Stefano Iacobone. Le indagini dicono. «Guardrail non a norma». La procura ha aperto un fascicolo.

A quasi due anni dalla tragica morte dell’azzurro Stefano Iacobone, avvenuta in un incidente stradale nella notte del 21 marzo 2019 a Treviglio, l’ingegnere consulente del pm Antonio Pansa parla di «Guardrail non a norma» a tal proposito è stato eseguito un crash test con lo stesso tipo di automobile e alla stessa velocità ed è stato concluso che non sarebbe andata come è andata se il guardrail avesse avuto la parte terminale diversa, curvilinea per esempio. Sul registro degli indagati sono finite quattro persone.

Nella foto sopra Stefano Iacobone sul podio ai Campionati Nazionali Assoluti Estivi di Ostia nel 2011 in compagnia di Francesco Pavone e Niccolò Beni. (ph: Andrea Staccioli Insidefoto)

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Gianfranco Saini: "200 stile libero: ecco perché non sono d'accordo con Thorpe"

Gianfranco Saini: “200 stile liber...

"Tutto il mondo nuota male i 200 stile libero": una sentenza che in bocca ad altri suonerebbe arrogante, ma che ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu