Katie Ledecky: “Gli 800 contro Simona Quadarella? Un’esperienza unica”

“Ci saranno sempre gare difficili, fino a questo punto della mia carriera ero stata fortunata a non dover mai scendere in acqua in condizioni di salute non ottimali”. A margine degli US Nationals Katie Ledecky commenta i suoi Mondiali ai microfoni di Swimming World Magazine.

“Sono stata colpita da un virus intestinale che mi ha procurato febbre, disidratazione, perdita di peso, insonnia. Ora sto meglio e mi prendo una pausa di riposo. È stata comunque un’esperienza che mi ha insegnato molto.  Gli 800 sono stati una bella gara, diversa da ogni altra che ho nuotato prima. Simona Quadarella mi ha messo a dura prova nella parte centrale, mi ha attaccato con decisione. Ho cercato di non perdere contatto e di contrattaccare. Sono stata brava a rimanere calma e a tenere le energie necessarie a forzare gli ultimi 50 metri. Sono molto soddisfatta di me stessa, e sono stata fortunata ad avere a disposizione un grande staff medico e tecnico. Mi sarebbe dispiaciuto terminare male la manifestazione. È quel genere di inconveniente che non puoi controllare, ma è stato importante rimanere concentrata, mantenere un atteggiamento positivo e portare a casa una medaglia d’oro”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Riccardo Vernole per Nuotopuntocom: la FINP verso Tokyo

Riccardo Vernole per Nuotopuntocom: la F...

A margine del Campionato italiano in acque libere FINP di Alghero (Freedom in water), abbiamo incontrato ed intervistato il Commissario ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu