Scozia. Il 40% dei bambini lascia l’istruzione primaria incapace di nuotare

La Federnuoto scozzese sta portando avanti la raccolta firme per una petizione pubblica indirizzata al parlamento che ha come fine agevolare l’accesso dei bambini della scuola primaria ai corsi di nuoto, in Scozia il 40% dei bambini abbandona l’istruzione primaria incapace di nuotare, da una indagine è emerso che esiste una correlazione tra il background sociale ed economico di un bambino e la sua opportunità di imparare a nuotare.

Il membro del parlamento Foysol Choudhury ha dichiarato:

“Avere accesso alle lezioni di nuoto offre un vantaggio alle persone per la sicurezza in acqua, per la loro salute, la forma fisica e per il benessere. Il Comitato delle petizioni pubbliche ha evidenziato che ci sono lacune significative nell’offerta delle lezioni di nuoto, la disponibilità delle strutture e il costo delle lezioni sono fattori significativi che determinano la disparità di accesso. Risolvere queste disuguaglianze è una questione di opportunità di uguaglianza.

Il politico  Paul Sweeny membro del comitato delle petizioni pubbliche ha dichiarato:

“Insegnare ai bambini a nuotare è un’attività salvavita fondamentale. Non è un’attività ricreativa, necessariamente. Penso che sia importante considerarla una questione di pubblica sicurezza piuttosto che una questione sportiva”.

Qui ulteriori approfondimenti

 

Notizie correlate

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Riccardo Vernole: investire sulla formazione per rimanere al vertice

Riccardo Vernole: investire sulla formaz...

Abbiamo raggiunto il direttore tecnico della Federazione italiana di nuoto paralimpico (FINP) Riccardo Vernole, che senza avere neppure il tempo di godersi ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu