Ombre cinesi. The New York Times: “L’incidente sarebbe rimasto nell’ombra, un segreto noto solo a pochi eletti”

Il quotidiano The New York Times torna sul caso della positività dei 23 nuotatori cinesi riscontrata sette mesi prima dei Giochi Olimpici di Tokyo, seguono alcuni passaggi dell’articolo “Takeaways From Our Chinese Swimming Investigation” scritto dal giornalista investigativo Michael S. Schmidt e dal suo collega Tariq Panja.

Estratto dall’articolo – Takeaways From Our Chinese Swimming Investigation

Un caso di doping che ha coinvolto alcuni nuotatori olimpici ha lasciato alcune domande senza risposta e ha sollevato nuove preoccupazioni sul comportamento dell’agenzia mondiale antidoping.

L’incidente sarebbe rimasto nell’ombra, un segreto conosciuto solo da pochi eletti, se i dettagli di uno degli episodi più curiosi nel nuoto non fossero usciti dai file sigillati delle organizzazioni incaricate di mantenere lo sport pulito.

Il sistema antidoping globale funziona come un sistema d’onore. Le principali nazioni sono incaricate di garantire che i loro atleti siano puliti e devono fidarsi che gli altri facciano lo stesso. Quindi è toccato al regolatore cinese del doping, noto come Chinada, indagare quando 23 atleti sono risultati positivi allo stesso farmaco nella medesima occasione.

[…]

… i cinesi non hanno fornito risposte a due domande fondamentali: come è entrato il TMZ nelle circostanze  dei loro atleti? E come ha fatto il farmaco, un potente farmaco per il cuore da prescrizione disponibile solo in forma di pillola, a diffondersi su varie superfici e contenitori in una cucina in cui il cibo è stato preparato per alcuni dei migliori atleti cinesi?

[…]

Al momento della positività, i nuotatori cinesi stavano finalizzando l’allenamento per  la prova di  qualificazione per le Olimpiadi di Tokyo … Per il Comitato Olimpico Internazionale, uno scandalo antidoping che vedeva coinvolti i cinesi, una potenza dello sport mondiale, sarebbe stato difficile da gestire in qualsiasi momento. Ma a metà del 2021, solo pochi mesi prima dell’apertura dei Giochi estivi, sarebbe stato un vero disastro.

Articoli correlati

ASCA World Clinic 2024

Orlando (USA)
04-09-24
Sara Curtis: "Sorridere è una buona medicina. Mi fido di Thomas, ma soprattutto lui si fida di me."

Sara Curtis: “Sorridere è una buona medi...

Il sorriso è il suo biglietto da visita. Per Sara Curtis si tratta di una stagione che sta evolvendo in ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative