Antonio Satta: ” … Dodici giorni pieni di emozioni, sono soddisfatto.”

Di ritorno dagli appena conclusi Campionati del mondo di Doha abbiamo raggiunto il collega torinese Antonio Satta per raccogliere qualche breve considerazioni in merito al mondiale dei suoi atleti che hanno vinto un totale di quattro medaglie iridate; 2 argenti e 2 bronzi.

Da sinistra: Alessandro Miressi (CN Torino – Fiamme Oro), Benedetta Pilato (CC Aniene – Fiamme Oro), Ludovico Blu Art Viberti (CN Torino) e Antonio Satta alla conferenza stampa di SWIM-TO 2024 in partenza per i Campionati del mondo di Doha. PH: Lc Zone. 

Antonio Satta

Non è semplice fare un bilancio del campionato subito appena rientrati, perché sono stati dodici giorni pieni di emozioni, la squadra sì è ri-confermata protagonista a livello mondiale. Ovviamente ci sono state cose positive ed altre più complicate, ma questo fa parte dello sport.

Per quanto riguarda gli atleti che fanno parte del mio gruppo,  quello che posso dire al momento è che sono molto felice per tutti e tre i ragazzi, in maniera chiaramente differente l’uno dall’altro.

Benedetta (Pilato) ha affrontato il campionato in una condizione non eccezionale, ma nonostante ciò ho sempre provato a fare il meglio e si è aggiudicata la quarta medaglia mondiale dei 50 rana consecutiva che è senza dubbio un risultato storico.

C’è poi stato l’esordio di  Ludovico Viberti che è stato particolarmente emozionante perché vederlo, nel giro di pochi mesi,  passare nel contesto internazionale e giocare acon gli altri senza senza problemi è stato emozionante,  sicuramente un momento di grande crescita per lui che ci porterà a provare in tutti modi di trovare la qualificazione olimpica, per quanto sappiamo che i nostri avversari sono molto forti.

E poi c’è stato il campionato di Alessandro (Miressi) che ci ha regalato una medaglia che da tanto tempo  sognavamo per cui sono sono contento e il computo è sicuramente positivo, nei prossimi giorni avremo modo di analizzare meglio questo campionato che regalato tante tante emozioni, su tutte mi viene in mente il sorriso e l’esultanza di Sansone dopo la vittoria della medaglia della 4×100 mista in chiusura di campionato, vedere quella gioia è un bel segnale, un simbolo di cosa si può fare nel giro di qualche mese se ci si crede davvero.

Vorrei ringraziare i colleghi, con il passare degli anni si stanno sempre più rafforzando i rapporti, ritengo sia uno dei punti di forza, la coesione e il desiderio di scambiarsi pareri aiuta la crescita generale della squadra.

100 STILE LIBERO UOMINI

4X100 STILE LIBERO UOMINI

50 RANA DONNE

4X100 MISTA UOMINI

 

Articoli correlati

Matteo Rivolta: "È una scelta coraggiosa, dolorosa ma necessaria, nel rispetto mio e di chi con me ha lavorato, sofferto, sognato."

Matteo Rivolta: “È una scelta coraggiosa...

Essere atleta è sicuramente difficile: l'allenamento, la prestazione, accettare la sconfitta e in caso di vittoria il peso di doversi ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative