Europei di Otopeni Day 5 – Sara Franceschi: “200 misti al femminile davvero notevoli! Finalmente dei tempi di livello nei 200 stile donne!”

Sara Franceschi commenta per nuoto•com gli Europei di vasca corta che si stanno svolgendo in questi giorni a Otopeni, in Romania. Il suo pensiero, oltre che il suo tifo per i compagni di squadra.

Ecco le sue riflessioni sulla quinta giornata di gare.

Peccato per Margherita Panziera nei 100 dorso, però si è confermata rispetto a quanto fatto in batteria e semifinale. Le altre sono state molto forti, ha vinto di nuovo l’olandese che ha dimostrato di essere ritornata alla grande dopo un periodo non bellissimo, come farebbe un grande atleta: non mollare mai e mettercela tutta per risolvere i momenti più difficili per poi tornare ancora più forti. Ci è riuscita e lo ha dimostrato a tutti vincendo i 50 e i 100 dorso.

Andrea Staccioli / Deepbluemedia / Insidefoto

La gara dei 200 stile uomini è stata di altissimo livello: sono stati davvero forti. Anche Matteo Ciampi è stato bravo a cercare di tenere il passo. Lui arriva da una preparazione maggiormente resistente che veloce, e quindi non è semplice. Ha nuotato un tempo molto vicino al suo personale,  quindi spero che anche lui sia contento. Ho visto che comunque è stato combattivo da subito, senza perdersi troppo anche se era in mezzo al caos.

Sono rimasta un pò stranita della rinuncia dei 100 farfalla donne da parte di Giulia D’Innocenzo. È vero che non si giocava nulla, però a un primo Europeo riesce a centrare una finale, non farla non credo sia positivo. È giusto anche fare più gare, magari una vicina all’altra, perché sono tutte esperienze importanti che ti formano. Non l’ho vista positivamente questa rinuncia.

Nei 200 rana uomini abbiamo assistito a un’altra gara di altissimo livello. L’Olanda ha dimostrato di avere una grande solidità in questo stile, sia nel settore maschile che femminile. Peccato per Nicolò Martinenghi, ma avevo pensato, dentro di me, che forse poteva rinunciare per puntare tutto sui 50 rana. È comunque una gara che stanca molto.

Grande spessore per i 200 stile al femminile: le nostre azzurre ha fatto dei buoni tempi, soprattutto che non si vedevano da tempo dopo Federica Pellegrini. Hanno fatto una bellissima gara: Sofia Morini è partita subito aggressiva, senza paura, e lo ha dimostrato accusandolo magari un pò sul finale. Però ha toccato per seconda con un ottimo tempo e un grandissimo miglioramento a livello personale. Giulia D’Innocenzo ha fatto una gara leggermente diversa da Sofia, è forse partita un pochino più controllata per fare una gara in progressione. Davvero due gare bellissime con tempi di alto livello che in Italia non si vedevano da un pò.

Andrea Staccioli / Deepbluemedia / Insidefoto

Bella gara quella dei 200 misti donne: Abbie Wood, come avevo già detto in precedenza, è a un livello superiore rispetto alle altre, immaginavo vincesse con quel tempo. Charlotte Bonnet è stata un pò nascosta in batteria e in semifinale, per poi farsi sentire nella finale realizzando un argento con una chiusura davvero forte a stile. Mi ha stupito molto l’atleta austriaca Lena Kreundl, credo avesse intorno al 2.08″ come personale: ha fatto una gara notevole, ha pagato probabilmente nello stile libero. Veramente brava. Una bella gara dove si sono visti grandi tempi, sia a livello europeo che internazionale.

La gara dei 50 farfalla uomini ha visto ben due tempi al di sotto dei 22″: Noè Ponti conferma la sua super forma fisica, facendo il triplete. È stato emozionante vederlo, perché comunque ci conosciamo ed è veramente un talento. La sua virata è stata incredibile ed è giusto che abbia toccato davanti a tutti.

Andrea Staccioli / Deepbluemedia / Insidefoto

Bravo Giovanni Izzo che è riuscito a entrare in finale nei 100 misti! Peccato per Thomas Ceccon che ha gestito la gara e sul finale ci ha fatto venire qualche brivido con quella respirazione strana. Però ha fatto due gare e su due gare è stato squalificato e non è mai riuscito a gareggiare in finale, dando il suo massimo. Sembrano davvero rigidi con queste riprese subacquee, non vorrei che diventasse un pò troppo.

50 rana donne: Super Benedetta Pilato che ha nuotato sotto i 29″! Aveva una frequenza strepitosa, ha fatto una bellissima virata chiudendo con un eccellente tempo. Domani ci farà divertire in finale. Complimenti anche a Jasmine Nocentini che era arrivata a questo Europeo con qualche fastidio influenzale e invece si è ripresa e devo dire che è stata davvero brava: una bellissima partenza e una grandissima potenza. Come diceva Benedetta nell’intervista, abbiamo una nuova ranista di alto livello in Italia!

Andrea Staccioli / Deepbluemedia / Insidefoto

Bene i nostri azzurri nei 50 rana maschili: sappiamo che Simone Cerasuolo punta molto su questa gara. Domani lui e Nicolò Martinenghi ci faranno vedere sicuramente delle belle cose.

Bravi Alessandro Miressi e Leonardo Deplano che hanno centrato la finale dei 100 stile! Sono felice per Leonardo perché dopo esser rimasto fuori dai 50 stile è riuscito a mantenere la concentrazione e ha fatto vedere che ha voltato pagina. Alessandro ci ha abituato a esserci in finale, credo che la finale sarà davvero una bella gara.

Complimentissimi a Silvia Di Pietro nei 50 farfalla: sono molto amica sua e devo dire che è stata un pò sfortunata negli ultimi anni, soprattutto nelle gare in corta dove lei è davvero forte. Ha fatto un bellissimo 50 farfalla, guadagnandosi la finale. È stata molto brava anche Costanza Cocconcelli che comunque è riuscita a migliorarsi ancora.

Lorenzo Mora ha dimostrato ancora una volta di essere davvero forte e di guadagnarsi la finale dei 200 dorso con un ottimo risultato. La sua nuotata molto fluida e le sue ottime subacquee lo fanno mettere in risalto a ogni gara.

 

Andrea Staccioli / Deepbluemedia / Insidefoto

Una 4×50 stile mista con Alessandro Miressi che ha lanciato in maniera incredibile la staffetta. Le Nocentini e Di Pietro hanno fatto dei tempi notevoli con uno stacco incredibile. Bravo anche Zazzeri.  Ci stanno viziando!

Cesare Butini: Verso Parigi 2024, passando per Doha.

Cesare Butini: Verso Parigi 2024, passan...

In occasione degli Europei di Otopeni, svoltisi dal 5 al 10 dicembre scorso, ci siamo confrontati con il Direttore Tecnico ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative