SWIM-TO 2024: Marco Menchinelli con la rappresentativa FIN Italia.

Alla settima edizione di SWIM-TO 2024 è presente una rappresentativa FIN Italia, guidata da Marco Menchinelli. Abbiamo chiesto al responsabile delle Squadre Giovanili Nazionali quale fosse la sua impressione su questo meeting, che oggi è alla terza e ultima giornata di gare.

È un meeting di alto livello, con partecipazioni di qualità. Nonostante alcuni nomi importanti del nuoto siano in questo momento impegnati a Doha, in vasca si è visto nuoto di buon livello.

La combinazione della vasca corta con quella lunga trovo sia eccellente. I numeri di questo trofeo sono sicuramente importanti: questo consente di mettere agli atleti la giusta pressione. È un’occasione importante, anche per i più giovani, per fare esperienza: di fatto un meeting con molti atleti e con un livello alto crea una situazione di stress che per gli atleti più giovani è stimolante e allo stesso tempo allenante. Inoltre il poter gareggiare in vasca lunga a un mese circa di Campionati di Riccione è assolutamente importante e positivo.

Ovviamente i ritmi di un trofeo sono intensi, ma questo si sapeva. È un’esperienza che credo valga assolutamente la pena di ripetere. L’organizzazione ha funzionato alla grande e questa non è una cosa scontata, ma indispensabile. La qualità e l’alto livello del trofeo si è visto anche sotto questo aspetto. Ritmi e tempistiche ben studiate e una location assolutamente adeguata, con tutti gli spazi di cui un atleta può aver bisogno per esprimersi al meglio.

Cesare Butini: Verso Parigi 2024, passando per Doha.

Cesare Butini: Verso Parigi 2024, passan...

In occasione degli Europei di Otopeni, svoltisi dal 5 al 10 dicembre scorso, ci siamo confrontati con il Direttore Tecnico ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative