Abusi sessuali: USA Swimming “non perseguibile”

Una corte di Stockton (CA) ha stabilito che l’organizzazione USA Swimming  non è stata negligente nel caso di Shunichi Fujishima, ex allenatore di Stockton Swim Club and Pacific Swimming, che aveva abusato sessualmente di un’atleta tredicenne, nonostante la ragazza abbia ottenuto un risarcimento di 1,125 milioni di dollari in sede civile da due società affiliate.

“USA Swimming ringrazia la corte per il tempo e l’attenzione dedicati a questa delicata vicenda” dichiara l’organizzazione in un comunicato “Tuttavia, anche se la sentenza individua correttamente il responsabile di queste azioni atroci, non dobbiamo dimenticare che una bambina è stata oggetto di violenza e che tutti devono moltiplicare gli sforzi per garantire ai nostri atleti un ambiente sicuro”.

Leggi il comunicato integrale

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Costanza Cocconcelli: "A Napoli un record inaspettato, Kromowidjojo e Glinta veri leader"

Costanza Cocconcelli: “A Napoli un...

È una delle velociste su cui la nazionale punta per ripartire dopo il cambio generazionale. Ha fatto il suo esordio ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu