Citi Para Swimming World Series, martedì la presentazione ufficiale a Lignano Sabbiadoro

Un’edizione da record! Boom di iscritti per la precisione 341 e ben 55 Nazioni partecipanti per una quattro giorni di sfide mozzafiato dal 14 al 17 marzo. La tappa italiana delle Citi Para Swimming World Series sarà l’ultima competizione internazionale prima dei Campionati Europei che si terranno al Ponteada di Madeira (Portogallo) dal 21 al 27 aprile.

Lignano Sabbiadoro (UD) è dunque pronta a ospitare per la sesta volta la tappa italiana delle World Series di Para Swimming, con gli atleti che torneranno nuovamente a tuffarsi nella piscina olimpionica del Villaggio Bella Italia & Efa: la prima volta nel 2018, con un successo che ha portato alla conferma nel 2019 e poi, dopo un anno di stop per il Covid, anche nel 2021, nel 2022 e nel 2023. Un appuntamento nato su iniziativa della FINP – Federazione Italiana Nuoto Paralimpico e che quest’anno ha portato alla partecipazione, con un’adesione internazionale sempre più in crescita: l’Italia con 68 atleti, gli USA con 21, la Germania e la Polonia con 15, saranno i Paesi più rappresentati. Non solo, perché in contemporanea la cittadina friulana ospiterà anche i Campionati Italiani Assoluti Invernali di Nuoto Paralimpico 209 atleti che vi prenderanno parte, in rappresentanza delle 67 società di appartenenza.

Qualche numero delle precedenti edizioni dei Campionati Assoluti:

  • 2023 Lignano 180 atleti di 59 team
  • 2022 Lignano 156 atleti di 48 team
  • 2021 Lignano 94 atleti di 38 team
  • 2020 Lignano cancellato per Covid – iscritti 151 di 52 team

Tra i 68 italiani iscritti alle Citi Para Swimming World Series brillano i nomi degli azzurri facenti parte della Nazionale Campione del mondo a Manchester 2023: Simone Barlaam (GS FF.OO/Polha Varese), Alberto Amodeo (GS Fiamme Gialle/Polha Varese), Francesco Bettella (GS FF.OO./Asd Civitas Vitae Sport Education), Luigi Beggiato (GS Fiamme Azzurre/GS Guardia di Finanza), Alessia Berra (GS Fiamme Azzurre/Polha Varese), Federico Bicelli (GS Fiamme Azzurre/Pol Bresciana no frontiere), Francesco Bocciardo (GS FF.OO./Nuotatori genovesi), Monica Boggioni (GS FF.OO./Pavia nuoto), Vincenzo Boni (GS FF.OO./Caravaggio Sporting Village), Manuel Mateo Bortuzzo (GS FF.OO.), Antonio Fantin (GS FF.OO./SS Lazio nuoto), Giulia Ghiretti (GS FF.OO./Ego nuoto), Carlotta Gilli (GS FF.OO./RN Torino), Karim Gouda (CC Aniene), Efrem Morelli (GS FF.OO./Canottieri Baldesio), Emmanuele Marigliano (CS Portici), Riccardo Menciotti (CC Aniene), Xenia Francesca Palazzo (GS Fiamme Azzurre/Verona Swimming Team), Angela Procida (GS Paralimpico Difesa/CS Portici), Alessia Scortechini (CC Aniene), Stefano Raimondi (G.S. FF.OO), Arianna Talamona (Polha Varese).

La tappa italiana del circuito mondiale delle Citi Para Swimming World Series e dei Campionati Italiani Assoluti Invernali saranno presentati in una conferenza stampa organizzata dalla FINP – Federazione Italiana Nuoto Paralimpico e dal COL – Comitato Organizzatore Locale, che si terrà a Lignano Sabbiadoro (UD), martedì 12 marzo alle 11.00 nella Sala Giunta del Municipio, in viale Europa 26.

La tavola rotonda verrà moderata da Tiziano Graziottin, Caporedattore del Gazzettino, interverranno: il Sindaco di Lignano Laura Giorgi, il Presidente delle Federnuoto Paralimpica Roberto Valori (in collegamento), il Presidente del Col Daniele Zotti, il General Manager nonché consigliere FINP rappresentante atleti e membro Col Francesco Bettella, il Delegato Regionale FINP Veneto Sandra Benedet, Antonio Saracino e Oliviero Castiglioni (COL World Series).

Altresì, saranno presenti: l’Assessore allo Sport di Lignano Sabbiadoro Giovanni Iermano, l’Assessore alla Sanità – Servizi Informatici – Politiche Sociali e Giovanili di Lignano Sabbiadoro Alessio Codromaz, un rappresentante del Comitato Italiano Paralimpico Friuli Venezia Giulia, la Polizia di Stato di Udine, il Comandante dei Carabinieri di Lignano Sabbiadoro Nicola Guercia, la Polizia Locale di Lignano Sabbiadoro, la Guarda Medical Srl e l’Azienda Sanitaria di Latisana e di Udine.

NOTIZIE CORRELATE

 

Matteo Rivolta: "È una scelta coraggiosa, dolorosa ma necessaria, nel rispetto mio e di chi con me ha lavorato, sofferto, sognato."

Matteo Rivolta: “È una scelta coraggiosa...

Essere atleta è sicuramente difficile: l'allenamento, la prestazione, accettare la sconfitta e in caso di vittoria il peso di doversi ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative