Katie Ledecky: “Sarà un anno di grandi prestazioni”

In un’intervista rilasciata a Swimming World Magazine, Kate Ledecky si dice elettrizzata di poter competere per la prima volta in un’Olimpiade nei 1500 stile libero, gara riservata ai maschi fino a Rio 2016 -maschi che esordiranno invece nella distanza degli 800 tradizionalmente riservata alle femmine.

È molto stimolante. C’è voluto anche troppo tempo perché i 1500 alle Olimpiadi fossero aperti anche alle donne. Finalmente c’è parità fra maschi e femmine. È avvilente pensare a quante grandi stileliberiste non hanno avuto questa opportunità. Essere una delle prime ad avere questa opportunità, rappresentare gli USA in questa occasione è una grande motivazione, e spero che il nostro esordio sarà vincente.

Inevitabile una considerazione sulle dichiarazioni sessiste (sulle “donne che parlano troppo”) dell’ex presidente del Comitato organizzatore di Tokyo 2020 Yoshiro Mori e alle seguenti polemiche che ne hanno causato le dimissioni.

Non ho approvato quei commenti. Penso che nel movimento olimpico le donne debbano avere voce ed essere rappresentate. In queste settimane sono stati fatti molti passi avanti. Rispetto il Giappone e il modo in cui i giapponesi stanno gestendo la situazione, e spero che tutti insieme daremo vita a dei grandi Giochi.

Per quanto riguarda le difficoltà a gestire i due eventi “lunghi” nella stessa manifestazione, Ledecky si dice tranquilla.

È solo un piccolo cambio di agenda. Mi sto allenando per questo, sarò pronta. Finora mi sono allenata con regolarità nonostante il Covid. Per i primi tre mesi mi sono allenata in una vasca in giardino, è stato molto strano. Ma dalla metà di giugno ho potuto frequentare regolarmente la mia piscina presso l’università di Stanford. Mi sono sottoposta a più tamponi settimanali e ho nuotato in una corsia da sola. Mi sono allenata molto bene e mi sento bene, ho sensazioni positive.

Da quello che ho potuto vedere negli ultimi due mesi, ci sono stati molti grandi tempi e vedremo grandi miglioramenti rispetto all’anno passato. Il livello della competizione sarà molto elevato. Personalmente mi sento molto bene. Mi sono allenata alla grande e voglio mantenere questo feeling.

Leggi l’intervista completa [ENG]

Ph. ©A.Masini/Deepbluemedia

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
Nessun articolo trovato.
  • CALENDARI E MEETING
"La squadra sta bene, siamo fiduciosi. Osservati speciali Titmus e Kamminga": intervista esclusiva a Cesare Butini

“La squadra sta bene, siamo fiduci...

Mentre si conclude la prima settimana del collegiale preolimpico della Nazionale italiana presso il campus dell'Università di Waseda a Tokorozawa, ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu