Cina, norma ad personam per Sun Yang: in caso di assoluzione potrà competere a Tokyo

Nonostante non partecipi ai trials cinesi in corso di svolgimento, Sun Yang potrebbe essere sul blocchetto di partenza delle Olimpiadi di Tokyo: la Federazione nuoto della Cina (CSA) ha infatti approvato una norma che renderebbe Sun idoneo alla convocazione in caso di esito positivo del nuovo processo di appello presso la Corte per l’arbitrato sportivo (CAS) per le note vicende di doping: tutti i campioni del mondo di Gwangju 2019 sono infatti automaticamente qualificati per i Giochi. Una norma quasi ad personam, essendo applicabile ai soli Sun (vincitore di 200 e 400 stile libero) e Xu Jiayu (100 dorso).

Nel febbraio 2020 Sun era stato squalificato per otto anni per avere distrutto un campione del suo sangue prelevato durante un controverso test a sorpresa. La condanna era stata poi annullata in quanto gli avvocati di Sun avevano dimostrato un pregiudizio di uno dei membri del collegio giudicante, l’italiano Franco Frattini. La nuova sentenza è attesa entro la fine di maggio.

Leggi la notizia su Swimming World Magazine [ENG]

Ph. ©Deepbluemedia

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE

Corso Aiuto Allenatore Unico

Centro Federale Ostia
02-02-23

Corso Direttore Sportivo

CF di Ostia
10-02-23
  • CALENDARI E MEETING
Riccardo Vernole

FINP in collegiale a Lignano Sabbiadoro....

A margine del collegiale della squadra nazionale incontriamo il presidente FINP Roberto Valori e il direttore tecnico Riccardo Vernole per una piacevole chiacchierata ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu