Riccardo Vernole: “Dall’Italnuoto paralimpica forti segnali”

Si sono da poco conclusi i Campionati assoluti invernali di nuoto paralimpico presso la piscina olimpica del Villaggio Bella Italia di Lignano Sabbiadoro, manifestazione impreziosita da un record del mondo (Simone Barlaam 100SL S9) e due europei (Antonio Fantin nei 50 e 100SL S6).

Raggiungiamo telefonicamente il CT sul treno che lo riporta a Roma per un primo commento a caldo, con la promessa di risentirci nei prossimi giorni per un’analisi più completa sulle prospettive di questa straordinaria Squadra nazionale in prospettiva dei Giochi paralimpici di Tokyo.

Si sono appena conclusi i campionati italiani assoluti invernali, un appuntamento dal significato importante.

Proprio un anno fa, sempre a Lignano Sabbiadoro, sospendemmo causa Covid la tappa italiana delle World Series che era stata organizzata in concomitanza con gli Assoluti invernali.

Fino a questo week end non si era riusciti ad organizzare un campionato, unica eccezione i campionati in acque libere dello scorso settembre ad Alghero.

Ci siamo ritrovati 100 atleti di 38 società tutti in vasca con grandi prestazioni da segnalare: soprattutto ovviamente il record del mondo di Simone Barlaam nei 100 stile libero in 53.41 e i due record europei di Antonio Fantin nei 50  con 29.79 e nei 100 stile libero con 1.05.15.

Oltre a queste grandissime prestazioni ci sono stati 8 record italiani assoluti e 7 di categoria e sono stati ottenuti alcuni tempi limite per le Paralimpiadi di agosto, ma il segnale più importante per la FINP è stato quello di poter ricominciare a gareggiare in manifestazioni ufficiali.

Un ringraziamento particolare va anche ai Presidenti dei Comitati regionali che in accordo con i nostri Delegati ci hanno permesso in questi mesi di gareggiare nelle competizioni FIN: questo ci ha permesso di arrivare a Lignano con gli atleti in ottime condizioni di forma.

Prossimo appuntamento le World Series del 17 e 18 Aprile sempre a Lignano; sarà sicuramente la tappa principale di selezione della Squadra azzurra per gli Europei di maggio a Funchal ma avrà anche un grande peso per le Paralimpiadi di Tokyo.

Mancano meno di sei mesi ai Giochi e l’Italnuoto paralimpica sta già lanciando dei forti segnali.

Ph. ©Deepbluemedia

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
Nessun articolo trovato.
  • CALENDARI E MEETING
"La squadra sta bene, siamo fiduciosi. Osservati speciali Titmus e Kamminga": intervista esclusiva a Cesare Butini

“La squadra sta bene, siamo fiduci...

Mentre si conclude la prima settimana del collegiale preolimpico della Nazionale italiana presso il campus dell'Università di Waseda a Tokorozawa, ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu