Sarah Sjöstrom: “Non sarà un braccio rotto che mi impedirà di dare il massimo”

Nel corso di una sessione di domande e risposte sul suo profilo Instagram Sarah Sjöstrom ha confermato che la riabilitazione dopo la frattura al gomito procede egregiamente e che il suo obiettivo rimane la partecipazione ai Giochi olimpici di Tokyo.

So che questo infortunio complica le cose, sarebbe stato difficile anche senza l’incidente, ma non sarà un braccio rotto che mi impedirà di fare del mio meglio.

Ho ripreso a nuotare a stile libero, non con la mia solita potenza, con un colpo di gambe più potente e una bracciata più lenta.

Non riesco ancora a nuotare a farfalla, perché non riesco a spingere con la stessa potenza con entrambe le braccia.

Il recupero dell’atleta svedese procede quindi rispettando i tempi pronosticati dal medico federale Gianluca Camillieri, che in un’intervista a Nuoto•com dello scorso 9 febbraio ipotizzava in poco meno di un mese e mezzo il pieno recupero e quindi la possibilità di riprendere l’applicazione di carichi sulla bracciata.

image_pdfScarica contenuto in pdf
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Cesare Butini: "Un Europeo particolare, a Budapest per fare bene"

Cesare Butini: “Un Europeo partico...

Mentre sul lago Lupa hanno preso il via i Campionati europei di nuoto in acque libere, incontriamo il Direttore tecnico ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu