Governo: pubblicato il protocollo per lo sport di base e nuove FAQ

Il Dipartimento per lo sport presso la Presidenza del consiglio dei ministri, in seguito alla pubblicazione del DPCM 2 marzo 2021 che definisce le nuove misure per fronteggiare la pandemia da COVID-19, ha rivisto le FAQ per adeguarle al testo normativo e rispondere ai quesiti del mondo dello sport.
È stato aggiornato anche il Protocollo attuativo che riprendere i contenuti delle Linee-Guida per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere. Il nuovo testo tiene conto, in particolare, dell’introduzione delle zone con le relative possibilità di svolgere attività sportiva e motoria di base.

Alcune delle novità più rilevanti:

GENERALI

  • Per strutture con capienza superiore a 50 utenti è obbligatorio il tracciamento dell’accesso alle strutture da parte di coloro che partecipano alle attività sportive proposte, attraverso l’utilizzo di soluzioni tecnologiche che consentano la possibilità di tracciare l’accesso, per il tramite di applicativi web, o applicazioni per device mobili. Per le strutture con capienza inferiore resta fermo l‘obbligo di prenotazione della lezione in anticipo e registrazione della effettiva presenza su registro cartaceo
  • La determinazione del numero massimo di persone che possono essere presenti in contemporanea all’interno della struttura deve risultare dalla considerazione di 12mq per persona, considerando per il computo i metri quadrati (al chiuso) dell’intera struttura. Nel computo delle compresenze va considerato anche il personale diretto o indiretto che vi presta servizio in quel momento
  • Per quanto riguarda attività e corsi di gruppo, il numero massimo di cui sopra è 5mq per partecipante, prendendo in considerazione l’ampiezza dell’ambiente in cui l’attività viene svolta
  • Va limitato l’ingresso in struttura a un solo accompagnatore nel caso in cui l’attività motoria sia svolta da una persona di minore età o che necessita di accompagnamento o assistenza
  • È obbligatorio rilevare la temperatura a tutti i frequentatori/soci/addetti/accompagnatori, giornalmente al momento dell’accesso, impedendo l’accesso in caso di temperatura superiore a 37,5 °C
  • È necessario individuare percorsi di ingresso e di uscita differenziati

PISCINE

Il documento richiama ai Protocolli Attuativi emanati dalla Federazione Italiana Nuoto, evidentemente considerati idonei anche in questa fase di maggiore aggressività della pandemia.

Consulta il documento completo

Leggi le FAQ

image_pdfScarica contenuto in pdf
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING

Campionati Europei

BUDAPEST
10-05-21

XXXII Giochi Olimpici

TOKYO
23-07-21
Davide Pontarin: "Società agonizzanti, aiuti inesistenti, ma non molliamo. Torno a bordo vasca per tutelare gli atleti"

Davide Pontarin: “Società agonizza...

La pandemia ha colpito duramente il mondo del nuoto, a livello sia agonistico sia gestionale. Le risorse sono sempre più ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu