Quanto galleggia il sughero? (in memoria di Roland Matthes)

Il dorso, ovvero l’essenza stessa dell’eleganza in acqua. I dorsisti non hanno bisogno di forza, di muscolatura, di potenza. La loro è solo arte archimedea. Anzi, non hanno neppure bisogno di applicare i principi archimedei per produrre un risultato in acqua. Loro stanno “sopra” all’acqua, non dentro.

Lo so, non è più vero. Da tempo. Da quando sono arrivati Naber, Carey, Berkoff, Rouse, poi Peirsol, Lochte, Clary, Murphy e via dicendo. Sono macchine acquatiche potenti e definitive. Alzano onde come tutti gli altri. Certo c’è ancora Irie, ma è uno solo. Il resto si è adeguato. Si picchia, si sbatte, si rolla, si beccheggia.

Eppure c’è stato un tempo nel quale essere dorsisti significava ergersi al di sopra delle parti. L’acqua attorno a te non si alzava. Sì, un poco sì, ma all’altezza della punta dei piedi, giusto per far capire che un po’ si usavano anche quelli.
Due per me sono i simboli di questo modo di nuotare. Un modo di nuotare “di fioretto”, senza alcuna necessità di combattere e sconfiggere un elemento come l’acqua, che in questo caso avverso non è. Dicevo, i due simboli. Uno porta il nome di Roland (Matthes) e di soprannome “Sughero”. L’altra si chiama Krisztina (Egerszegi) ed è nota come il “topolino” (“egèr” è il topo in ungherese).

Roland è indolente, quasi antipatico, sicuramente dedito al totale risparmio delle proprie energie, ma anche di buon cuore. In un campionato europeo pare partire in ritardo in un 100 farfalla per permettere a un suo compagno di squadra, l’eterno perdente Roger Pyttel, di vincere il titolo continentale. I record dei 100 li stabilisce sempre nella prima frazione delle staffette miste. È in quei casi che deve spingere al massimo per aiutare i compagni di nazionale ad arrivare sul podio. Nelle gare individuali invece si risparmia, fa il giusto per vincere, tanto gli avversari li ha sempre tutti sotto controllo, li vede tutti distintamente annaspare e sbattere alle sue spalle. Gli atleti USA non sopportano questo modo di fare. L’avversario lo si rispetta sempre e solo dando il massimo. Se ci sono tre secondi tra te e lui, devi dargli tre secondi. Ma forse così Roland arriva lontano, in un’epoca in cui il nuoto brucia talenti nel giro di un paio di stagioni.

Olimpiadi:
100DO: 1968: 1° (58,7); 1972: 1° (56,58); 1976: 3° (57,22)
200DO: 1968: 1° (2.09,6); 1972: 1° (2.02,82)
100FA: 1972: 4° (55,87); 1976: 5° (55,11)
4x100SL: 1972: 3°
4x100MX: 1968: 2° (58,0); 1972: 2° (56,30)

Mondiali:
100DO: 1973: 1° (57,47); 1975: 1° (58,15)
200DO: 1973: 1° (2.01,87); 1975: 4° (2.07,09)
100FA:
4x100SL: 1973: 3°; 1975
4x100MX: 1973: 2°; 1975

Difficile scorrere tutto il palmares europeo, sarebbe difficile tenergli dietro.
100SL: 1970: 2° (53,5)
100DO: 1970: 1° (58,9); 1974: 1° (58,21)
200DO: 1970: 1° (2.08,8); 1974: 1° (2.04,0)
100FA: 1974: 2° (56,68)
4x100SL: 1970: 3°; 1974: 3°
4X100MX: 1970: 1°

WR 100 DO
59″1 Charles Hickcox USA 31 agosto 1967 Tokyo, Giappone
58″4 Roland Matthes GDR 21 settembre 1967 Lipsia, GDR
58″0 Roland Matthes GDR 26 ottobre 1968 Città del Messico, Messico
57″8 Roland Matthes GDR 23 agosto 1969 Würzburg, FRG
56″9 Roland Matthes GDR 8 settembre 1970 Barcellona, Spagna
56″7 Roland Matthes GDR 4 settembre 1971 Lipsia, GDR
56″3 Roland Matthes GDR 8 aprile 1972 Mosca, URSS
56″30 Roland Matthes GDR 4 settembre 1972 Monaco di Baviera, FRG
56″19 John Naber USA 18 luglio 1976 Montréal, Canada

WR 200 DO

2’09″4 Charles Hickcox USA 29 agosto 1967 Tokyo, Giappone
2’07″9 Roland Matthes GDR 8 novembre 1967 Lipsia, GDR
2’07″5 Roland Matthes GDR 14 agosto 1968 Lipsia, GDR
2’07″4 Roland Matthes GDR 12 luglio 1969 Santa Clara, USA
2’06″6 Gary Hall Sr. USA 14 agosto 1969 Louisville, USA
2’06″4 Roland Matthes GDR 29 agosto 1969 Berlino Est, GDR
2’06″3 Mike Stamm USA 20 agosto 1970 Los Angeles, USA
2’06″1 Roland Matthes GDR 11 settembre 1970 Barcellona, Spagna
2’05″6 Roland Matthes GDR 3 settembre 1971 Lipsia, GDR
2’02″8 Roland Matthes GDR 10 luglio 1972 Lipsia, GDR
2’02″82 Roland Matthes GDR 2 settembre 1972 Monaco di Baviera, FRG
2’01″87 Roland Matthes GDR 6 settembre 1973 Belgrado, Jugoslavia
2’00″64 John Naber USA 19 giugno 1976 Long Beach, USA

Condividi su facebook
Condividi su twitter
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Stefania Pirozzi a #Nuotopuntolive: "Il nuoto non è tutto per me, ma sogno Tokyo prima di tuffarmi in altro"

Stefania Pirozzi a #Nuotopuntolive: R...

Stefania Pirozzi è stata l'ospite di questa settimana a #Nuotopuntolive. La ventiseienne poliziotta campana, trasferitasi ormai in pianta stabile a ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu