Mappatura della impiantistica sportiva. Protocollo d’intesa tra Sport e Salute e la Conferenza delle Regioni e Province Autonome

È stato avviato un progetto nazionale per mappare il territorio e alimentare una banca dati che guiderà le politiche pubbliche verso un piano regolatore nazionale dell’impiantistica sportiva. L’iniziativa, nata dalla firma di un protocollo d’intesa tra Sport e Salute e la Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, vede il supporto del Ministro per lo Sport e i Giovani, Andrea Abodi. Entro il 30 giugno, i Comuni dovranno fornire informazioni sugli impianti sportivi, contribuendo alla creazione di una banca dati che analizzerà dettagli come l’utilizzo degli impianti, i costi di gestione, e il rapporto domanda-offerta di sport per area territoriale. Questo strumento servirà a pianificare investimenti più mirati e a migliorare l’offerta sportiva e i servizi per i cittadini, promuovendo la diffusione dell’attività fisica e contribuendo al benessere e all’economia dei territori.

Ministro per lo Sport e i Giovani, Andrea Abodi.

“Questa firma ci da la possibilità di coniugare l’Articolo 33 con l’Articolo 117 della Costituzione. Ringrazio il Presidente Fedriga, il Presidente Mezzaroma e le loro strutture: questo protocollo, firmato oggi, concentra la sua attenzione su un fatto fondamentale che è l’implementazione del censimento che, attraverso questo accordo, si evolverà in una banca dati sulle infrastrutture sportive. Si arriverà, quindi, ad avere informazioni più significative che entreranno anche nel modello di gestione delle infrastrutture. Questa firma è un atto politico, non formale, per produrre effetti sul cittadino. Con questo accordo e con il lavoro complessivo che stiamo facendo, ogni risorsa verrà finalizzata con un senso logico che potrà essere anche ulteriormente sostenuta dalla valutazione dell’impatto sociale degli investimenti”.

Il Presidente della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga

“Una mappa aggiornata degli impianti sportivi in ogni regione consente una migliore conoscenza dei servizi offerti e aperti ai cittadini sul territorio. È uno strumento di servizio, utile per programmare e potenziare la diffusione delle attività sportive, rendere più capillari tali attività ottimizzando l’offerta e i servizi ai cittadini per tutte le fasce di età. Si potranno analizzare i settori da incentivare, le attività da qualificare, sempre nell’ottica della migliore fruibilità e accessibilità. Lo sport è un valore fondamentale per i territori, fa bene alla salute e al benessere dei cittadini, fa bene quindi anche all’economia, migliorando comportamenti, spirito di collaborazione e vita sociale”.

Articoli correlati

 

13° Meeting Squalo Blu

Serravalle (RSM)
26-04-24
Matteo Rivolta: "È una scelta coraggiosa, dolorosa ma necessaria, nel rispetto mio e di chi con me ha lavorato, sofferto, sognato."

Matteo Rivolta: “È una scelta coraggiosa...

Essere atleta è sicuramente difficile: l'allenamento, la prestazione, accettare la sconfitta e in caso di vittoria il peso di doversi ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative