At the pool bar con Stefano Morini e Claudio Rossetto – Disponibile il video

At the Pool Bar abbiamo avuto il piacere di ospitare due tecnici che hanno sicuramente scritto pagine importanti nella storia del nuoto italiano: Stefano Morini e Claudio Rossetto. Insieme a Luca Rasi e Walter Bolognani hanno risposto alle domande degli ascoltatori e chiacchierato di nuoto.

Inevitabilmente si è parlato di lockdown e di come lo hanno vissuto insieme agli atleti. E ora che l’alto livello è ripartito, abbiamo chiesto loro come sia stata la ripresa. Abbiamo potuto ascoltare come il loro approccio sia cauto e graduale, sicuramente perché lo stop è stato molto lungo e anche perché c’è ancora molta incertezza su quelli che saranno gli appuntamenti futuri. Gli atleti comunque, avevano veramente voglia di tornare in acqua e la risposta che hanno dato ai loro allenatori è stata sicuramente pronta e carica di entusiasmo.

La loro grande esperienza comunque, lì porta a guardare in là nel tempo e hanno espresso consapevolezza sul fatto che questo entusiasmo degli atleti, con l’aumentare del carico di allenamento e della stanchezza, andrà inevitabilmente calando, come è naturale che sia. Il fatto di non avere ancora obiettivi certi non aiuta la concentrazione, ma sono pronti ad affrontare anche queste problematiche.

Proprio perché il loro vissuto nel mondo del nuoto è ampio, hanno parlato di come sia necessario un cambiamento nella situazione lavorativa dei tecnici e hanno sottolineato come un allenatore di nuoto abbia un percorso formativo di qualità e sia tenuto a partecipare a costanti aggiornamenti che lo rendono una figura molto qualificata.

La curiosità degli ascoltatori si è poi spostata sulla diversità tra i due tecnici federali, uno attualmente allenatore di fondisti e l’altro prettamente di velocisti. In realtà la chiave di lettura sta nella flessibilità e versatilità del tecnico. Bisogna valutare quali atleti si sta seguendo e come un bravo sarto, cucire addosso a loro il vestito migliore. La bontà dell’allenatore sta anche in questo. E poi sta nel capire che il futuro campione, prima di avere tutte le caratteristiche natatorie ideali per poter essere vincente, deve avere le qualità mentali per andare lontano.

Claudio Rossetto ha a curriculum ben cinque edizioni dei Giochi Olimpici, e Stefano Morini otto. Non poca cosa. Si è discusso di come è cambiato e migliorato il modo di essere tecnici. Dei grandi passi avanti fatti grazie al Settore Istruzione Tecnica e di come questo abbia permesso di formare tecnici sempre più qualificati. Miglioramenti che inevitabilmente hanno contribuito al movimento di crescere fino al livello eccellente che conosciamo oggi.

In chiusura abbiamo chiesto a Rossetto qualche curiosità sul libro di Filippo Magnini, visto che è stato suo allenatore, e su un probabile ritorno in acqua dell’ex azzurro.

Per chi non avesse potuto seguire la diretta, riportiamo il video disponibile sul canale YouTube.

 

Tutti gli altri appuntamenti di nuoto•live li trovate sul nostro canale YouTube. CLICCA QUI

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Peaty: "Voglio diffondere il nuoto in tutte le comunità, essere padre mi darà più forza"

Peaty: “Voglio diffondere il nuoto...

Adam Peaty sta per diventare padre; la sua compagna Eirianned Munro è di origini nigeriane, così il campione olimpico si ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu