La Torta Olimpica dal 1948 al 2016 – Parte 5

Continua l’analisi di Massimo Anelli con la pubblicazione della quinta fetta della Torta Olimpica, a fondo pagina le precedenti proposte.

FETTA NUMERO 5: 1948-2016 UOMINI

FINALISTI

NAZIONE FINALISTI PERCENTUALE
USA 392 20,8%
AUS 218 11,5%
RUS/URS/EUN 169 9,0%
GER 127 6,7%
GBR 114 6,0%
JPN 107 5,7%
CAN 81 4,3%
HUN 80 4,2%
ITA 75 4,0%
FRA 75 4,0%
SWE 56 3,0%
GDR 47 2,5%
BRA 46 2,4%
RSA 39 2,1%
NED 35 1,9%
CHN 24 1,3%
POL 23 1,2%
ESP 15 0,8%
UKR 13 0,7%
NZL 13 0,7%

 

E ricominciamo dalla fetta maschile. I valori in campo non si modificano: USA, Australia e Russia occupano il podio virtuale. Ottima la posizione dell’Italia: 75 finali e 9° posto, in perfetta parità con i cugini transalpini.

PUNTI

NAZIONE PUNTI PERCENTUALE
USA 2.686 26,5%
AUS 1.225 12,1%
RUS/URS/EUN 942 9,3%
GER 639 6,3%
JPN 546 5,4%
GBR 519 5,1%
HUN 399 3,9%
CAN 395 3,9%
FRA 391 3,9%
ITA 336 3,3%
SWE 311 3,1%
GDR 274 2,7%
BRA 234 2,3%
RSA 180 1,8%
NED 179 1,8%
CHN 117 1,2%
POL 89 0,9%
NZL 68 0,7%
ESP 56 0,6%
SRB/YUG 41 0,4%

 

La classifica a punti non cambia i valori in campo. Le prime 10 rimangono tali. Possiamo quindi confrontarle tramite l’indice di qualità punti/finalisti.

NAZIONE INDICE QUALITA’
USA 1,3
AUS 1,0
RUS/URS/EUN 1,0
FRA 1,0
JPN 1,0
GER 0,9
HUN 0,9
CAN 0,9
GBR 0,8
ITA 0,8

 

 

MEDAGLIE

NAZIONE MEDAGLIE PERCENTUALE
USA 261 36,7%
AUS 96 13,5%
RUS/URS/EUN 66 9,3%
JPN 36 5,1%
HUN 30 4,2%
GER 29 4,1%
FRA 23 3,2%
GBR 23 3,2%
CAN 20 2,8%
GDR 18 2,5%
SWE 16 2,3%
ITA 14 2,0%
BRA 13 1,8%
RSA 10 1,4%
CHN 9 1,3%
NED 8 1,1%
NZL 5 0,7%
KOR 4 0,6%
ESP 3 0,4%

 

Se si prendono in considerazione le medaglie, l’Italia scende al 12° posto, la Svezia rimane all’11° e la GDR entra nei primi 10. Qui non me la sento di definirla “presenza ingombrante”. Quando penso a Matthes, Woithe, Dassler, Kuhl, Richter o Lodziewski, non vedo scandali fuori scala come in ambito femminile.

 

ORI

NAZIONE ORI PERCENTUALE
USA 121 51,1%
AUS 30 12,7%
RUS/URS/EUN 18 7,6%
HUN 9 3,8%
JPN 8 3,4%
GDR 6 2,5%
FRA 5 2,1%
SWE 5 2,1%
GBR 4 1,7%
CAN 4 1,7%
ITA 4 1,7%
RSA 3 1,3%
NED 3 1,3%
CHN 3 1,3%
GER 3 1,3%
NZL 2 0,8%

 

392 presenze in finale e 151 vittorie. Questo è letteralmente un monopolio: 2 ori ogni 5 presenze in finale, più o meno. Gli Stati Uniti hanno così raccolto più della metà degli ori a disposizione. L’Italia è nei primi 10, in compagnia di Gran Bretagna e Canada, ovvero nazioni dal valore storicamente riconosciuto. Ma in epoca moderna siamo lì con loro. Fanno salti significativi l’Ungheria (quarta con 9 ori) e Svezia, la cui posizione è legata alla massimizzazione della partecipazione a Mosca 1980 con Baron e Arvidsson (quindi, possiamo dire che “valga meno” delle 4 vittorie italiane, tutte ottenute a ranghi completi).

 

LEGNI

NAZIONE LEGNI PERCENTUALE
USA 44 18,6%
RUS/URS/EUN 25 10,5%
AUS 24 10,1%
GER 16 6,8%
GBR 16 6,8%
ITA 13 5,5%
JPN 11 4,6%
BRA 10 4,2%
HUN 9 3,8%
CAN 9 3,8%
FRA 8 3,4%
POL 7 3,0%
SWE 6 2,5%
GDR 6 2,5%
RSA 5 2,1%
NED 5 2,1%
CHN 5 2,1%
ESP 3 1,3%
AUT 2 0,8%
NZL 2 0,8%

 

Con i legni andiamo a rivalutare soprattutto Germania, Gran Bretagna (16) e Italia (sesta con 13). E meno male che non siamo andati a contare i quinti posti. Su questi ultimi, vado a memoria (quindi mi scuso con i dimenticati):

  • Lazzari nei 200RA a Roma 1960
  • Guarducci e Lalle a Montreal 1976, rispettivamente nei 100SL e 100RA
  • Raffaele Franceschi nei 100SL e la 4x200SL a Mosca 1980
  • Divano nei 400 misti a Los Angeles 1984
  • La 4X200SL a Seoul 1988 e Barcellona 1992.

Seguirà la prossima settimana la pubblicazione della sesta fetta della torta olimpica.

Seguono tutte le precedenti proposte.

Cesare Butini: Verso Parigi 2024, passando per Doha.

Cesare Butini: Verso Parigi 2024, passan...

In occasione degli Europei di Otopeni, svoltisi dal 5 al 10 dicembre scorso, ci siamo confrontati con il Direttore Tecnico ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative