Fase due, le linee guida di Federnuoto: 7 metri quadri ad allievo, rapporto istruttore/allievi da 1/5 a 1/7

fin logo federnuoto

Sul sito della Federazione italiana nuoto sono disponibili le MISURE DI SICUREZZA DA ADOTTARE NEGLI IMPIANTI SPORTIVI DOTATI DI PISCINA E PALESTRA PER LA FASE DUE.

Il documento, redatto da Marco Bonifazi, Lorenzo Marugo, Giovanni Melchiorri, Maurizio Colaiacomo, Roberto Del Bianco, Antonio De Pascale con un pool di consulenti esterni, riporta le linee guida della Federazione relativamente alla rimessa in funzione degli impianti sportivi che la FIN mette a disposizione delle autorità competenti con le integrazioni che si ritenessero necessarie.

Si considera che la riapertura degli impianti nella FASE 2 avvenga in due tempi successivi (in accordo con l’allegato 10 del DPCM del 26 aprile 2020)

  • FASE 2 A: a partire dal 4 maggio per gli atleti riconosciuti di interesse nazionale in vista della loro partecipazione ai Giochi Olimpici o a manifestazioni nazionali ed internazionali
  • FASE 2 B: In una FASE SUCCESSIVA (presumibilmente dal 18 maggio) anche per gli utenti praticanti l’attività sportiva di base pur con gli accorgimenti e le limitazioni compatibili con la riapertura

Per quanto riguarda la densità di affollamento si ritiene di conservare l’indice, già previsto, di almeno 5 mq a persona di superficie per gli spogliatoi. Per le palestre si considera un indice di 7 mq per persona.
Per lo specchio d’acqua, allo scopo di mantenere, con ampio margine, la distanza interpersonale di sicurezza durante l’attività, si ritiene invece di considerare, raddoppiando le superfici per persona, rispetto ai riferimenti attualmente in vigore, per il tempo ritenuto necessario dalle autorità competenti, un indice di:

  • FASE 2 A: almeno 10 mq per gli allenamenti degli atleti riconosciuti di interesse nazionale in vista della loro partecipazione ai Giochi Olimpici o a manifestazioni nazionali ed internazionali, a partire dal 4 maggi
  • FASE 2 B: almeno 7 mq a persona per l’attività sportiva di base (inclusa l’attività didattica e la balneazione), presumibilmente a partire dal 18 maggio.

Questi presupposti impongono che, allo stato attuale, all’interno delle piscine possa essere svolta la pratica agonistica delle diverse discipline della FIN soltanto in modalità individuale. Successivamente alla FASE 2 A e B, sono prevedibili FASI ulteriori (in accordo con l’allegato 10 del DPCM 26 aprile 2020) le cui date di attivazione saranno individuate in accordo con le autorità competenti al fine di procedere ad una apertura completa delle attività svolte all’interno degli impianti nel rispetto delle norme sanitarie.

Il documento riporta inoltre una serie di operazioni propedeutiche alla riapertura:

  • Pulizia e sanificazione di tutti i locali
  • Svuotamento e sanificazione delle vasche, delle vasche di compenso e delle masse filtranti
  • Accurata ispezione dei sistemi di trattamento dell’acqua e dell’aria
  • Manutenzione e verifica del corretto funzionamento degli impianti di trattamento acqua
  • Pulizia e sanificazione degli impianti di aerazione
  • Manutenzione e verifica del corretto funzionamento degli impianti di trattamento aria con sostituzione dei
    filtri
  • Conferma dell’idoneità alla balneazione attraverso le analisi chimiche e microbiologiche previste
  • È consigliabile valutare l’installazione di impianto di ozonizzazione dei locali a maggiore affollamento: ingresso/reception, spogliatoi, docce e servizi igienici, in funzione delle caratteristica dell’impianto

In chiusura, una traccia di operazioni di autocontrollo relative sia a attrezzature, dotazioni, accorgimenti sia, particolarmente interessanti, agli aspetti didattici e organizzativi. In particolare si prevede:

Attività natatoria bambini e ragazzi (entro i 14 anni):

  • L’attività si svolge con l’istruttore fuori dall’acqua che conduce il corso con numeri ridotti di allievi e dotato
    di asta flessibile da utilizzare come supporto e sostegno per i nuotatori
  • Rapporto spazio acqua/corsisti: minimo 7mq per ciascun allievo. In una tipica corsia 25x2m dovrebbero trovare spazio un massimo di 7 allievi
  • Rapporto massimo istruttore/allievi: principianti 1 a 5, gruppi evoluti 1 a 7

Attività natatoria ragazzi e adulti (oltre i 14 anni)

  • L’attività si svolge con l’istruttore fuori dall’acqua che conduce il corso con numeri ridotti di allievi e dotato
    di asta flessibile da utilizzare come supporto e sostegno per i nuotatori
  • Rapporti spazio acqua/corsisti e istruttore/allievi: principianti 1 a 5, gruppi evoluti 1 a 7

Attività di fitness in acqua

  • L’attività si svolge con l’istruttore fuori dall’acqua che conduce la classe
  • Rapporto spazio acqua/corsisti: minimo 7 mq per ciascun allievo. In una tipica vasca 12x6m possono quindi trovare spazio un massimo di 10 utenti

Attività per persone con disabilità

  • Si dovrebbe prevedere, in relazione al grado di autonomia dell’allievo, un rapporto 1 a 1 con l’istruttore, munito di mascherina, mantenendo il rispetto della distanza interpersonale

A una prima analisi si tratta certamente del migliore compromesso possibile fra le esigenze di contenimento della pandemia da un lato e di ripresa di una serie di attività che, come ricorda lo stesso documento, “sono presupposto indispensabile per la buona salute di una popolazione di qualsiasi classe sociale e per la formazione e la crescita socioculturale di bambini e ragazzi”.

Compromesso che, con i parametri sopra riportati, garantirebbe al contempo un equilibrio gestionale tollerabile in attesa di un superamento dell’emergenza, terminata la quale si confida nell’intenzione più volte manifestata dal Ministro competente di affrontare in maniera strutturale tutte le criticità del comparto sportivo dilettantistico.

Leggi il documento integrale

Condividi su facebook
Condividi su twitter
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Riccardo Vernole per Nuotopuntocom: la FINP verso Tokyo

Riccardo Vernole per Nuotopuntocom: la F...

A margine del Campionato italiano in acque libere FINP di Alghero (Freedom in water), abbiamo incontrato ed intervistato il Commissario ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu