Lignano 2024, il bilancio del Comitato Organizzatore. Francesco Bettella: “Edizione da record, noi sempre impegnati a creare la migliore esperienza possibile per gli atleti”

Si è conclusa domenica 17 marzo a Lignano Sabbiadoro la 6° edizione di CITI World Series ospitata nel Villaggio Bella Italia, quattro giorni di competizioni emozionanti e appassionanti che hanno visto in acqua quasi 500 atleti provenienti da 55 Paesi. Una grande soddisfazione per il Comitato organizzatore locale che ha affrontato nuove sfide per alzare ancora una volta il livello della manifestazione.

Francesco Bettella, medaglia d’argento ai Giochi Paralimpici di Rio è impegnato in questi giorni con la doppia veste di atleta e general manager:

Siamo molto felici di come si è svolta questa edizione da record, che per noi è come se fosse la 7° visto che nel 2020 non si è potuta svolgere ma il comitato aveva lavorato come sempre duramente per organizzarla fino all’ultimo. L’edizione 2024 ha portato un numero mai visto di atleti e di nuove nazioni che per la prima volta si sono approcciate al mondo delle World Series, il nostro team ha fatto un lavoro straordinario per coordinare e supportare logisticamente le squadre che non hanno dimestichezza con la burocrazia necessaria a partecipare.
Bettella, medaglia d’argento ai Giochi Paralimpici di Rio è impegnato in questi giorni con la doppia veste di atleta e general manager: “E’ impegnativo e ogni anno diventa sempre più difficile gareggiare perchè passo molti giorni a curare il lato organizzativo trascurando la preparazione, ma è una prerogativa che mi sono dato fin dall’inizio, portare del comitato il punto di vista di un atleta per restituire ai nuotatori la miglior esperienza possibile, così facendo riesco ad avere una doppia prospettiva.

I risultati di questi giorni sono stati impreziositi dai due record mondiali a firma di Antonio Fantin (ITA) nei 100 stile libero maschili S6 e di Iam Yui Chan (HGK) nei 200 farfalla femminili S14. Numerosi anche i primati continentali, a quota undici, cinque dei quali siglati da Husnah Kukundakwe (UGA) atleta diciassettenne che sta riscrivendo la storia del nuoto paralimpico africano migliorando sensibilmente i primati diventando il volto di un movimento in crescita. Ventiquattro i record assoluti italiani battuti dagli Azzurri presenti e ancor più numerosi record giovanili migliorati principalmente durante le finali Youth dedicate alle categorie giovanili, utili a tutti i campioni del futuro per fare esperienza.

Durante i giorni precedenti all’inizio delle gare si sono svolte a Lignano le classificazioni internazionali fisiche, visive e intellettive-relazionali che grazie al dispiego di energie congiunto tra il Comitato Organizzatore e World Para Swimming hanno permesso a oltre 100 atleti di ottenere il requisito utile alla partecipazione ai prossimi eventi internazionali.

L’Italia, che vantava anche il gruppo più numeroso di atleti partecipanti alla tappa di World Series ha vinto il medagliere per nazioni con un totale di 17 medaglie (6 ori, 7 argenti e 4 bronzi). Al secondo posto la Gran Bretagna si è dimostrata un team consistente pareggiando gli ori Azzuri con un bottino totale di 9 medaglie (6 ori, 1 argento, 2 bronzi), chiude il podio la squadra degli Stati Uniti d’America con 3 ori, 2 argenti e 3 bronzi.

Questi giorni di gare sono stati una tappa fondamentale per tutti gli atleti che saranno impegnati tra circa un mese ai Campionati Europei di Madeira (POR) e in vista poi dell’evento più importante della stagione, i Giochi Paralimpici di Parigi 2024.

Link ai video della manifestazione
Link per rivedere le gare 
Sito della manifestazione

NOTIZIE CORRELATE

Matteo Rivolta: "È una scelta coraggiosa, dolorosa ma necessaria, nel rispetto mio e di chi con me ha lavorato, sofferto, sognato."

Matteo Rivolta: “È una scelta coraggiosa...

Essere atleta è sicuramente difficile: l'allenamento, la prestazione, accettare la sconfitta e in caso di vittoria il peso di doversi ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative