Nel weekend, il Dream Team azzurro paralimpico si raduna a San Marino e Riccione con vista su Tokyo

Scatta l’operazione Tokyo 2020 per la Nazionale italiana paralimpica. La piscina Multieventi Sport Domus di San Marino (24 gennaio) e lo Stadio del Nuoto di Riccione (25 e 26 gennaio) ospiteranno una tre giorni di allenamenti in vista dei grandi appuntamenti di una stagione ricchissima, che dal 17 al 23 maggio prevede gli Europei di Funchal e che culminerà poi con i Giochi Paralimpici in Giappone (25 agosto – 6 settembre).

Il training camp che si svolgerà il 24 gennaio a San Marino e il 25 e 26 gennaio a Riccione, avrà una duplice funzione: oltre a essere una full immersion di allenamenti, video analisi e briefing, si pone come obiettivo quello di promuovere e sensibilizzare le persone con disabilità a svolgere attività sportiva, in particolare per la disciplina del nuoto.

«Continuiamo con un percorso di condivisione, perché interagire con atleti e con i tecnici personali ci ha permesso di accelerare lo sviluppo di tutto il movimento natatorio paralimpico, che ha portato alla vittoria nel medagliere all’ultimo Mondiale. Non sempre si può aprire un collegiale ai tecnici dei club, soprattutto a ridosso dei grandi eventi. Ci siamo lasciati come Nazionale in quel di Londra ed era tempo di ritrovarsi per preparare quest’anno così importante. Tra fine aprile e inizio maggio organizzeremo un altro appuntamento collegiale più lungo, il Danieli Training Camp, a Lignano Sabbiadoro e ne approfitto per ringraziare l’azienda che ci supporterà in quell’occasione».

Riccardo Vernole, ct della Nazionale italiana di nuoto paralimpico

Dalla rassegna continentale in primavera sull’isola di Madeira alla Paralimpiade di Tokyo, senza dimenticare un appuntamento importante come la tappa delle World Series di Lignano Sabbiadoro, dal 27 febbraio al 1° marzo.

«Attualmente abbiamo già a disposizione 14 slot per i Giochi Paralimpici, 6 maschi e 8 femmine. A inizio febbraio conosceremo quanti altri posti ci assegnerà l’Ipc. Possiamo superare le 21 unità di Rio 2016, con la differenza che la squadra è molto più competitiva. A dimostrazione del livello tecnico dei nostri ragazzi mi fa piacere evidenziare che grazie alla collaborazione con la Fin, nelle persone del dt Cesare Butini e del responsabile dei velocisti Claudio Rossetto, un nostro atleta, Stefano Raimondi, ha appena concluso un collegiale in altura a Livigno insieme ai nazionali Fin. Il riscontro è stato positivo da entrambe le parti. Le occasioni di collaborazione con la Fin aumentano sia quantitativamente che qualitativamente, ormai da alcune stagioni la nostra partecipazione al Convegno Allenatori ci permettere di aumentare i contatti finalizzati a promuovere la nostra disciplina».

Riccardo Vernole, ct della Nazionale italiana di nuoto paralimpico

Una delle curiosità è che sarà un collegiale aperto al pubblico, che potrà vedere gli azzurri all’opera dalle tribune. Qui sotto l’elenco dei 26 atleti presenti:

Simone Barlaam (Polha Varese), Federico Bassani (C.C.Aniene), Alessia Berra (Polha Varese), Francesco Bettella (Civitas Vitae Sport Education/FF.OO.), Federico Bicelli (Bresciana no Frontiere), Vittoria Bianco (Impianti Sportivi Nf Ssd Arl), Francesco Bocciardo (Nuotatori Genovesi/FF.OO.), Monica Boggioni (Pavia nuoto), Vincenzo Boni (Caravaggio Sporting Village/FF.OO.),  Simone Ciulli (C.C.Aniene), Marco Dolfin (Briantea ’84), Giulia Ghiretti (Ego nuoto/FF.OO.), Carlotta Gilli (Rari Nantes Torino/FF.OO.), Emmanuele Marigliano (Nuotatori Campani), Efrem Morelli (Seasub Modena/FF.OO.), Federico Morlacchi (Polha Varese), Xenia Francesca Palazzo (Verona Swimming Team), Misha Palazzo (Verona Swimming Team), Angela Procida (Nuotatori Campani), Martina Rabbolini (Non vedenti Milano), Stefano Raimondi (Verona Swimming Team/FF.OO.), Alessia Scortechini (C.C.Aniene), Fabrizio Sottile (Polha Varese), Arianna Talamona (Polha Varese), Giulia Terzi (Polha Varese), Salvatore Urso (Noived Napoli).

Staff Nazionale: il commissario tecnico Riccardo Vernole, i tecnici nazionali: Enzo Allocco, Federica Fornasiero, Matteo Poli, Enrico Testa, Massimiliano Tosin. I tecnici di società: Micaela Biava, Alessio Sigillo, Guy Soffientini, Marcello Rigamonti, Andrea Grassini e Alessandro Pezzani.

Staff Medico e Sanitario – Dott. Stefano Maria De Luca, Fisioterapiste – Lia Fusco e Claudia Maselli.

Il coinvolgimento della Repubblica di San Marino nasce dalla sinergia instaurata lo scorso novembre in occasione della firma del protocollo d’intesa tra la Federazione Italiana Nuoto Paralimpico e la Federazione Italiana Sport Speciali.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Iron Mark a Nuotopuntolive: oggi alle 18 la presentazione live su Facebook e Youtube

Iron Mark a Nuotopuntolive: oggi alle 18...

Appuntamento letterario questo pomeriggio sulle nostre pagine Facebook e Youtube. Nuotopuntocom è lieta di ospitare la prima presentazione ufficiale di ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu