Kliment Kolesnikov segue i risultati degli azzurri.

Il 23enne fuoriclasse russo, Kliment Kolesnikov, pluri-medagliato olimpico a Tokyo 2020, uno dei grandi assenti ai Giochi di Parigi 2024, senza dubbio l’atleta russo più talentuoso della sua generazione, ha rilasciato una intervista a Match TV, seguono alcuni passaggi. 

Estratto dall’intervista di Match TV 

Segui le competizioni internazionali? Guarderai le Olimpiadi?

Sì le sto seguendo. Sono iscritto ad alcuni gruppi di notizie dall’estero. Guardo come i ragazzi si comportano in Italia e USA. Guarderò le Olimpiadi.

Ci sono atleti che promuovono attivamente il loro brand nei social network, scrivono  sui media sportivi per promuovere la loro popolarità. Non vuoi muoverti in questa direzione?

Ho avviato un canale telegram. Scrivo lì quando voglio condividere qualcosa … Sono un atleta in attività, non ho sempre tempo per questo.

Quali sono i tuoi obiettivi?

Cerca di stabilire nuovi primati personali. Ognuno trova la propria motivazione.

Quali sono i tuoi piani per questa stagione? 

La finale della Coppa di Russia a fine luglio, la Champions Cup ad agosto e i Giochi dell’Amicizia a settembre. In generale questi sono i piani per la stagione. Dopo i Giochi dell’Amicizia vedremo cosa fare.

Gli atleti in generale esprimono il loro rammarico per l’isolamento internazionale e dicono che è difficile trovare la motivazione per l’allenamento. 

Io non ho alcun problema. Ma c’è una cosa che non risparmia nessun atleta che ha partecipato a competizioni internazionali, inizi a sentire la mancanza dell’atmosfera, dell’ambiente: atleti stranieri intorno, città diverse, piscine, il cambio di scenario. Tuttavia, personalmente il mio spirito competitivo non l’ho perso.

Dichiarazioni dello scorso 16 aprile

Non ti penti di aver rifiutato di partecipare ai Giochi Olimpici?

No. Mi sono rifiutato di partecipare ai Giochi Olimpici alle condizioni esistenti. Le condizioni non sono cambiate, e dunque anche la mia posizione. Non ho mai detto a priori che non volevo andare alle Olimpiadi, sto dicendo che non sono pronto a partecipare a queste condizioni. Questa era la mia posizione prima e non è cambiata adesso.

Articoli correlati

 

Sara Curtis: "Sorridere è una buona medicina. Mi fido di Thomas, ma soprattutto lui si fida di me."

Sara Curtis: “Sorridere è una buona medi...

Il sorriso è il suo biglietto da visita. Per Sara Curtis si tratta di una stagione che sta evolvendo in ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative