione degli impianti. Ma la maggior parte di loro ne sono uscite con grande professionalità.

Come Comitato Regionale, insieme a Cristiano Guerra, abbiamo anche ideato un premio dedicandolo a un nostro caro amico che ha iniziato la sua carriera insieme a noi in Piemonte, che è Stefano Nurra. Riguarderà i 100 e i 200 stile libero e le video analisi, ossia il suo lavoro.

Alessandro Miressi, Benedetta Pilato, Ludovico Blu Art Viberti e il tecnico Antonio Satta

Gianfranco Poqueddu, vice Presidente del CONI Piemonte:

Finalmente il grande nuoto ritorna a Torino: noi non possiamo che essere felici di questo! A nome del CONI regionale voglio fare gli auguri a questa manifestazione: dopo anni di pandemia avevamo bisogno di vivere lo sport in maniera naturale. È l’occasione per riprendere in maniera ufficiale e con un altissimo livello. Auguri a tutti.

Cesare Butini, Direttore Tecnico della Squadra Nazionale Assoluta:

Anzitutto ringrazio per l’ospitalità. Ci tenevo a essere presente non solo per l’amicizia che mi lega a Cristiano (Guerra), ma anche per rispetto nei confronti di un meeting che nasce nel 2013 in sordina e che ora è diventato un punto di riferimento nazionale. I numeri che ci sono stati presentati ne sono la testimonianza. Ma questo prova anche l’impegno e la sinergia che c’è a livello di Comitato e di Regione.

È un’occasione importante per far divertire e far crescere gli atleti più giovani, testare gli atleti più maturi, ma soprattutto è un’opportunità per presentare il nostro sport.

Purtroppo il calendario di quest’anno è parecchio complicato: ci sono eventi che si sovrappongono. Purtroppo, o per fortuna, trentaquattro atleti non ci saranno a Torino, perché impegnati a Doha con i Campionati del Mondo. Ma nonostante questo, guardando la start list, ho visto che comunque sarà presente il meglio del nuoto italiano. Questo conferma l’eccellente livello di questo meeting.

Cesare Butini

Articoli correlati

 

Cesare Butini: Verso Parigi 2024, passando per Doha.

Cesare Butini: Verso Parigi 2024, passan...

In occasione degli Europei di Otopeni, svoltisi dal 5 al 10 dicembre scorso, ci siamo confrontati con il Direttore Tecnico ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative