Stefano Franceschi “Dobbiamo concentrarci sul nostro, fare il massimo, solo così si può stare in pace con la propria coscienza.”

Stefano Franceschi, di rientro dai Campionati del Mondo di Doha, commenta i suoi ragazzi. Sicuramente con entusiasmo, visti i risultati. Ma anche con occhio critico, consapevole che è solo un altro gradino verso la vetta.

Sono abbastanza soddisfatto di questi Mondiali. Non nascondo un pò di preoccupazione per Sara, perché la spalla è ancora dolorante. Sono felice di quello che è riuscita a fare, considerato che non era al cento per cento della forma. Lei ovviamente vuole continuare a gareggiare, io vorrei che si concedesse un pò di tempo per recuperare bene in modo da ripartire senza intoppi. Avere la qualificazione in tasca sicuramente da un pò di tranquillità, non mi aspettavo assolutamente che potesse fare ciò che ha fatto nell’ultimo giorno di gare. Non lo so spiegare: ha tirato fuori quello che nessuno forse avrebbe immaginato, ed è stata davvero brava.

Italian coach Stefano Franceschi kisses his daughter Sara Franceschi after the 400m Individual Medley Women Final during the 21st World Aquatics Championships at the Aspire Dome in Doha (Qatar), February 18, 2024. Sara Franceschi placed third winning the bronze medal.

Anche Alberto Razzetti è stato davvero bravo. Anche per lui le condizioni non erano ottimali, o perlomeno non come quelle di novembre. Ha fatto davvero un ottimo 200 farfalla, migliorando anche il suo personale, nel bronzo nei 200 misti ha nuotato a un secondo dal suo personale, ma facendo una buona gara. Nei 400 misti abbiamo ancora qualcosa da migliorare, dobbiamo lavorarci in prospettiva olimpica. La concorrenza non è da poco: Léon Marchand possiamo dire che sta su un altro pianeta, ha dei margini in termini cronometrici a dir poco importanti, ma poi si può dare battaglia. Dobbiamo concentrarci sul nostro, fare il massimo, solo così si può stare in pace con la propria coscienza. È cresciuto molto, agonisticamente parlando; è maturato e sono davvero contento di lui.

Alberto Razzetti of Italy reacts after winning the bronze medal in the swimming 200m Butterfly Men Final during the 21st World Aquatics Championships at the Aspire Dome in Doha (Qatar), February 15, 2024.

Matteo Ciampi ha fatto un ottimo Campionato del Mondo, è andato ancora più forte di novembre. Dal 2018 è una presenza stabile della staffetta 4×200, ha nuotato la sua frazione in 1’46.00 che è davvero un’ottima prestazione che ci proietta sulle prossime gare e sugli obiettivi olimpici.

Matteo Ciampi of Italy prepares in the swimming 400m Freestyle Men Heats during the 21st World Aquatics Championships at the Aspire Dome in Doha (Qatar), February 11th, 2024.

 

Sofia Morini è un’atleta giovane, che sta muovendo i suoi primi passi in ambito internazionale. È il suo secondo Mondiale ed è stata brava: ha nuotato in 1’59.3, a soli 5 decimi dal suo personale nei 200 stile. In ottica Mondiale e in un contesto di staffetta, è un’atleta che sta crescendo molto. Credo che possa diventare un riferimento importante sia per la 4×100 che per la 4×200. Ora aspettiamo di vedere il Campionato Italiano di Riccione.

Sofia Morini of Italy trains during the 21st World Aquatics Championships at the Aspire Dome in Doha (Qatar), February 09th, 2024.

 

Mi auguro che Francesca Fangio riesca a sbloccarsi e dimostrare quanto vale: si allena senza chiedere sconti e a rana è sicuramente una delle atlete più rappresentative al mondo. Ha una tecnica di nuotata che auguro ad ogni ranista, con una gambata favolosa. Deve ricominciare a credere in sé stessa e a trasferire tutto ciò che mette nell’allenamento anche in gara.

Francesca Fangio of Italy competes in the swimming 200m Breaststroke Women Heats during the 21st World Aquatics Championships at the Aspire Dome in Doha (Qatar), February 15, 2024.
Matteo Rivolta: "È una scelta coraggiosa, dolorosa ma necessaria, nel rispetto mio e di chi con me ha lavorato, sofferto, sognato."

Matteo Rivolta: “È una scelta coraggiosa...

Essere atleta è sicuramente difficile: l'allenamento, la prestazione, accettare la sconfitta e in caso di vittoria il peso di doversi ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative